Connect with us
Pubblicità

Trento

Cristo Re, Via Pancheri: situazione tragicomica

Pubblicato

-

Se la cosa non fosse tragica si potrebbe dire di essere su scherzi a parte oppure su qualche trasmissione ironica che prende in giro il malcapitato di turno

Purtroppo in questo caso ad essere presi in giro sono i cittadini trentini, precisamente quelli di Via Pancheri nel quartiere di Cristo Re, che sono ormai stufi di dover vivere in una via che somiglia più a qualche paese dell’est, stile anni 70, dove le strade nemmeno esistevano, oppure a qualche strada di accesso di un campo agricolo.

Non sono bastate le proteste, numerosi articoli pubblicati e persino uninterrogazione di Andrea Maschio del M5s alla giunta comunale di centro sinistra per risolvere il problema. Una questione aperta ormai da oltre 5 anni e che si sta aggravando ogni giorno di più degradando la strada e rischiando che qualcuno si faccia male per davvero.

Pubblicità
Pubblicità

La via interessata di cui stiamo parlando è Via Pancheri, una laterale di via Moggioli, per intenderci il complesso di case che confina con il Parco Braille da una parte e via Maccani dall’altra e che spunta sulla rotonda che poi porta al campo sportivo e al campo di atletica di Cristo Re. 

Tutta la strada è dissestata dal primo all’ultimo metro con buche che raggiungono la profondità anche di oltre 10 centimetri. Il che rende impossibile il transito in bicicletta, difficile quello che le autovetture, e pericoloso quello a piedi, specie per gli anziani che devono compiere autentici slalom per evitare cadute o storte letali.

Una situazione insostenibile che è peggiorata anche grazie al scelta del comune di mettere tutti i parcheggi a pagamento intorno alla via che quindi è preda di automobilisti ogni giorno che scelgono la piccola via come posteggio per la propria auto, visto che è gratis, e se ne vanno al lavoro magari anche in uffici lontani. Un movimento che ha deteriorato ancora di più il manto stradale che è diventato ormai impossibile da percorrere.

Pubblicità
Pubblicità

Ma la più grande sorpresa, (per modo di dire) l’hanno avuta ieri i residenti quando uscendo di casa hanno visto tutta la via con decine di buche tappezzate qua e la con del bitume, che peraltro in alcuni casi sta già cedendo mettendo doppiamente a rischio i residenti. Uno spettacolo triste e desolante.

Non sono mancate le battute ironiche di alcuni residenti alla vista di lavori che ha detta di tutti sono solo «un ulteriore spreco di denaro pubblico». La strada infatti va asfaltata punto e basta. Messa così è una presa in giro e mostra davvero uno spettacolo desolante. 

Ma in questa storia pare davvero esserci dell’incredibile. Una laterale che versava nelle stesse condizioni quest’estate è stata asfaltata in un «lampo», alcune ore prima della inaugurazione del parco Braille alla presenza di assessori e funzionari comunali. Casualità? A pensar male si fa peccato ma a volte ci si azzecca.

Ognuno di noi può credere o meno nei miracoli, la cosa è soggettiva e fa parte della nostra educazione, etica e intimità. Ma credeteci, quello che poi è successo la notte prima del passaggio della corsa amatoriale intitolata a Charly Gaul ha davvero del miracoloso.

Ebbene, con un pragmatismo ed un’efficienza fuori del comune l’amministrazione ha asfaltato la notte prima del passaggio della corsa ciclistica l’intera via Maccani, (via parallela di via Pancheri) che peraltro non aveva proprio bisogno di essere asfaltata.

Ora tutti i residenti di Via Pancheri sperano che la prossima Charly Gaul passi dalla propria via, oppure che venga inaugurato qualcosa nelle vicinanze, per così poter finalmente avere una via dignitosa senza crepe profonde, buche, e allagamenti che ne limitano il passaggio. Come si suol dire, prima le inaugurazioni in pompa magna e la Charly Gaul, finite quelle, poi i cittadini e il degrado

nelle foto sotto la brillante soluzione del comune.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]

Categorie

di tendenza