Connect with us
Pubblicità

Trento

Whirlpool, crisi infinita. I licenziati protestano in consiglio provinciale

Pubblicato

-

Il caso Whirlpool è tutt’altro che risolto.

Il vuoto lasciato dall’azienda americana costruttrice di frigoriferi – che nel febbraio 2014 ha chiuso i battenti, lasciando a casa 454 addetti, oltre a 154 lavoratori dell’indotto – è stato solo in parte riempito dall’avvento di Vetri Speciali.

La fabbrica di contenitori in vetro per alimenti ha assorbito 118 addetti ex Whirlpool, ma gli altri sono rimasti alla deriva, sulla barca della mobilità (per molti già scaduta o in scadenza a breve).

Pubblicità
Pubblicità

E’ questo il quadro dipinto oggi da una cinquantina di operai, presentatisi all’incontro con i consiglieri provinciali presso palazzo della Regione.

Il presidente Bruno Dorigatti ha accolto la folta delegazione, guidata da Fulvio Flammini del Sindacato di base multicategoriale.

L’analisi di quest’ultimo è stata molto severa, secondo il sindacalista sul caso Whirlpool è stata fatta una narrazione fasulla, dando a credere che tutto fosse finito nel migliore dei modi, mentre per molte famiglie la situazione è drammatica.

Pubblicità
Pubblicità

Si lamenta che una quota dei licenziati non sarebbe stata chiamata da Vetri Speciali e che altri sarebbero stati inviati da Agenzia del lavoro direttamente alle agenzie interinali, per ottenere spesso chiamate con i voucher o con contratti di basso valore. Altro capo d’accusa: i tirocini formativi per gli espulsi – attivati con forte spesa da parte della P.a.t. – si sarebbero rivelati in buona parte inutili.

La decisione di chiedere udienza al Consiglio provinciale è nata poi dal fatto che alla lettera/appello dello scorso 11 novembre – indirizzata al vicepresidente Alessandro Olivi e per conoscenza al presidente della II Commissione consiliare, Luca Giuliani – non è stata data ad oggi alcuna risposta. Si chiedeva un incontro urgente e ora si minaccia – l’ha detto Flammini – di entrare a palazzo della Provincia anche senza invito, come atto di protesta estremo.

Ieri hanno preso la parola anche lavoratrici – per dire che la situazione delle donne ex Whirlpool è se possibile peggiore di quella dei colleghi, stanti le mansioni “da maschi” disponibili presso Vetri Speciali – e diversi lavoratori di origine extracomunitaria, che protestano perché nonostante la cittadinanza italiana sarebbero stati ignorati dalla fine di Whirlpool in poi.

I consiglieri provinciali presenti – Degasperi, Civettini, Bezzi, Fasanelli, Zanon, Simoni, Fugatti, Giovanazzi, Cia e Kaswalder della maggioranza – hanno espresso solidarietà e fatto diversi interventi.

Filippo Degasperi (5 Stelle): ho incontrato questi lavoratori già un anno fa – ha spiegato – e sono lieto che la loro situazione venga messa allo scoperto dopo lungo silenzio. Dal governo provinciale sono state fatte promesse roboanti, smentite dai fatti. Segnalo poi che sono stati fatti dei corsi di formazione, i lavoratori mi dicono che sono risultati in parte inutili e non ci sarebbero stati adeguati controlli sulla loro efficacia.

Claudio Civettini (Civica Trentina): ho già interrogato la Giunta per sapere che fine ha fatto il fondo di indennizzo a suo tempo costituito per far fronte alla crisi Whirlpool. Chiedo al presidente Dorigatti di portare questo tema in aula, occorre una riflessione che tenga conto del numero ormai molto grave di situazioni occupazionali fuori controllo in Trentino. Penso ad esempio a Gallox, a ZF di Arco, a Marangoni.

Giacomo Bezzi (Forza Italia): la maggioranza consiliare – ha chiesto – dov’è? C’è solo Kaswalder, mentre ieri all’incontro con gli addetti Sait c’erano tanti colleghi. A voi prometto che verificheremo attentamente le spese sostenute dalla Pat in formazione e ci muoveremo di conseguenza. Io dico che la Pat deve concentrare tutti gli sforzi finanziari sul fronte lavoro, rinunciando a spese meno impellenti.

Walter Kaswalder (Patt): sono turbato, davvero sono troppe le crisi che ci vengono rappresentate, al punto che dobbiamo chiederci se stiamo mettendo in campo le politiche migliori per creare lavoro in Trentino. Una proposta: mettiamo il “fondo ex vitalizi” dei consiglieri a disposizione di queste situazioni limite.

Marino Simoni (Progetto Trentino): trovo vergognoso che la richiesta d’incontro dell’11 novembre sia ancora inevasa. Vedo un panorama quasi drammatico e lamento che il governo provinciale pare non abbia dato corso al pieno mandato del Consiglio per trovare soluzioni attive alla crisi Whirlpool.

Massimo Fasanelli (Gruppo misto): sono anch’io deluso per le assenze dei colleghi di maggioranza. E anche secondo me la Giunta non ha onorato il mandato del Consiglio sul fronte Whirlpool. A voi lavoratori dico: teneteci costantemente informati, venite qui anche tutte le settimane.

Nerio Giovanazzi (Amministrare il Trentino): ieri a Riva, dove ho seguito l’assise di Confindustria, era stato descritto un panorama diverso. Eviterei ogni speculazione politica, però. Invoco massima unità e propongo di affidarci al presidente Dorigatti per una presa di posizione corale del Consiglio.

Maurizio Fugatti (Lega): è inaccettabile il silenzio sulla richiesta d’incontro dell’11 novembre. Aggiungo che nelle sedute di Commissione legislativa per l’esame della finanziaria 2017, gli stessi rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil non ci hanno detto una sola parola su questa specifica situazione.

Claudio Cia (Gruppo misto): ho fatto un’interrogazione per conoscere i contributi della Pat ai sindacati e nessuno mi ha risposto. La realtà è che l’istituzione non dimostra apertura e disponibilità al confronto e all’ascolto.

Il presidente Bruno Dorigatti ha chiuso l’incontro condividendo le preoccupazioni espresse e assicurando l’impegno personale per un’immediata sensibilizzazione dell’esecutivo, in modo insomma da promuovere l’atteso incontro con gli ex Whirlpool.

]]>

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza