Connect with us
Pubblicità

Trento

Kaswalder: «Vi spiego perché voterò NO alla riforma Renzi»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il «ribelle» Walter Kaswalder vota NO alla riforma Renzi e ne spiega le ragioni.

Fondamentalmente sono 4 le ragioni del suo NO.

In primis perché  – secondo l’ex presidente autonomista – il contenuto di questa riforma costituzionale è unanimemente considerato fortemente orientato verso il centralismo «in quanto – spiega lui stesso – concentra nelle mani dello Stato poteri legislativi che sono attualmente concorrenti cioè appannaggio sia dello Stato che delle Regioni. Io sono un convinto autonomista quindi come primo punto dichiaro il mio NO ad una riforma di stampo centralista»

Pubblicità
Pubblicità

Per Kaswalder, in seconda battuta, «il Governo attuale è stato protagonista di numerosi assalti alla nostra autonomia economica al punto che in Consiglio provinciale abbiamo più volte votato impugnative a leggi varie. E noi dobbiamo fidarci di queste persone, dobbiamo contare su di loro per la famosa intesa? Io non mi fido e dico che io voto No» !

Il terzo motivo è la famosa clausola di supremazia, che in uno stato democratico è di per se abbastanza inquietante, «L’art.31 tra le altre cose – spiega Kaswalder –  sancisce che “Su proposta del governo, la legge dello Stato può intervenire” in materie di competenza regionale “quando lo richieda la tutela dell’unità giuridica o economica della Repubblica, ovvero la tutela dell’interesse nazionale”. Questo articolo, che ci fa rabbrividire come autonomisti, non vale fino a che il nostro Statuto non sarà riformato. Subito dopo che il nostro Statuto sarà riformato questa clausola varrà anche per noi e tornerà a farci rabbrividire».

Per quarto ed ultimo motivo «la composizione del nuovo Senato della Repubblica prevede, – conclude Kaswalder  – in via transitoria e solo per la prima volta, l’elezione da parte del nostro Consiglio provinciale di un Sindaco e di un Consigliere provinciale quali nuovi Senatori della Repubblica italiana. Chi sarebbero i prescelti ? Chi li deciderebbe ? Io credo che questo debba essere un diritto della popolazione trentina : quello di scegliere, votandoli, i propri rappresentanti a Roma, al riparo da ogni accordo preventivo».

Pubblicità
Pubblicità

]]>

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 settimana fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento1 giorno fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Trento5 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica6 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…3 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza