Connect with us
Pubblicità

Trento

Senza speranza, quando il terrore non finisce mai

Pubblicato

-

Dal 24 agosto 2016 il centro Italia è diventato uno scenario di distruzione e terrore.

Morti, case, edifici, chiese distrutte, vie di comunicazione interrotte, bloccate.

Tutto quello che era normale prima che la terra tremasse, ora non lo è più.

PubblicitàPubblicità

Le persone non solo hanno perso i propri cari e le proprie abitazioni, ma le proprie abitudini, la sicurezza. Si vive con l’incertezza di una prossima scossa che potrebbe essere ancora più letale delle altre. 100 mila sfollati, oltre 300 morti, intere generazioni spazzate via che devono ricominciare da un’altra parte abbandonando le loro tradizioni e loro storia, 1.100 scosse solo negli ultimi due giorni.

La protezione Civile, Pompieri, Associazioni, Volontari hanno lavorano e lavorano senza sosta per salvare persone e soccorrere feriti e dare i primi sostegni a persone miracolosamente rimaste vive, ma senza più nulla

Oltre le macerie vi è una distruzione interiore che disorienta, che terrorizza, che appiattisce ogni forza, ogni idea. Si è in balia dei soccorsi che sebbene abbiano fatto miracoli non possono arrivare nel cuore e nella mente di tutti. Non si può parlare di paura, ma di trauma che purtroppo condizionerà la vita di molte persone per un tempo che può essere indefinibile, anche perché le scosse continuano e tolgono ogni speranza di una fine.

Ma quali possono essere i sintomi fisici e psicologici che si scatenano in seguito ad eventi di tale entità?

«Sono frequenti insonnia, cefalea, coliti, ansia crisi di panico, disorientamento e confusione» – ci spiega la dottoressa Marica Malagutti, Psicoterapeuta, Psicologa Forense con specializzazione in Diritti Umani Cooperazione allo Sviluppo.

Pubblicità
Pubblicità


«Occorre riflettere sul fatto che la nostra vita quotidiana è un insieme di abitudini a cominciare da quando ci alziamo dal nostro letto, – aggiunge Marica Malagutti (foto)-  quasi senza porre attenzione facciamo colazione e ci prepariamo per uscire o comunque per svolgere le nostre attività. Immaginiamo di uscire di casa…se ci pensiamo camminiamo anche guardando il cellulare perchè la strada la conosciamo a memoria.
malaguttiOra tutto questo scompare all’improvviso. La nostra mente non può produrre più quegli automatismi che ci rendono sicura la vita…siamo continuamente all’erta, il nostro sistema nervoso produce continuamente sostanze che attivano la paura e la continua ricerca di sicurezza che non viene quasi mai placata nonostante i soccorsi. Le persone più colpite emotivamente sono gli anziani, i bambini e le donne incinta. 
I bambini hanno meno capacità di comprensione rispetto quello che accade, ma hanno più risorse per superare il trauma attraverso la fantasia e il gioco. In ogni caso possono soffrire di insonnia, enuresi, irritabilità, possono richiedere la continua presenza di un adulto. Vi sono quindi possibilità che in questo scenario possano svilupparsi problemi di attenzione e quindi anche di apprendimento»

E gli anziani invece?

«Gli anziani possono soffrire particolarmente per la perdita delle proprie abitudini,  – osserva Marica Malagutti – essere particolarmente disorientati non solo per il crollo della propria casa, ma anche per quella della chiesa o luoghi per loro significativi e abituali. Anche l’idea di un trasferimento può causare forte ansia e stress. Le donne in gravidanza hanno una sensibilità maggiore rispetto ad altri momenti della vita e in questo periodo diventa fondamentale il senso della casa come elemento di accoglienza e protezione per sé e il nascituro».

«In seguito al terremoto in Emilia Romagna del 2012, – continua la psicologa –  una giovane donna che viveva con il suo compagno in un appartamento situato non lontano dall’epicentro della scossa, non ha avuto più il coraggio di entrare nella sua abitazione dalle 04 di quella famosa notte del 20 maggio. Dormiva solo poche ore al giorno, vestita con una tuta e le scarpe da ginnastica, a casa dei suoi genitori con accanto un piccolo zaino pieno delle cose essenziali. Si è rivolta a me perché voleva riposare di più e vivere con meno ansia. Dopo una terapia basata sul superamento del trauma, mi ha chiesto di accompagnarla nel suo appartamento, già valutato privo di pericoli e nel quale abitava ancora il suo compagno. Con visite sempre più lunghe e frequenti, prima in mia presenza e poi con altre persone a lei care è riuscita a superare il suo blocco psicologico».

Ma il terremoto del centro Italia è stato più forte caratterizzato da più scosse con conseguenze più gravi non solo dal punto di vista fisico, ma anche emotivo soprattutto per il fatto che sembra non avere fine. «Per questo credo sia importante un supporto psicologico adeguato e prolungato nel tempo agli abitanti di quella zona che contribuisca al superamento del trauma, per affrontare eventuali trasferimenti, per una migliore ricostruzione personale e della realtà circostante» termina la dottoressa Marica Malagutti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]
  • Bonus vacanze 2020: i dettagli del bonus fino a 500 euro da spendere per le ferie italiane
    Mentre si iniziano a intravedere le prime aperture di stabilimenti balneari e spiagge, l’incognita vacanza è ancora viva su tutto il territorio italiano, insieme alle riaperture delle strutture ricettive, le limitazioni agli spostamenti tra Regioni e l’ormai noto bonus vacanze per le famiglie. Non è fatto nuovo che tra le ultimissime novità varate dal Governo […]
  • Ristrutturare casa a costo zero: Detrazioni fino al 110% grazie al nuovo Ecobonus
    In questo momento di grave crisi sociale ed economica causata dall’arrivo dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, è stato più volte immaginato e sospettato un’eventuale e inevitabile shock per gli investimenti privati ma sopratutto per il settore dell’edilizia. Per questo motivo, il Governo italiano con il recente Decreto Rilancio varato 13 maggio 2020 ha messo sul […]

Categorie

di tendenza