Connect with us
Pubblicità

Trento

Investimenti ungulati in Trentino: la Provincia non risarcirà più gli automobilisti

Pubblicato

-

Il consigliere Nerio Giovanazzi aveva chiesto alla giunta provinciale, visto il consistente numero di incidenti che avvengono sulle strade trentine causati dalla fauna selvatica, di ricominciare a risarcire gli automobilisti evitando, in questo modo, di aggiungere ulteriori oneri a carico degli stessi.

Poi Giovanazzi aveva chiesto anche se sono state adottate misure preventive per disincentivare la fauna dagli attraversamenti stradali come catarifrangenti, catadiottri o altri accorgimenti efficaci.

Ricordiamo che In forza dell’articolo 26, comma 3 bis, della legge provinciale n. 24/1991, abrogato dalla legge finanziaria 2015, la Provincia corrispondeva un ristoro patrimoniali pari al 70% del danno subito a tutti coloro che, avendo investito un ungulato, ne avessero fatto regolare domanda.

Pubblicità
Pubblicità

Non si trattava quindi di un risarcimento ma piuttosto di un indennizzo. Con l’abrogazione dell’art. 26 comma 3 bis della legge citata, tale possibilità è venuta meno.

L’assessore di competenza Michele Dallapiccola rispondendo a Nerio Giovanazzi ha spiegato che con l’abrogazione dell’art. 26 comma 3 bis la provincia non verserà più nessun indennizzo agli automobilisti che saranno investiti da caprioli, camosci, cervi, ecc ecc…

Conseguentemente però la Provincia corrisponderà l’intero risarcimento del danno solo nelle ipotesi in cui il danneggiato dimostri la responsabilità dell’Amministrazione alla luce dell’articolo 2043 del Codice Civile e della giurisprudenza. Gli indennizzi pertanto non verranno più corrisposti mentre i risarcimenti del danno, se e quando dovuti, graveranno sulla compagnia assicurativa con la quale la Provincia ha stipulato la polizza di copertura della responsabilità civile.

Pubblicità
Pubblicità

La Provincia autonoma di Trento ha elaborato e successivamente aggiornato per il periodo 2004- 2014 (sulla base di database curato dal Servizio Foreste e fauna denominato “Sistema informatizzato per la gestione dei dati faunistici” e in collaborazione con l’allora Istituto ITC-irst) un “modello predittivo per la valutazione del rischio di incidenti stradali con ungulati” basato sia sui dati storici raccolti che sulle caratteristiche fisiche dell’ambiente attraversato dalla rete viaria.

Ciò ha permesso di determinare con assoluta obiettività la densità del fenomeno relativo agli investimenti di ungulati, evitando di intervenire su segnalazioni non suffragate da dati oggettivi e concentrando le risorse sui tratti stradali ad alta e altissima densità di incidenti.

Pubblicità
Pubblicità

In particolare l’analisi dei dati elaborati ha consentito di effettuare, stabilita una soglia minima di densità di investimenti, una ricognizione e la successiva integrazione, ove mancante, della segnaletica stradale di avviso agli automobilisti prevista dal codice della strada e di collocare sui tratti stradali ad elevata densità di incidenti i catarifrangenti per gli ungulati.

Considerato peraltro che, – si legge ancora nella risposta di Dallapiccola – secondo uno studio condotto sempre dall’allora ITC-irst, l’utilizzo dei catarifrangenti per gli ungulati non appare particolarmente efficace per la mitigazione del rischio, si sono programmate e realizzate anche altre iniziative tra le quali preme ricordare la realizzazione, in collaborazione con LIPU, di un opuscolo informativo per gli automobilisti sulle problematiche del rapporto Fauna/Traffico per migliorare gli stili di guida nelle zone di passaggio degli ungulati; l’installazione di 30 segnali luminosi di avviso ai guidatori in alcuni punti ad elevata densità di investimento; la progettazione e costruzione di un sottopasso dedicato al passaggio degli ungulati; avvio, in collaborazione con l’Università di Trento, di una sperimentazione lungo un tratto della SS48 in Val di Fiemme, al fine di rendere maggiormente efficaci le segnalazioni agli utenti mediante il rilevamento della presenza di animali selvatici in prossimità della sede stradale.

Giovanazzi ha chiesto anche i tratti di strada su cui attualmente sono installati i catarifrangenti per ungulati. Nella risposta si legge che i tratti di strada interessano circa 140 km e riguardano le seguenti strade: · SP 126 della Taoletta · SP 18 dei Laghi di Terlago e Lamar · SP 18 dir Vezzano dei Laghi di Terlago e Lamar diramazione Vezzano · SP 215 di Pampeago · SP 215 dir di Pampeago diramazione Lavazè · SP 232 di Fiemme · SP 232 dir Molina di Fiemme diramazione Molina · SP 34 del Lisano e Sesena · SP 34 dir Ragoli del Lisano e Sesena diramazione Ponte Ragoli · SP 6 di Rumo · SP 64 di Fai · SP 75 dir Grigno diramazione di Grigno · SP 81 del Passo Valles · SP 84 di Cavedine · SP 85 del Monte Bondone · SP 86 di Rabbi · SP 88 della Val di Gresta · SP 90 2° tronco Destra Adige 2° tronco (Mori – Ravina) · SS 12 dell’Abetone e del Brennero · SS 237 del Caffaro · SS 238 delle Palade · SS 239 di Campiglio · SS 346 del Passo San Pellegrino · SS 42 del Tonale e della Mendola · SS 421 dei Laghi di Molveno e Tenno · SS 47 della Valsugana · SS 48 delle Dolomiti · SS 50 del Grappa e Passo Rolle · SS 612 della Val di Cembra · SS 620 del Passo di Lavazè · SS 641 del Passo Fedaia · ex SS 43 della Val di Non tratto Sabino – Rocchetta.

Il costo complessivo degli interventi realizzati, costituiti dal posizionamento dei catarifrangenti e dalla collocazione della segnaletica luminosa, è pari indicativamente a circa 200.000 euro ai quali si deve aggiungere il costo complessivo del sottopassaggio per ungulati realizzato sulla SS42 del Tonale e della Mendola nei pressi di Pellizzano.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza