Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Progetto Erasmus Plus, occasione unica per gli studenti italiani

Pubblicato

-

Sono in molti a descrivere i progetti Erasmus come chiare concretizzazioni di quel fenomeno che dalla fine degli anni ottanta si sta manifestando in maniera tumultuosa in tutto il Mondo: il multiculturalismo.

Con questo termine si definisce chiaramente la convivenza di più culture all’ interno di una società che le lascia libere di mantenere la propria identità e indipendenza.

Ogni esperienza Erasmus, inutile dirlo, crea una rete capillare di diffusione delle conoscenze e competenze interculturali che rispondono al principio del baratto; del dare per ricevere, ma nel senso più umile ed emozionante del termine. Ogni ragazzo Erasmus dovrebbe infatti contribuire a formare una coscienza europea in un ambiente dove ogni cultura, ed ogni lingua, viene preservata ma messa in comune.

Pubblicità
Pubblicità

Forse è uno dei pochi progetti contemporanei che affonda le sue radici sia nel terreno della conservazione che in quello della globalizzazione. Seguendo questo principio ogni persona “in partenza” si fa portavoce della propria cultura con lo scopo di impararne di nuove.

Il 2016 segna una forte crescita della partecipazione italiana di scuola, università e mondo dell’educazione degli adulti al progetto Erasmus+. Erasmus Plus è il programma dell’Unione Europea, valido dal 2014 al 2020, dedicato all’istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport aperto a tutti i cittadini europei. Interessante notare che in questo progetto convergono tutti I vecchi programmi di apprendimento e mobilità offerti dall` UE.

Rispetto al 2015, la Commissione europea ha rafforzato il proprio impegno aumentando i fondi da destinare all’Italia del 12%. Secondo i dati dell’Agenzia Erasmus+ Indire, il budget dell’ultimo anno per sostenere queste attività risale a 104 milioni di euro, 72 milioni solo per gli studenti universitari. Proprio loro sono i protagonisti indiscussi del programma, loro che a livello Europeo , dal 1987 fino ad oggi, hanno aderito in 3 milioni e mezzo. L’Italia ha contribuito sensibilmente a questo record, posizionandosi tra i quattro principali Paesi per studenti in partenza.

Pubblicità
Pubblicità

Riferendosi alle esperienze scolastiche degli universitari del nostro Pese non si possono trascurare i successi accademici che questi conseguono all’estero, un fenomeno tutto italiano che dovrebbe renderci orgogliosi perché, come ha dichiarato il presidente di Almalaurea Ivano Dionigi al Corriere della Sera,: “I nostri ragazzi sono bravi, sono tra i più preparati”.

Purtroppo sono molte le peculiarità del nostro sistema formativo che spesso vengono sottovalutate, ancora più tristemente dai nostri stessi connazionali. Non rendersi conto di una ricchezza solo perchè si è soliti averla a portata di mano non è e non può essere una giustificazione, anche questo ti insegna un Erasmus. Un confronto sano ma soprattutto concreto, una chiarificazione illuminante che per uno studente italiano deluso da un sistema che sembra snobbarlo può essere vitale.

Solo in Erasmus, dicono molti studenti, si possono capire i veri valori del sistema educativo italiano. Qui pare venga a galla ciò che un tempo si chiamava “il vivere di rendita”, perché nonostante tomi teorici a volte eccedenti, l’Italia ti insegna a studiare, ad avere spirito critico.

In conclusione, partendo dal presupposto che non è mai tutto oro ciò che luccica, e che quindi non sempre un esperienza di questo tipo viene vissuta nel migliore dei modi, si può certamente affermare che in ogni caso chi fa fatto un Erasmus ha vissuto. La maggior parte delle testimonianze hanno parlato a favore di questa esperienza, un’esperienza che: “ti distrugge per poi riplasmarti totalmente”, dicono alcuni studenti in Inghilterra.

L’ Erasmus è il modo migliore per crescere, stare a contatto con nuove culture, imparare una lingua e confrontarsi con un diverso stile di vita. “Forse – dice una studentessa Erasmus in Spagna – la cosa più importante è che al di là di ciò che si può apprendere sul mondo esterno, quello che alla fine si sente di aver imparato di più riguarda sempre se stessi”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza