Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Il Congo, una «miniera d’oro» lacerata dalla guerra e dalle multinazionali

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La Repubblica Democratica del Congo è forse il Paese che meglio rappresenta l’incertezza e il caos tipici di questi ultimi anni di guerra e instabilità economica sparse su tutto il globo.

Il Congo incarna pienamente tutte le contraddizioni del nostro tempo, il sovrapporsi degli interessi politici a quelli economici e finanziari dei poteri forti e alle esigenze sociali e umanitarie.

Prima di tutto il Paese è da qualche mese preda di disordini e manifestazioni di protesta contro il governo dell’attuale presidente Joseph Kabila.

Pubblicità
Pubblicità

Il malcontento popolare si è manifestato in modo piuttosto consistente già lo scorso mese di settembre quando è stata paventata la possibilità che il presidente Kabila non voglia lasciare la sua carica nonostante il suo già secondo mandato sia ormai agli sgoccioli.

Le elezioni presidenziali ed amministrative dovrebbero infatti tenersi il prossimo 27 Novembre. Tuttavia, pare che in una recente visita in Tanzania, il capo di stato congolese abbia dichiarato in una conferenza stampa che il tutto è stato rinviato addirittura all’aprile del 2018.

La motivazione ufficiale di tale rinvio sembra essere quella dei ritardi che ha subito il censimento indetto dal governo della popolazione congolese. L’opposizione però accusa Kabila di non voler lasciare la carica e puntare ad un terzo mandato, cosa che sarebbe contro la Costituzione.

Pubblicità
Pubblicità

Le proteste che si sono sollevate a settembre contro Kabila sono state represse con la forza e la violenza da parte delle forse militari governative. Questo non ha fatto che alimentare ancora di più il malcontento e si teme lo scoppio dell’ennesima guerra civile.

In molte regioni del Paese ci sono ancora contese tra le varie etnie presenti sul territorio e le rivendicazioni locali si interecciano con la critica nei confronti del potere centrale che sembra non voler lasciare le redini del governo.

La missione di stabilità delle Nazioni Unite che opera sul territorio congolese, la MONUSCO, riesce a muoversi poco ostacolata dai governi locali, criticata dalla comunità internazionale e boicottata dai forti poteri economici presenti in Congo.

I disordini interni e il caos che il rinvio delle elezioni ha provocato, risultano per alcuni, situazioni molto vantaggiose.

Non è un mistero che gli ufficiali dell’esercito regolare sono spesso implicati in traffici poco chiari che vedono coinvolte le grandi multinazionali straniere. Queste operano in Congo soprattutto nel settore dello sfruttamento dei giacimenti minerari, di cui il Paese è ricco.

In Congo si trovano circa i tre quarti delle risorse mondiali di coltan, il componente principale dei moderni dispositivi elettronici di telefonia mobile. Questo ha attirato tantissime società occidentali che da anni si sono insidiate tra le fazioni in guerra per poter muoversi indisturbate sul territorio.

Più recente invece è la presenza della Cina che in cambio della possibilità di accedere alle preziose risorse congolesi, si è impegnata a concludere accordi con il governo per la costruzione di infrastrutture pubbliche quali ospedali e ferrovie.

Sebbene l’iniziativa sia più che positiva e di certo meno vorace delle azioni delle multinazionali private, è tuttavia di difficile applicazione visto che ormai il Paese è totalmente immerso nella guerra civile.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 ore fa

Santa Barbara, Corpo permanente dei Vigili del fuoco: interventi in crescita del 9,5%, incendi + 25%

Cani Gatti & C6 ore fa

“Lo sport non cancella l’odore! Trentino terra insanguinata”, striscioni animalisti allo stadio Euganeo di Padova

Bolzano6 ore fa

Maxi sequestro di droga in un’azienda: un arresto

Bolzano6 ore fa

Minibus si schianta a bordo della carreggiata

Valsugana e Primiero7 ore fa

Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino: il “Forum” della Carta Europea per il Turismo sostenibile ha approvato la Strategia e il Piano d’Azione

Rovereto e Vallagarina9 ore fa

Meraviglioso Natale in Vallarsa: ecco tutto il programma di dicembre

Arte e Cultura10 ore fa

Natale al Mart: ecco tutte le aperture di dicembre

Italia ed estero10 ore fa

Continuano gli sgomberi degli abuvisi in tutta Italia, Piantedosi: «Strategia per legalità e riqualificazione dei territori»

Rovereto e Vallagarina11 ore fa

Ex Alpe: approvato il Progetto Esecutivo

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Imbocca la pista chiusa e finisce sull’erba: sciatore 20 enne finisce al santa Chiara

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Italia ed estero12 ore fa

Abusivismo edilizio, i dati in Italia secondo il rapporto Bes

Alto Garda e Ledro12 ore fa

L’assessore Bisesti in visita alla sezione montessoriana della scuola primaria Zadra di Riva del Garda

Trento12 ore fa

Tedesco e certificazione linguistica: prosegue la collaborazione tra Provincia e Conferenza permanente dei Ministri dell’istruzione tedeschi

Fiemme, Fassa e Cembra13 ore fa

“Sport di cittadinanza”, a Tesero il terzo appuntamento

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…2 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Trento4 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza