Connect with us

Io la penso così…

Stipendio ai presidenti di circoscrizione? No, grazie! – di Gian Piero Robbi

Pubblicato

-

Sono diverse le dichiarazioni in merito alla riforma voluta dalla giunta Valduga che prevede il ripristino dello stipendio ai presidenti delle circoscrizioni.

Il primo a esporre le sue critiche è Carlo Fait del Pd che dichiara: «Ripristinare lo stipendio ai presidenti delle sette circoscrizioni è senza alcun dubbio un passo falso in quel percorso che vorrebbe avvicinare i cittadini alle istituzioni. Nella convinzione che i presidenti e i consiglieri circoscrizionali siano mossi da un desiderio di impegno civile e di servizio ai cittadini su base volontaristica, penso che nessuno di loro pretenda dall’amministrazione comunale una sorta di stipendio, ritenendo il rimborso spese la formula più adeguata al servizio che loro prestano per la comunità.

Ciò detto il vero problema delle circoscrizioni sta nelle modalità della loro formazione. Sono elette con un sistema proporzionale basato su liste partitiche e il presidente viene nominato in seconda battuta dai consiglieri eletti nelle liste. È naturale che questo sistema elettorale riverberi nelle circoscrizioni le stesse dinamiche partitiche del consiglio comunale, quantomeno fino all’elezione del presidente».

Anche dal Movimento 5 stelle arrivano i dissensi, infatti il consigliere Paolo Vergnano dice al riguardo: «Quando nel maggio 2015 siamo andati al voto per il Comune ha vinto una coalizione che in uno dei punti apriva a un rimborso spese per chi, come i presidenti, fosse chiamato a impegnarsi maggiormente.

Ma tra un rimborso spese e uno stipendio di 9.426 euro l’anno passa la differenza tra il concetto di assemblea popolare e lavoro full-time. Molti concittadini roveretani, infatti, mantengono una famiglia con una cifra simile.

Non riusciamo neppure a immaginare che tipo di spese i presidenti siano chiamati a sostenere per raggiungere la cifra fissa di quasi 10 mila euro l’anno. Inutile che il sindaco continui ad affermare in aula che questo è un mero rimborso spese. E poi perché la giunta non si chiede come mai le istanze delle circoscrizioni siano spesso disattese, e le assemblee popolari non siano sempre convocate, seppur presenti nell’attuale e nel futuro regolamento? Come mai tali assemblee non siano state convocate per discutere dello stipendio ai presidenti».

Lo stesso Vergnano poi aggiunge una provocazione: «Abbiamo proposto che le circoscrizioni non siano composte da elementi eletti ma estratti a sorte e su base volontaria senza stipendio. Per cancellare ogni tipo di possibile connivenza, anche solo ipotetica, con la giunta».

Insomma le critiche a questa riforma sono decise, e a mio parere anche giuste, lo stipendio ai presidenti delle circoscrizioni o altre forme di compenso a chi fa politica a livello locale “part time”, sono un controsenso.

Chi decide di fare politica in questo ambito deve farlo come volontario. A mio avviso, il politico locale deve dedicarsi alla politica come forma di volontariato, senza alcun fine lucrativo, solo in questo modo potrà dirsi realmente dedito al bene dei sui conterranei.

Altrimenti si tratterebbe di un lavoro come un altro, ma la politica locale è passione per la propria terra e per la propria gente, è impegno sociale e chi decide di percorrere questa strada deve farlo per “vocazione” senza secondi fini, e lo stipendio sicuramente rappresenta un secondo fine per eccellenza.

Gian Piero Robbi

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza