Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Volley, coppa Italia: Trento-Modena 3-2 dopo una lotta epica. Finale con Civitanova

Pubblicato

-

Tre ore e passa di lotta, un po’ come i match di tennis epici tra Nadal e Federer (domani in finale all’Australian Open).

Non è stata da meno la Diatec Trentino in semifinale di Del Monte Coppa Italia contro l’Azimut Modena che alla fine si è piegata 3-2 a Giannelli e compagni.

Basti guardare i punteggi dei cinque set lottatissmi alla Unipol Arena di Bologna.

Pubblicità
Pubblicità

26-28 il primo in favore dei modenesi con due palle set per Trento.

Altre cinque palle set della Diatec nel secondo che però si aggiudicano i trentini 30-28.

Lo scatenato Ngapeth porta avanti Modena nel terzo che finisce 25-22.

Pubblicità
Pubblicità

Nel quarto la squadra di Lorenzetti si rifiuta di morire. Due palle match non sfruttate dalla Azimut. Giannelli la chiude con un ace fantastico. Di nuovo 30-28.

Ovviamente punto a punto il tie break. La spunta la Diatec 15-13 con un paio di errori avversari.

Domani, domenica, sarà finale contro la Lube Civitanova, dominatrice del campionato, che ha battuto Piacenza nella prima semifinale.

Alle 17:30, diretta su RaiSport1, si gioca per l’assegnazione della DelMonte Coppa Italia 2017.

Mister Angelo Lorenzetti si conferma per la terza volta consecutiva in finale dopo aver vinto le ultime due proprio con Modena.

Abbiamo fatto la partita che ci eravamo ripromessi di giocare, restando sempre attaccati agli avversari anche nei momenti più difficili – ha spiegato a fine gara Angelo Lorenzetti . Siamo stati anche fortunati, perché abbiamo approfittato dell’assenza di Holt e degli errori che i nostri avversari nel quinto set hanno commesso, però abbiamo avuto un grande cuore, magari non sempre giocando benissimo ma non smettendo mai di crederci come ci eravamo promessi alla vigilia. E’ bello allenare squadre di questo tipo perché ti danno tanto e ti offrono l’opportunità di giocare partite importanti come quella disputata oggi o come quella che affronteremo domani sera”.

La cronaca della gara. Negli starting six non ci sono novità dell’ultima ora: Angelo Lorenzetti conferma la Diatec Trentino in formazione titolare, con Giannelli al palleggio, Stokr opposto, Lanza ed Urnaut schiacciatori, Solé e Van de Voorde centrali e Colaci libero; Roberto Piazza deve rinunciare a Holt e risponde presentando Modena quindi con Orduna in regia, Vettori opposto, Petric e Ngapeth in banda, Le Roux e Piano al centro, Rossini libero. L’inizio di match è difficile per Urnaut, che viene murato subito da Vettori, non mette a terra la successiva palla e sbaglia il servizio; Modena scappa via quindi già sull’1-3 e poi accelera quando lo stesso opposto italiano ha la meglio del muro a tre in fase di break point (7-10), dopo una lunga serie di cambiopalla. Il time out di Lorenzetti non segna la svolta della sua squadra, che alla ripresa viene murata Le Roux con un attacco di Urnaut e sbaglia da posto 4 con Stokr (8-13); i trentini rialzano la testa con Capitan Lanza e con lo stesso Jan al servizio, superando addirittura l’avversario sul 17-16. L’Azimut reagisce con Ngapeth (17-19), Stokr mura Vettori e la riprende (22-22). Si va ai vantaggi, dove Trento non sfrutta due occasioni per chiudere e cade alla seconda per i gialloblù (26-28) per via di un errore di Urnaut.

La Diatec Trentino prova a reagire in apertura del secondo set (5-2), affidandosi a Lanza e ad un Van de Voorde che al centro della rete attacca e mura con continuità. Vettori è il più in palla dei suoi e quasi da solo costruisce la parità che arriva a quota 11. La squadra di Lorenzetti riparte di nuovo, sfruttando il turno al servizio di Stokr (condito anche da un ace) ed alcune imprecisioni degli avversari. Sul 17-13 Piazza ha già speso tutti i time out a sua disposizione, ma i suoi giocatori poggiandosi soprattutto su battuta e muro risalgono la china sino al 22-22, dopo essere andati sotto anche 22-19 (ace di Urnaut). Anche in questo caso per dirimere la questione servono i vantaggi; Trento resta sempre davanti, non sfrutta cinque palle set consecutive ma chiude il discorso alla sesta (30-28), quando Van de Voorde mura Vettori.

L’equilibrio regna anche nella prima parte del terzo set, che vede Lanza e compagni provare a scappare sul 7-5, prima che si scateni Ngapeth (due muri consecutivi per il 7-9). Lorenzetti spende subito un time out ed inserisce anche Nelli ed Antonov al posto di Stokr e Urnaut, ma la fase cambiopalla dei suoi fatica ancora ad essere fluente e concede il fianco a Modena, che accelera sul +5 (8-13). Piano e Le Roux fermano due volte Solé per il 9-15; Trento prova a risalire la china sino al 17-21 grazie ad un buon turno al servizio di Giannelli. Successivamente servono i muri di Daniele Mazzone (in campo al posto di Solé) e Van de Voorde per risalire sino al meno uno (22-23); a togliere le castagne dal fuoco per l’Azimut ci pensano ancora una volta Piano e Ngapeth per il 22-25 che consegna l’1-2 nel computo dei parziali.

Il quarto set si gioca punto per lunghi tratti (5-5, 11-11), con le due formazioni che si esaltano in difesa e contrattacco. La battuta di Modena fa male alla ricezione trentina, che però tiene botta in cambiopalla con Lanza. Urnaut in pipe regala il +2 (16-14, time out Piazza), ma è un vantaggio effimero perché poi Petric in battuta firma il controsorpasso (18-19). Anche in questo caso servono in vantaggi per risolvere la questione (23-23): Modena si guadagna due palle match, non le sfrutta e Trento ne approfitta alla quarta occasione, con un ace del monumentale Giannelli (30-28).

Il quinto set prende subito una brutta piega per la Diatec Trentino; Modena ottiene due punti di vantaggio 3-5 ma la squadra di Lorenzetti non si dà per vinta e pareggia i conti sull’8-8 per poi mettere la freccia sul 10-9 (errore di Ngapeth). Il rush finale è deciso dall’errore di Petric (15-13).

Diatec Trentino-Azimut Modena 3-2
(26-28, 30-28, 22-25, 30-28, 15-13)
DIATEC TRENTINO: Lanza 23, Van de Voorde 12, Giannelli 7, Urnaut 15, Solé 9, Stokr 17, Colaci (L); Nelli 1, Antonov 2, Mazzone D. 2, Blasi. N.e. Burgsthaler, Mazzone T.  All. Angelo Lorenzetti.
AZIMUT MODENA: Piano 10, Orduna 2, Ngapeth E. 27, Le Roux 9, Vettori 20, Petric 16, Rossini (L); Massari, Cook. N.e.  Ngapeth S., Holt, Onwuelo, Zanni e Salsi. All. Roberto Piazza.
ARBITRI: Rapisarda di Udine e Cesare di Roma .
DURATA SET: 33’, 32’, 28’, 37, 19’; tot  2h e 29’.
NOTE:  7.800 spettatori per un incasso di 122.814 euro. Diatec Trentino: 17 muri, 6 ace, 24 errori in battuta, 13 errore azione, 47% in attacco, 59% (40%) in ricezione. Azimut: 17 muri, 5 ace, 25 errori in battuta, 8 errore azione, 46% in attacco, 59% (34%) in ricezione.

Foto: Marco Trabalza/Trentino Volley

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza