Connect with us
Pubblicità

Voce - Fiemme e Fassa

Val di Fiemme, 11° Tour de Ski: Sergey Ustiugov doma il leone Sundby

Pubblicato

-

Final Climb dell’11° Tour de Ski in Val di Fiemme (TN)

Sergey Ustiugov svetta anche sul Cermis ed è il campione dell’11° Tour de Ski

Seconda posizione per Martin Johnsrud Sundby e terza per l’italo svizzero Dario Cologna

Pubblicità
Pubblicità

14° l’azzurro Francesco De Fabiani dopo il 4° posto di ieri a Lago di Tesero

Sergey Ustiugov doma magistralmente il leone Sundby e porta nella terra di Fëdor Dostoevskij il trofeo dell’undicesimo Tour de Ski. Ultima sfida di giornata, oggi in Val di Fiemme (TN), con l’epica scalata all’Alpe Cermis partendo dal Centro del Fondo di Lago di Tesero. La Final Climb maschile è l’evento più atteso della stagione di Coppa del Mondo e, consecutivamente da undici anni, si disputa sulle nevi trentine.

Alla partenza il russo Sergey Ustiugov poteva contare su 1:12 di vantaggio sul rivale diretto Martin Johnsrud Sundby e 2:04 sull’italo-svizzero Dario Cologna. Francesco De Fabiani, miglior azzurro in gara, partiva invece dalla decima posizione (+4:37).

Dopo 4 km il russo è ancora in cavalcata solitaria con Sundby, che rosicchia solamente un paio di secondi rispetto alla partenza (+1:10). Stessa sorte per Dario Cologna che segue a +2:07. Mentre gli atleti si sono messi alle spalle circa 6 km, Ustiugov procede al 12% di pendenza, con Martin Johnsrud Sundby ancora in ritardo di 1:13, rendendo pressoché un miraggio la sua rimonta.

Settimo chilometro ad 1:06 con Sundby che centellina il tempo guadagnato senza mai scendere sotto il minuto, mantenendo comunque saldamente la seconda posizione del Tour. Cologna segue terzo, ma alle spalle ha un agguerrito terzetto con in testa il finlandese Matti Heikkinen.

All’8° km Sundby ha un distacco di oltre cinquanta secondi e a 900 metri dall’arrivo non gli resta che conservare la propria posizione, evitando rischi che potrebbero compromettere il proseguo della stagione, essendo il norvegese saldamente in testa alla classifica di Coppa del Mondo. Il vichingo non pare lucido come nella finale dello scorso anno, e si trascina stremato incoraggiato dal pubblico locale, stimato in circa 20.000 presenze.

A 500 metri dall’arrivo Ustiugov allunga con la bava alla bocca riportando ad oltre un minuto il vantaggio dal leone scandinavo.

La sfida più interessante pare invece la lotta per il gradino più basso del podio, con il francese Manificat ad insidiare l’elvetico Dario Cologna. La salita è impervia, le gambe non si sentono più, ma gli atleti proseguono imperterriti, è questo il loro destino, è questa la loro gloria. Sorpasso e controsorpasso fra Cologna e Manificat, mentre Sergey Ustiugov (30:27.7) giunge sul traguardo con le braccia al cielo, è lui il campione indiscusso dell’undicesima edizione, con sei affermazioni personali su sette prove contando la scalata al Cermis e si aggiudica 140.500 franchi svizzeri (circa 130.000 euro).

A Martin Johnsrud Sundby (31:30.6 contro i 30:47 dello scorso anno, che comunque non gli avrebbero permesso di trionfare) va l’argento, circondato dalle bandiere della sua nazione, mentre Cologna non ci sta, stacca il francese e si porta a casa un meritato bronzo (31:46.8).

Francesco De Fabiani chiude 14° (35:48.1) dopo l’ottimo 4° posto alla Mass Start di ieri, mentre gli altri italiani, Giandomenico Salvadori e Maicol Rastelli, terminano rispettivamente 28° e 39°.

Migliori tempi di giornata a Maurice Manificat (29:20), su Matti Heikkinen (29:26.1) e Hans Christer Holund (29:35.8).

Congratulazioni di rito fra i primi classificati, stremati all’arrivo, ma ancora una volta i veri vincitori sono i volontari della Val di Fiemme, persone legate fortemente alla propria terra, capaci di realizzare eventi come questo e, come gli atleti di Coppa del Mondo, di sfidare l’impossibile e vincere.

Men – Overall Standing Tour de Ski

1 USTIUGOV Sergey RUS 3:24:47.9; 2 SUNDBY Martin Johnsrud NOR +1:02.9; 3 COLOGNA Dario SUI +1:19.1; 4 MANIFICAT Maurice FRA +1:26.9; 5 HEIKKINEN Matti FIN +1:31.3; 6 HELLNER Marcus SWE +2:05.8; 7 HARVEY Alex CAN +2:39.7; 8 KRUEGER Simen Hegstad NOR +3:27.2; 9 HOLUND Hans Christer NOR +3:50.4; 10 DYRHAUG Niklas NOR +4:24.9;

14 DE FABIANI Francesco +5:20.4; 28 SALVADORI Giandomenico +10:09.5; 39 RASTELLI Maicol +14:42.1

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza