Connect with us
Pubblicità

Voce - Giudicarie

Alta Rendena in festa per il Parroco a Pinzolo e la nuova Unità Pastorale

Pubblicato

-

Gli addobbi festosi delle chiese di san Nicolò (Carisolo), santa Lucia (Giustino), san Giovanni Battista (Massimeno) e san Lorenzo (Pinzolo) all’unisono hanno mostrato l’unità nella festa per l’ingresso di don Flavio Girardini come unico parroco dei quattro paesi e insieme segnalare la voglia di essere coinvolti e protagonisti nella neo-costituita Unità pastorale di Sopracqua “Maria Madre della Misericordia”.

La festa è iniziata nel piazzale antistante il Laurentianum dove l’arcivescovo Lauro Tisi e don Flavio Girardini erano attesi dai sacerdoti della val Rendena con don Benito Paoli ex parroco di Pinzolo e quelli originari di Pinzolo e di Pieve di Bono, dal sindaco di Pinzolo Michele Cereghini accompagnato da Arturo Povinelli (Carisolo), Joseph Masè (Giustino), Enrico Beltrami (Massimeno), dalla banda comunale di Pinzolo, dagli scout di Pinzolo e Carisolo e dai componenti delle molte realtà associative dei quattro paesi dell’alta Rendena.

Michele Cereghini ha salutato calorosamente don Flavio sottolineando «oggi siamo di fronte a un passo storico, fatto di unione delle forze e di condivisione per guardare a un futuro migliore. L’unità pastorale è ricca della storia con la Curazia di Sopracqua (1642) e guarda al futuro col grande valore religioso di Maria, Madre della Misericordia, dove tutti dobbiamo fare la nostra parte» e ha concluso affermando «sì, le nostre Comunità insieme vinceranno la sfida di generare la fede, questo è il nostro futuro».

Pubblicità
Pubblicità

La chiesa gremita di fedeli ha accolto il lungo corteo coi canti gioiosi che hanno aperto alla santa Messa, seguita dalla lettura da parte di don Giulio Viviani del decreto di nomina col quale l’Arcivescovo Tisi ha consegnato a don Flavio la cura pastorale della Comunità parrocchiale di Pinzolo.

Fabio Cereghini a nome dei Consigli pastorali parrocchiali ha ricordato il percorso dell’Unità pastorale «un cammino condiviso che è punto d’avvio. Ora essenziale è la volontà di mettersi in gioco per valorizzare le risorse e le singole potenzialità delle Comunità parrocchiali, slegate dai campanili di appartenenza». Infine ha sottolineato la necessità di «privilegiare la qualità delle relazioni, la diffusa e disinteressata condivisione e la carità, per costruire l’unità pastorale intorno alla figura di Gesù Cristo». Infine un saluto a don Flavio accolto «con stima e amicizia, per un cammino di fede» nel quale sarà «un punto di riferimento solido, provvidente e previdente».

Don Giulio ha letto il decreto di «istituzione della nuova “Unità pastorale di Sopracqua Maria Madre della Misericordia”», seguito dalla consegna all’arcivescovo Tisi del quadro-simbolo dell’Unità pastorale.

Pubblicità
Pubblicità

Nel suo saluto ai fedeli don Lauro ha ricordato «don Celestino Lorenzi, don Beniamino Molinari e don Raffaele Collini, sono stati la base della mia vocazione sacerdotale». Di don Flavio Girardini ha ricordato «in seminario era assistente mio e di don Ivan Maffeis, lì ne abbiamo misurato la grande bontà. Lui si distingueva per la grande accoglienza che tutto perdonava e assolveva». L’arcivescovo ha ringraziato don Giulio Viviani, don Federico Andreolli e don Celestino Ritz e ricordato don Ivan, padre Marco e don Romeo Zuin «loro ci garantiscono che l’orario delle Messe non cambierà».

Un particolare grazie è andato a don Benito Paoli «perché in questi anni ha dimostrato un grande amore per la parola di Dio e la catechesi». I presenti hanno salutato e ringraziato don Benito ancora convalescente con un profondo applauso.

Nell’omelia l’arcivescovo Tisi ha sottolineato «lasciatevi scuotere dalle domande della vita, lasciamo che la realtà che viviamo ci ferisca e ci scuota, per cominciare a chiedersi: io cosa poteri fare per invertire la rotta? Allora, lasciamoci avvicinare da Gesù che ci rivela un Dio nuovo, adrenalinico e vivente». Infine un invito «come unità pastorale diventate laboratorio, facciamo rete e vedremo fiorire il deserto».

Don Flavio ha ringraziato il Vescovo Lauro, i sacerdoti presenti, don Benito Paoli, don Angelo Franceschetti, don Silvino Caola, a tutti i fedeli per la fiducia e per l’aiuto che riceverà «ho visto entusiasmo e collaborazione a mettersi insieme».

Infine guardando i molti giovani presenti don Lauro Tisi ha lanciato una proposta «cerchiamo in questo anno di mettere insieme un oratorio innovativo per dare risposta a quei ragazzi, lo celebreremo insieme a maggio-giugno a Carisolo».

Pubblicità
Pubblicità

pinzolo-30-ott-2016-3 pinzolo-30-ott-2016-5 pinzolo-30-ott-2016-2 pinzolo-30-ott-2016-1

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza