Connect with us
Pubblicità

Trento

4 Dicembre: fine del primo tragicomico governo Renzi o svolta autoritaria tra gelati, selfie e inglese maccheronico?

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Forse è questo quello che milioni d’ italiani in questi ultimi giorni di campagna referendaria si stanno chiedendo ascoltando nei vari talk show chi invita a votare “SI” e chi l’ha riforma l’ha capita invitando a votare “No” evitando (con una vittoria del “no” ) una svolta autoritaria che consegnerebbe il bel Paese nelle mani del Partito Democratico a trazione renziana, già, perché la nuova legge elettorale denominata l’”Italicum” assegnerebbe il premio di maggioranza non alla coalizione vincente ma bensì al partito che prenderà più voti ossia se la coalizione che vincerà le prossime elezioni non avrà al suo interno il partito più votato il premio di maggioranza verrà assegnato al partito più votato anche se perdente.

Strano ma vero, questo è uno dei punti della confusionaria riforma targata Renzi-Boschi , ma non è tutto perché se dovesse vincere il “No” avremmo due sistemi elettorali per definire i posti nelle due camere del parlamento: alla camera si voterà con l’”Italicum” mentre al senato si continuerà ad eleggere i suoi componenti con il “Porcellum”.

Sempre in tema “Italicum” si è espressa la Corte Costituzionale facendo riferimento ad una sentenza ,la n.1/2014, che dichiarava illegittimo nel nostro Paese qualsiasi assegnazione del premio di maggioranza e che confermava il sistema proporzionale poiché vera espressione politico –popolare. Italicum già bocciato alla prima stesura .

Pubblicità
Pubblicità

Una svolta autoritaria è possibile? Si, è possibile se passa la riforma costituzionale.

Attualmente il Partito Democratico è il primo partito del Paese con una percentuale di consensi compresa tra il 27% e il 30%, segue il Movimento 5 Stelle tra il 26% ed il 28%, questo vuol dire che il Pd prenderebbe il premio di maggioranza anche se ne uscisse sconfitto dalle elezioni, il senato non potrà mettere mano a nessun altro provvedimento se non quelli di consultazione visto che sarà , il nuovo senato, rappresentativo “delle regioni”, quindi il premier dovrà vedersela solo con una camera cioè quella dei deputati dove forte del premio di maggioranza ottenuto non dovrà fare i conti con le opposizioni dei vari partiti presenti per volontà di una parte di cittadini. Ecco questa è la svolta autoritaria . Una svolta tutta renziana.

E il No potrebbe decretare la fine del primo tragicomico governi Renzi tra selfie, coni, banche di famiglie, tasso di occupazione cresciuto del 2 % solo nel 2016 , Job Act che tanto Job non ha prodotto ma che ha avuto un effetto collaterale.

Pubblicità
Pubblicità
]]>

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra6 minuti fa

A fuoco una cucina a Moena, il rapido intervento dei vigili del fuoco limita i danni

Trento17 minuti fa

Coronavirus, 512 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Le ultime dal Web5 ore fa

Morto Bruno Bolchi il primo calciatore a comparire sulle figurine Panini

Trento5 ore fa

Alta Formazione Professionale: al CFP ENAIP di Villazzano, la cerimonia di consegna dei diplomi

Italia ed estero5 ore fa

Scontri tra tifosi per una partita di calcio: 185 morti in Indonesia – IL VIDEO

Italia ed estero9 ore fa

Anche in Italia le zanzare mutano geneticamente adattandosi ai pesticidi

Trento9 ore fa

Attività motoria e sport nelle scuole, 420 mila euro per il 2022/2023

Trento9 ore fa

Sistemazioni idrauliche e forestali, in campo risorse per 116 milioni di euro in 5 anni

Bolzano9 ore fa

Erano morte dopo un volo di 100 metri: ieri il complicato recupero del mezzo

Italia ed estero10 ore fa

15 chilometri di follia: rapinatore in fuga ruba 3 auto e uccide un ciclista

Arte e Cultura12 ore fa

Da domani la delegazione di Trento a Praga 1 per i vent’anni del gemellaggio

Vita & Famiglia12 ore fa

Festa Nonni. Pro Vita & Famiglia: «Serve Sottosegretario per anziani poveri e soli»

Spettacolo12 ore fa

Blonde: stellare Ana de Armas nelle vesti di Marilyn Monroe

Spettacolo12 ore fa

Don’t Worry Darling: un thriller psicologico dai toni horror

Trento12 ore fa

37° Rapporto sull’occupazione: giovedì 6 ottobre l’evento di presentazione dei dati sul mercato del lavoro in Trentino

Trento1 settimana fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento5 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Trento1 giorno fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Politica6 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…3 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza