Connect with us
Pubblicità

Trento

L' articolo 117 della riforma costituzionale che smaschera Matteo Renzi

Pubblicato

-

Una riforma scritta male, lacunosa e soprattutto interpretabile a seconda dei casi con degli articoli che annullano i precedenti.

Uno di questi è l’articolo numero 117 che Matteo Renzi si è guardato bene dal nominare durante le comparsate nei programmi televisivi e negli incontri sul territorio.

Superamento del bicameralismo perfetto, dimezzamento dei Senatori e taglio dei costi della politica: sono questi i cavalli di battaglia portati avanti dagli esponenti del governo in televisione per convincere gli elettori a votare SI al referendum sulla riforma costituzionale. Qualcosa, però, non quadra.

Pubblicità
Pubblicità

Infatti, all’interno del testo della riforma c’è un articolo che i renziani tendono a tenere nascosto, ad ignorare, a far finta che non esista: è il numero 117. Dalle parti del PD si tende a minimizzare l’importanza di questo passaggio della riforma, perché ciò che c’è scritto potrebbe significare la definitiva perdita della nostra sovranità nazionale: “La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione  Europea e dagli obblighi internazionali.”. – cita l’articolo in questione, in pratica, se passano i SI al referendum, all’indomani del voto dentro la nostra Costituzione ci sarà scritto che l’Italia dovrà eseguire gli ordini di Bruxelles e sottostare a qualsiasi decisione dell’Europa.

Questo particolare, che non emerge quasi mai in tv o sui giornali, è stato denunciato proprio l’11 Ottobre scorso, nel corso del confronto con la Boschi a Otto e mezzo dove la ministra ha abilmente glissato.

[adrotate group="20"]

Pubblicità
Pubblicità
]]>

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Click to comment

0 Comments

  1. cmely

    27 Ottobre 2016 at 6:44

    Concordo assolutamente… Di questa riforma Renzi e la Boschi dicono solo quello che fa loro comodo. Ho anche il sospetto che alcuni tra coloro che sostengono Renzi e il suo SI al referendum non lo facciano per convinzione, ma perché ricevono, diciamo così, delle “gratifiche” …

  2. Maria Luisa cossu

    2 Novembre 2016 at 11:23

    Il mio voto e No

  3. vittorio

    6 Novembre 2016 at 12:36

    Ho letto l’articolo 117 della riforma e non c’è scritto alcunchè che riguarda la “sottomissione all’europa!” e cioè che c’è scritto che l’Italia dovrà eseguire gli ordini di Bruxelles e sottostare a qualsiasi decisione dell’Europa. Tutte balle !

  4. Flo

    17 Novembre 2016 at 8:47

    Premesso che voterò certamente “no”, devo rilevare che su questo punto c’è come minimo un equivoco molto grossolano.
    La frase iniziale dell’articolo 117 riformato è praticamente identica a quella dell’articolo attuale. L’unica differenza (lessicale) riguarda l’espressione “ordinamento dell’Unione europea”: nell’articolo attuale si legge “ordinamento comunitario”.
    Le modifiche rilevanti che verrebbero introdotte con l’articolo 117 sono altre, e riguardano il rapporto tra lo stato e le regioni.

  5. Flo

    17 Novembre 2016 at 9:00

    In realtà quella frase era già stata sostanzialmente modificata (con l’introduzione del concetto di adeguamento all’ordinamento comunitario) nel 2001, nell’ambito della famosa riforma del titolo V (governo Berlusconi).
    A quel tempo non ci furono grosse polemiche (se non ricordo male), in quanto veniva accettato il principio (del tutto logico, mi pare) secondo il quale, per favorire il processo di integrazione europea, era necessario armonizzare quanto più possibile le normative dei diversi stati.

  6. Alessandro

    21 Novembre 2016 at 11:12

    nessuna parola sul fatto che l’articolo 117 al momento sia praticamente uguale? quello che cambia è solo il riferimento all’articolo 70 che dice “La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere.”, che ovviamente, per effetto della stessa riforma non ha più motivo di esistere?

  7. Gio

    22 Novembre 2016 at 17:56

    http://documenti.camera.it/leg17/dossier/pdf/ac0500n.pdf
    Pare invece dica proprio come afferma l’articolo

  8. A

    1 Dicembre 2016 at 15:55

    Attaccatevi ad altro per favour..

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie