Connect with us
Pubblicità

Voce - Fiemme e Fassa

Tour de Ski, Sundby batte Ustiogov

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ieri Mass Start di 10 e 15 km dell’11° Tour de Ski in Val di Fiemme.

Prova d’autore di Martin Johnsrud Sundby, ma Sergey Ustiugov mantiene il vantaggio in classifica

Un grandissimo Francesco De Fabiani conquista il 4° posto assoluto al fotofinish

Stina Nilsson sale sul trono ed ora è la favorita per la vittoria finale assieme ad Heidi Weng

La sesta e la settima ed ultima tappa del Tour de Ski si disputano sulle nevi della Val di Fiemme (TN), e ieri al Centro del Fondo di Lago di Tesero i fondisti di Coppa del Mondo erano impegnati nel primo dei due eventi che caratterizzeranno il weekend trentino, le Mass Start in tecnica classica di 10 km per le donne e di 15 km per gli uomini.

Le prime a mostrarsi all’entusiasmo del pubblico trentino sono state le donne, con la leader Heidi Weng a vantare 11.1 secondi prima del via sulla connazionale Ingvild Flugstad Østberg e 16.3 secondi davanti alla svedese Stina Nilsson, una delle assolute protagoniste di questa undicesima edizione.

Pubblicità
Pubblicità

Ebbene, dopo lo “scivolone” dobbiachese, quest’ultima è tornata a dominare con una prova maiuscola che ha messo provvisoriamente in panchina Weng e Østberg.

Ma la notizia di giornata è il mancato en plein di Sergey Ustiugov, finora primattore assoluto con cinque vittorie su cinque al Tour de Ski. Val di Fiemme “fatale” dunque per il russo, e dolcissima per il barbuto Martin Johnsrud Sundby, che rimanda a domani l’esito dell’undicesima edizione.

Ustiugov con 1’11.9 sul norvegese può comunque godere di un vantaggio rassicurante, ma con il re di Coppa del Mondo c’è poco da scherzare e saranno le rampe della Final Climb sulla pista Olimpia III ad eleggere il “domatore” sugli sci stretti.

Da segnalare, per quanto riguarda gli azzurri, l’ottimo quarto posto al fotofinish di Francesco De Fabiani, abile a rimanere nel gruppo di testa e a piazzare l’attacco finale sul russo Andrey Larkov, un plauso al valdostano che sta vedendo la luce dopo un complicato avvio di stagione, e sempre supportato da tutto il pubblico trentino sugli spalti di Lago di Tesero. Per quanto riguarda gli altri azzurri, Giandomenico Salvadori si è piazzato 33° e Maicol Rastelli 40°.

Giochi aperti anche al femminile, con la Nilsson che può ora contare su 19.2 secondi su Heidi Weng e 53.9 secondi sulla finlandese Krista Parmakoski. Pare invece fuori dai giochi Ingvild Flugstad Østberg (+1:23.3) ma le rampe del Cermis hanno la capacità di far rinascere dalle ceneri o condannare qualsiasi atleta.

Sarà certamente un finale ricco di pathos e tutto da gustare da parte degli oltre 20.000 spettatori attesi lungo le transenne della Final Climb. Le gare di ieri sono state avvincenti sino all’ultimo, con Sundby e Ustiugov appaiati alla partenza. Ma è solo l’inizio poiché a 2.5 km la coppia di testa è composta da Toenseth e Cologna. De Fabiani è invece settimo con alle spalle il rumeno Pepene.

Al secondo giro Ustiugov perde posizioni ma i suoi compagni di squadra paiono dargli una mano, mettendo i bastoni fra le ruote ai rivali norvegesi Dyrhaug, Sundby e Toenseth. Al km 8.5 Ustiugov torna così in vetta con De Fabiani 14°, ma la barba di Sundby sale dalle retrovie più infuriata che mai e torna nel gruppone dei contenders.

Dopo 26 minuti di gara i russi comandano davanti ai norvegesi e allo svizzero Cologna, con De Fabiani 9° sorretto dal tifo locale. Al 12.5 chilometro si arriva alla resa dei conti, con lo scenario che tutti si aspettavano (e desideravano), lo scontro fra Sundby e Ustiugov. Una “lotta fra titani” vinta dal primo, che si prende la scena principale “sbranando” l’avversario e concludendo con oltre due secondi di margine.

Un successo che potrebbe risultare effimero se Sundby non darà seguito con un’altra performance “monstre” nella giornata di domani, tuttavia il barbuto norvegese ha già abituato gli appassionati a rimonte di questo tipo, e se accadesse non sorprenderebbe affatto. Il vantaggio del russo è comunque consistente e sarà difficile portargli via l’11° Tour de Ski.

Nella sfida al femminile c’è stato da divertirsi. Norvegesi in testa fin dall’inizio, con la finlandese Krista Parmakoski ad infilarsi in prima posizione e a tornare incredibilmente in lotta per la vittoria dopo una rovinosa caduta. Ma Stina Nilsson vuole fortemente questo Tour e torna poderosamente a farla da padrona ed a 30 km/h sfreccia sul traguardo del Centro del Fondo di Lago di Tesero davanti alla finlandese Anne Kylloenen e alla connazionale Charlotte Kalla. La migliore delle azzurre è Virginia De Martin (21.a), quindi Elisa Brocard (23.a), Ilaria Debertolis (25.a) e Giulia Stuerz (30.a).

Oggi in Val di Fiemme la “Rampa con i Campioni” alle ore 9.30 anticiperà le finali del Tour de Ski, alle ore 11.30 con la Final Climb donne e alle ore 15.30 con la Final Climb uomini, sfide che valgono una stagione ed in assoluto le più spettacolari di Coppa del Mondo.

Ladies 10 Km Mass Start C

1 NILSSON Stina SWE 30:20.8; 2 KYLLOENEN Anne FIN 30:23.8; 3 KALLA Charlotte SWE 30:24.5; 4 PARMAKOSKI Krista FIN 30:30.2; 5 STADLOBER Teresa AUT 30:30.9; 6 TCHEKALEVA Yulia RUS 30:31.3; 7 WENG Heidi NOR 30:38.3; 8 DIGGINS Jessica USA 30:40.3; 9 NISKANEN Kerttu FIN 30:40.6; 10 VON SIEBENTHAL Nathalie SUI 30:46.0;

21 DE MARTIN TOPRANIN Virginia 31:59.4; 23 BROCARD Elisa 32:06.7; 25 DEBERTOLIS Ilaria 32:17.7; 30 STUERZ Giulia 33:29.4

Men 15 Km Mass Start C

1 SUNDBY Martin Johnsrud NOR 40:40.0; 2 USTIUGOV Sergey RUS 40:42.2; 3 HEIKKINEN Matti FIN 40:42.8; 4 DE FABIANI Francesco ITA 40:43.2; 5 LARKOV Andrey RUS 40:43.3; 6 DYRHAUG Niklas NOR 40:43.5; 7 COLOGNA Dario SUI 40:43.8; 8 BESSMERTNYKH Alexander RUS 40:43.9; 9 HOLUND Hans Christer NOR 40:49.9; 10 HELLNER Marcus SWE 40:50.3;

33 SALVADORI Giandomenico 42:33.0; 40 RASTELLI Maicol 43:50.5

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Spettacolo50 minuti fa

Tutti al Melotti di Rovereto per ascoltare la “Storia di Pinocchio”

Benessere e Salute1 ora fa

Tumori, 390.700 nuove diagnosi nel 2022: «Pesano i gravi ritardi accumulati durante pandemia»

Trento1 ora fa

La sanità Trentina saccheggiata dalle multinazionali: l’appello al presidente Fugatti

Trento2 ore fa

Aperto il disegno di legge per bloccare il «gender» nelle scuole trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

«Respect»: a Castelfondo un evento per aumentare la sensibilità verso la diversità

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Mascherine, coriandoli, stelle filanti: Spormaggiore si prepara a festeggiare il Carnevale

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Ubriaco fradicio sulle piste da sci finisce in coma etilico

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Anarchici devastano i muri dei palazzi di Rovereto

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Aperta a Monclassico la “Piazzetta del riuso”

Trento5 ore fa

Trovati panetti di hashish tra le siepi del centro santa Chiara

Trento5 ore fa

Polizia di Stato: dal primo dell’anno 2.900 persone identificate e 5 arresti

Hi Tech e Ricerca5 ore fa

Trentino Startup Valley. Yore vince il Validation Day

Valsugana e Primiero5 ore fa

Avviata la gara per realizzare l’ultimo tratto della ciclabile Trento-Pergine

Bolzano6 ore fa

Colonnello dei carabinieri sospeso per dieci mesi, due le ipotesi di reato

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Maltrattare api e arnie non è solo vandalismo, è anche un atto di irresponsabilità

Trento6 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena1 giorno fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza