Connect with us

Lo sport in provincia

Sport e Benessere, a Pergine con il Gruppo Sportivo Valsugana.

Pubblicato

-

Nel nostro continuo pellegrinaggio tra le realtà sportive e imprenditoriali del Trentino, abbiamo avuto l’occasione e il piacere di visitare il Gruppo Sportivo Valsugana di Pergine, uno splendido esempio di come lo sport e il sociale si integrano e completano.

Tutto ha inizio qualche anno fa, quando il Gruppo Sportivo partecipa e vince, non una competizione di atletica leggera, ma il bando di concorso del comune di Pergine Valsugana per la gestione delle strutture del campo sportivo alle porte della città.

Il Gruppo Sportivo è un’associazione, non di certo un’azienda, quindi con le proprie forze e l’impegno di tutto il Direttivo, hanno preso in mano le strutture nelle quali il tempo aveva lasciato il segno, trovando la formula migliore anche e soprattutto per ricostruire e valorizzare la palestra.

Pubblicità
Pubblicità

Normalmente le palestre sono spazi aperti, mentre le strutture del campo sportivo sono caratterizzate da una serie di stanze separate, quello che sembrava essere un limite, ha portato invece un’idea innovativa e interessante: dividere le macchine e le diverse attrezzature della palestra per tipologia di lavoro, dedicando quindi uno spazio singolo per ogni tipologia di lavoro.

Anche i corsi hanno trovato il loro spazio nelle diverse aree della palestra, dal totalbody allo spinning, passando per il Jumping Fitness, ultima nata tra le specialità di fitness e che sta avendo un grande successo in tutta Italia e anche qui in Trentino.

Lo spirito d’innovazione e sperimentazione del G.S. Però li ha spinti oltre, con l’obbiettivo di diffondere la cultura dello sport e della cura del proprio corpo a tutti, inaugurando iniziative come “Se vuoi … puoi!“, la “sfida” che hanno lanciato a tutti coloro che non fanno sport agonistico, anzi, ancora meglio, a tutti coloro i quali vivono come la maggior parte di noi, una vita fin troppo sedentaria, che si divide tra la sedia dell’ufficio e il sedile dell’automobile, per finire sul divano di casa: arrivare con un allenamento calibrato e non così impegnativo, a correre una mezza maratona.

Se vuoi … puoi!“, in effetti anche noi troppo spesso ci “sediamo” in tutti i sensi, fisicamente, ma anche da un punto di vista psicologico, auto convincendoci che “oramai sono troppo vecchio“, oppure “non ho il tempo, tra il lavoro e i figli da portare a calcio” e a questo proposito ci ha colpito anche lo spirito di adattamento dei ragazzi del Gruppo Sportivo, che hanno pensato proprio a quei genitori che portano i figli a fare attività sportive come calcio, rugby o atletica: perché non dare loro l’occasione di usare quell’ora, ora e mezza, per il loro di benessere? Attraverso una promozione di scontistica della palestra per i genitori dei ragazzi!

Ecco quindi che mentre i figli e le figlie si allenano, imparando a convivere in un gruppo così come imparando il valore dell’attività sportiva, i genitori possono riprendere in mano la propria di preparazione, nulla di esagerato o agonistico, ma c’è una via di mezzo tra prepararsi ai mondiali di atletica e sentirsi come una balena spiaggiata sul proprio divano.

Del resto l’industria del benessere e dello sport per non agonisti negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, diffondendosi e differenziandosi, portando in palestre come quella del Gruppo Sportivo di Pergine istruttori qualificati e preparati, non con l’obbiettivo di creare atleti dalle prestazioni ai massimi livelli, ma piuttosto persone comuni che riescano a tenere una forma fisica buona, quel “mens sana in corpore sano” di romana memoria, capendo che è quello il futuro delle palestre: non più solo fucine di atleti, ma luoghi per la gente comune, che voglia vivere la propria vita al pieno delle loro capacità fisiche, senza mai doversi guardare allo specchio e rammaricarsi di non aver fatto abbastanza.

L’impegno per la comunità, lo spirito d’iniziativa e la fantasia nel cercare di portare alla portata di tutti la cultura dello sport e del benessere fisico, come quello che abbiamo trovato a Pergine, sono sempre una boccata d’aria fresca, soprattutto in un periodo come quello che viviamo adesso, stretti in una continua corsa contro il tempo, tra impegni di lavoro, impegni dei figli e una vita che sembra non lasciare spazio a noi stessi.

L’unico rammarico, nel caso del Gruppo Sportivo Valsugana di Pergine, è che l’appalto di gestione del comune delle strutture del centro sportivo sia molto limitato nel tempo, cosa questa che non lascia spazio a investimenti maggiori, che li rendano in un certo senso “competitivi” nei confronti delle strutture private, più orientate al business, ma siamo certi che l’impegno per lo sport sarà la chiave per dare un servizio sempre migliore, per la comunità, non solo per il singolo utente.

gs_1 gs_2 gs_4

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza