Connect with us
Pubblicità

Trento

Punto nascite Arco: ecco oltre 11 mila firme

Pubblicato

-

Oltre 10 mila 600 firme di cittadini, comprese quelle di 160 deputati, più altre 1.090 firme pervenute on line.

Hanno esibito numeri forti, stamane a palazzo Trentini, i membri del comitato spontaneo che si batte per la riapertura del punto nascite presso l’ospedale civile di Arco.

Sono stati ricevuti dal presidente Bruno Dorigatti e hanno appunto depositato al Consiglio provinciale una formale petizione, con le firme raccolte in due sole settimane mediante 130 punti di raccolta e una fitta mobilitazione della popolazione locale. Il testo sarà ora esaminato dalla IV Commissione permanente dell’assemblea legislativa.

Pubblicità
Pubblicità

A parlare per primo nell’incontro di stamane è stato l’onorevole Mauro Ottobre, arcense, che si è detto basito per il modo in cui, l’Alto Garda, un territorio da 900 mila presenze turistiche annue e dall’orografia così particolare, viene cancellato dalla mappa dei reparti di maternità, lasciando tra l’altro semivuoti enormi cubature realizzate nel nosocomio di via Capitelli.

L’ex consigliere provinciale ha contestato l’affermazione ufficiale per cui in 36’ d’auto dalla Busa si raggiunge l’ospedale di Rovereto, ed ha affermato che a Roma l’assessorato alla sanità e l’Apss hanno fornito dati statistici carenti. Ottobre ha anche ricordato che in altri centri italiani, come Sondrio, è già successo che sia stato riaperto il soppresso punto nascite.

L’obiettivo è proprio questo anche per Arco, si chiede in sostanza all’assessore Luca Zeni di riconsiderare le scelte fatte e di promuovere presso il Ministero della salute una nuova richiesta di deroga. Il presidente del comitato, Stefano Santorum, ha aggiunto un argomento importante: con la chiusura della maternità di Tione, di fatto l’areale che potrebbe essere servito da Arco si allarga di molto, al punto che la fatidica soglia dei 500 parti minimi all’anno potrebbe essere superata.

Pubblicità
Pubblicità

Ha preso la parola anche il consigliere Filippo Degasperi (Movimento 5 Stelle), spiegando di avere promosso una proposta di mozione sul tema, da discutere quanto prima in Consiglio. Ha poi censurato il fatto che dall’Azienda sanitaria non sia ancora stata data alcuna risposta alla sua istanza del 21 ottobre scorso per l’accesso agli atti, da cui si potrà capire se a Roma sono stati forniti dati corretti sui parti dalla valle di Ledro.

C’era anche un sindaco dell’Alto Garda, Gianluca Frizzi di Tenno, che ha evidenziato la mancata realizzazione di tutte le promesse sentite nel 2001 dalla viva voce dell’assessore Mario Magnani e del direttore generale Apss, Carlo Favaretti, secondo i quali il nuovissimo ospedale arcense sarebbe stato dotato di tutte le migliori attrezzature per farlo funzionare in modo ottimale. “C’è un problema di dignità calpestata del territorio altogardesano – ha detto Frizzi – e c’è un problema di sotto utilizzo drammatico della struttura di Arco, su cui la politica deve dare risposte”.

L’onorevole Riccardo Fraccaro (Movimento 5 Stelle) ha infine spiegato che un abboccamento diretto con la ministra della salute – con cui il comitato conta di incontrarsi formalmente proprio domani – ha consentito di accertare che la soglia dei 500 parti minimi non viene considerata come inamovibile, se valutata a fronte di un sistema sanitario come quello trentino, capace di garantire servizi di alta qualità. Derogare e cambiare rotta, insomma, sarebbe ancora possibile.

Il presidente Bruno Dorigatti – che ha accolto il comitato in tempi strettissimi e dato subito corso alla petizione – s’è detto certo che il governo provinciale lavora per assicurare a tutto il territorio una sanità di alto livello, ricordando poi che l’assessore Luca Zeni ha dato fin qui ampia disponibilità al confronto  ed è già stato più volte a Roma nel tentativo valorizzare la specialità del nostro territorio.

[adrotate group="20"]

]]>

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza