Connect with us
Pubblicità

Trento

Tutti nello stesso piatto: al via il Festival

Pubblicato

-

Dal 9 al 27 novembre la città di Trento accoglierà l’ottava edizione del Festival internazionale Tutti nello stesso piatto organizzato da Mandacarù Onlus SCS, l’organizzazione senza fini di lucro che ha come obiettivo la promozione di un’economia solidale e Altromercato, la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale in Italia e la seconda a livello mondiale.

Cibo e cinema insieme per raccontare e confrontarsi sulle contraddizioni del mondo alimentare, incontrando la cultura di altri Paesi (Europa, Africa, Asia e America Latina), alla ricerca di quella verità che spesso purtroppo sfugge all’informazione ufficiale.

A volte pensiamo di essere informati perché leggiamo i giornali o guardiamo la televisione, dimenticando che determinate tematiche toccano in modo trasversale e pericoloso così tanti aspetti che qualcuno preferisce non divulgare o farlo in modo non completo.

Pubblicità
Pubblicità

Il sistema agroalimentare è una realtà davvero molto complessa e il Festival ne traccia un quadro che va da Nord a Sud del mondo, toccando anche i temi della biodiversità, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

Sono quattro le aree approfondite dal Festival:

Orizzonti latini: uno sguardo attento e preciso sulla società latinoamericana, sulla Colombia in particolare, nonché sulla cultura di un continente che sta vivendo una stagione di straordinario fermento culturale ma anche di grandi sconvolgimenti politici.

Pubblicità
Pubblicità

Diritti umani: film e documentari che sono testimonianze, storie di denuncia e di speranza sui diritti negati, sui soprusi e sui doveri e le responsabilità collettive, perché le coscienze vengano risvegliate e mai più assopite.

La salute nel piatto: il tema del cibo oggi attraverso scienza, piacere, salute, cultura, tecnologia e tradizioni.

Culture del cibo: i documentari mostreranno quali cibi per molti popoli sono tabù, quali sono banditi dalle usanze religiose, quali sono stati vietati a seguito di norme igieniche, che si sono rafforzate negli anni, quali sono giudicati “immangiabili” o disgustosi solo perché non si è abituati a mangiarli. 

La Direzione Artistica di questo importante Festival è affidata a Beatrice De Blasi Responsabile Educazione e Comunicazione di Mandacarù Onlus.

Da anni De Blasi si dedica a queste tematiche, con grande impegno e passione.

Come nasce il programma di quest’anno?

“Nasce da una ricerca che noi facciamo sempre su festival di fama a livello internazionale molto specializzati su filoni che a noi interessano; negli anni abbiamo, quindi, sviluppato partnership con distributori internazionali di documentari, per esempio Human Right Watchs e una delle sezioni del Film Festival di Berlino, che ci permettono di portare in Trentino film che sono stati proiettati anche a Berlino.

Come il commercio equo è nato per aprire le porte a produttori che non avrebbero accesso al mercato, così avviene per i documentari che vengono visti in festival dedicati (per esempio il Festival cinema e ambiente ma che non arrivano alla gente e nelle scuole. Quello che noi facciamo ha una valenza educativa, rende accessibile ciò che non lo è, poiché in Italia manca una cultura del documentario fruito al cinema.

Il Festival ha anche questa importante funzione”. 

Quali sono le difficoltà più grandi nell’essere la Direttrice artistica?

“In realtà non è tanto nel ruolo quanto per noi è un limite di budget. Cerchiamo di portare comunque avanti una programmazione di qualità sempre più elevata a fronte di un budget che deve ricomprendere molti costi: i diritti di proiezione, la traduzione dei documentari, per esempio. Questo limite porta ad avere circa 30-40 film.

Per le scuole noi ne facciamo una questione di principio: portiamo agli studenti i documentari a titolo gratuito, pagando i diritti educational che sono elevati, i costi di proiezione e dei formatori. Riceviamo una grande richiesta di interventi nelle scuole, che toccano le circa 300 ore nell’intero anno. I nostri, interventi, infatti, non si esauriscono nel solo periodo del Festival”. 

Cosa si aspetta da questa edizione?

“Il sogno è di incidere in quelle che sono le nostre scelte di vita. Il Festival presenta opere belle dal punto di vista della fotografia, delle storie, delle sceneggiature, ma il fine è dare informazione alle persone perché possano modificare il loro stile di vita, nel rispetto dei diritti umani, di chi produce il cibo e della Terra che dobbiamo dare in eredità a chi ci sarà dopo di noi”. 

Quale sarebbe il più bel commento che vorrebbe sentire pronunciato da chi partecipa ad uno degli eventi in calendario?

“Che bello che cosa posso fare per collaborare? Questo per poter continuare ognuno nelle proprie disponibilità di tempo, di competenze, di professionalità a diffondere idee e cultura”. 

‘Cambiare si può, anche andando al cinema’, si legge sul sito dedicato al Festival. Da cosa può partire il cambiamento secondo lei?

“Dalle nostre scelte di acquisto quando siamo al supermercato e, spero, nei mercati contadini. Spostando i consumi verso la conoscenza dei produttori, soprattutto locali ove possibile, e verso il biologico per salvaguardare l’ambiente”.

Qual è la differenza principale rispetto alle edizioni passate?

“Il filone legato a migrazioni e diritti umani: dall’Italia fino agli Stati Uniti ci sono storie di contadini che devono abbandonare i loro territori perché non riescono a vivere. Ne esce un quadro di contadini vittime migranti, quindi non solo per le guerre ma anche per fame.

Il sistema economico, dalla grande distribuzione alle multinazionali, porta, a fronte di prezzi così bassi, ad assumere solo migranti. In Sud America, per esempio, avviene questo”.

La legge sul capolarato appena approvata potrà influire positivamente in questo scenario?

“Ci auguriamo di sì, è un passo importante, ma è ancora una legge imperfetta.

Annalisa Camilli, esperta di immigrazione e giornalista di Internazionale parlerà proprio di questo e della situazione in Italia dopo la proiezione di Mediterranea, prevista per mercoledì 23 novembre”. 

Ad inaugurare l’apertura del Festival ci sarà Stefano Liberti, noto regista e giornalista, autore del libro “I signori del cibo”. Un evento di grande portata.

“Al teatro Sanbapolis il 9 novembre alle 20.30 si parlerà delle filiere di quattro alimenti il maiale, la soia, il pomodoro e il tonno e di come i processi di globalizzazione passino attraverso le nostre scelte quotidiane rispetto al cibo”.

[adrotate group="20"]

maiali-in-gabbia]]>

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Il potenziale benefico delle piante da arredamento
    Oltre ad essere decorative, le piante in casa aiutano a migliorare il benessere psicofisico. Infatti, predisporre degli spazi verdi tra le mura domestiche significa contribuire positivamente sull’aspetto estetico degli ambienti, ma anche alla salute. In particolare, le piante interagiscono con l’ambiente diminuendo la presenza di polvere in casa, favorendo la rimozione delle tossine e assicurando […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]

Categorie

di tendenza