Connect with us
Pubblicità

Trento

«Liberiamo il Trentino: stop immigrazione clandestina», arriva la proposta di Fratelli d’Italia

Pubblicato

-

Presso la sede tridentina di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della petizione popolare «Liberiamo il Trentino: stop immigrazione clandestina».

La conferenza è stata introdotta dalla Presidente Provinciale Marika Poletti, sono poi intervenuti, il già coordinatore regionale del comitato per il No al referendum Trentino, Francesco Barone, il responsabile provinciale esteri, Marco Taufer e il presidente provinciale di Azione studentesca, Luigi Tramonti.

La petizione si articola su quattro punti.

Pubblicità
Pubblicità

STOP AI CENTRI DI ACCOGLIENZA  – È necessario porre dei limiti adeguati oltre ai quali l’accoglienza di richiedenti asilo deve essere considerata insostenibile. Valutata la conformazione orografica, la densità di popolazione residente in provincia ed il bollettino settimanale di casi di cronaca nera che vedono come protagonisti dei richiedenti asilo, è palese che questo fenomeno, incontrollato e non governato, risulta essere incompatibile con il vivere civile. Non è altresì ammissibile che la Provincia continui ad accettare supinamente l’aumento del numero di potenziali clandestini, mantenuti da tutti noi, da riversare poi sulle singole amministrazioni comunali.

INIBIRE LA CIRCOLAZIONE – Per garantire una maggiore sicurezza ai nostri cittadini chiediamo di inibire la libera circolazione degli stranieri di cui non conosciamo con sicurezza identità e storia personale, richiedenti asilo compresi. Concretamente le Forze dell’Ordine, in combinato con i responsabili delle strutture dove vengono accolti, devono eseguire appelli nominali più volte al giorno per registrare l’assenza di ospiti, dato che deve essere reso noto alle Forze dell’Ordine stesse in tempo reale. Troppo spesso, infatti, accogliamo sul nostro territorio soggetti in fuga dalla legge anziché dalle guerre. Uno Stato normale non lascia circolare liberamente sul proprio territorio decine di migliaia di stranieri di cui non conosce nulla.

PIÙ CONTROLLI – Implementare le politiche per il controllo degli immigrati e richiedenti asilo già presenti in Regione e in Provincia per garantire ai cittadini una maggiore sicurezza negli spostamenti, notturni e non, e nella vita di tutti i giorni. Per un’operazione di trasparenza, questo dovrebbe concretizzarsi anche in un censimento, pubblico ed aggiornato in tempo reale, delle strutture in cui i richiedenti asilo vengono alloggiati ed il relativo numero di ospiti. Particolare attenzione deve essere inoltre riversata sul fenomeno terrorismo, per ora non adeguatamente pesato dalle Istituzioni italiane. Contemporaneamente le tempistiche attinenti all’attribuzione della qualifica di rifugiato devono essere ridotte da 18 a 6 mesi, con la soppressione del ricorso in appello.

Pubblicità
Pubblicità

PENSIAMO AGLI ITALIANI – I servizi, pubblici e abitativi, devono essere indirizzati prima di tutto, e talvolta solo, ai cittadini italiani. Gli stranieri privi di strumenti economici per mantenersi o sprovvisti di titolo per rimanere in Italia verranno indotti ad andarsene non trovando più le strutture disposte ad accoglierli indiscriminatamente a spese dei cittadini. Ciò può trovare concreta attuazione con una modifica delle graduatorie, inserendo il parametro della lunga residenza (20 anni) in Italia e nel Comune o Provincia che eroga il servizio stesso, criterio a cui attribuire un peso specifico pari o superiore ad 1/3 del punteggio totale.

Al termine della conferenza è stato ricordato che si può aderire alla petizione direttamente sul webdove si può trovare anche la rassegna stampa che manifesta i risultati dell’accoglienza indiscriminata, al punto da somigliare ad un bollettino di guerra.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza