Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Rivolta degli immigrati a Torino, situazione critica: «Allah ci guiderà nella vendetta»

Pubblicato

-

Mercoledì sera era scoppiata la rivolta dopo lo scoppio di tre bombe molotov lanciate da ignoti all’interno del «Moi», il villaggio olimpico di Torino che doveva essere il fiore all’occhiello della città della Mole e che invece è diventato covo di spacciatori, di droga, prostituzione e che conta circa 1.600 clandestini abusivi che ormai stazionano da anni dentro la struttura bandita alle forze dell’ordine.

Ma la rivolta  non accenna a spegnersi, anche per l’intervento dei residenti del quartiere che ormai sono all’estremo della sopportazione.

Ieri sera durante il servizio del programma «dalla vostra parte» alcune immagini girate all’interno del villaggio sono raccapriccianti in termini di degrado.  Le forze dell’ordine hanno detto chiaramente che è impossibile sgombrare la struttura visto l’alto numero di clandestini presente al suo interno. La situazione è ormai fuori controllo 

Pubblicità
Pubblicità

Contraddizione e incongruenza, tutti gli oltre 1.500 «abusivi» sono vestiti con capi di marca e possiedono cellulari molto costosi, questo è emerso ieri sera nel servizio della giornalista di rete 4 Silvia Vada. 

Anche l’Italia ha la sua banlieue pronta ad esplodere quindi ed è l’ex villaggio olimpico di Torino, dove si è scatenata una guerra civile tra residenti e immigrati al grido «Allah ci guiderà nella vendetta».

Centinaia di africani sono scesi in strada per protestare contro le condizioni in cui si trovano a vivere: “Gli italiani sono razzisti, la polizia ci controlla e non ci difende”. A scatenare la rabbia dei quasi 1.500 migranti, di cui molti clandestini, sono state tre bombe – carta lanciate contro le palazzine del Moi in cui abitano. “Ci insultavano: venite giù scimmie, venite giù bastardi – accusano gli immigrati, secondo quanto riferisce La Stampa -. E poi ci sono stati gli scoppi e noi abbiamo pensato che stavamo per morire tra le fiamme e le bombe. Ma qualcuno è sceso lo stesso. E quelli hanno continuato ad insultarci”“Siamo nulla per questa città – spiega un ragazzo del Camerun -. Siamo nel mirino di gente che non capisce che anche noi siamo ragazzi e vorremmo una vita decente”.

Pubblicità
Pubblicità

Povertà, emarginazione, razzismo, violenza: un mix esplosivo che rischia di regalare un pezzo di città all’Islam radicale, quello che occhieggia all’Isis e al fondamentalismo jihadista. Tra i ragazzi, molti ventenni, c’è chi lavora in nero, chi si arrangia, chi spaccia, chi semplicemente non fa nulla, per tutto il giorno. “Voi italiani adesso dite ai vostri figli che non siamo cani. Teneteli tranquilli, perché la nostra pazienza prima o poi finirà. E allora anche noi andremo a prendere latte di benzina da lanciare contro le vetrine”, è la minaccia di un giovane africano.

Si fa strada la legge del taglione: “Un morto nostro, un morto degli altri”, grida chi pensa alla strage di Parigi al Bataclan come “la vendetta degli esclusi”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza