Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Chievo-Milan (1-3), rossoneri al secondo posto

Pubblicato

-

Una frazione di Verona è l’emisfero provinciale del calcio italiano, il volto umile, terra nostrana di sacrifici, capacità e passione.

E’ la fertile regione dell’architetto e urbanista Michele Sanmicheli del 1400, dell’ingegnere Zeno Enrico Bernardi che brevetta, nel 1882, il primo motore a scoppio funzionante a benzina e dello scrittore Emilio Salgari.

L’Associazione Calcio Chievo Verona milita per decenni nelle categorie dilettantistiche regionali. Approda nell’olimpo della serie A sul finire della stagione 2000-2001.

Pubblicità
Pubblicità

Il tecnico in riva al fiume Adige è il trentino Rolando Maran, pratico e virtuoso, esperto e navigato.

L’ATMOSFERA – La serata meteo, sotto l’Arco dei Gavi, è gradevole, lo sky leggermente coperto e la temperatura misurata è di quindici gradi centigradi.

Domenica 16 ottobre ore 20.45 va in scena allo stadio Marcantonio Bentegodi l’incontro tra AC ChievoVerona e AC Milan, il match sotto gli archi di Piazza dei Signori nel giorno in cui si festeggia Sant’Edvige, religiosa e Duchessa di Slesia e Polonia.

Pubblicità
Pubblicità

LE FORMAZIONI E L’ARBITRO – Lo staff di Veronello sceglie il modulo 4-3-1-2 con Sorrentino in porta. Il reparto arretrato è confezionato da Cacciatore, Dainelli, Gamberini e Gobbi. In mediana, la diga composta da Radovanovic, Izco e Castro. Il settore avanzato è formato dal tandem Inglese e Floro Flores supportato da Birsa.

Il fischietto dell’incontro è affidato al quarantatreenne fiorentino, Gianluca Rocchi. Scopriamo in archivio che l’arbitro toscano esercita la professione di agente di commercio.

Sul green, gli assistenti del “rappresentante” sono Preti e Paganessi. Il quarto uomo è Schenone. I giudici di linea sono Giacomelli e Abisso.

La guida tecnica di Milanello schiera il modulo 4-3-3 con il confermato Donnarumma a protezione della rete. La difesa è allineata con Abate, Paletta, Romagnoli e De Sciglio; a centrocampo il muro del Diavolo disposto con Kucka, Locatelli e Bonaventura; in attacco, il tridente con Suso, Lapadula e Niang.

I NUMERI – E’ il match numero 29 in serie A tra la Squadra della diga e i Casciavit; 2 sono i successi dei gialloblù, 20 quelli dei rossoneri, 6 sono i pareggi.

L’ultimo successo esterno dei milanesi (0-1) si registra alla trentesima giornata del campionato 2012-2013 con la rete di Montolivo (M).

Delle due vittorie dei Clivensi (2-1) ricordiamo quella del 3 dicembre 2005; al vantaggio di Kaladze (M) rispondono Pellisier (C) e Tirabocchi (C).

Nove sono le reti realizzate e sei (terza miglior difesa con la Viola) quelle subite dai padroni di casa. Dodici sono quelle all’attivo e dieci quelle al passivo per la squadra del tecnico di Pomigliano d’Arco.

Le due compagini si presentano, rispettivamente al quinto e al sesto posto appaiati a 13 punti.

Il percorso del tecnico trentino è caratterizzato da quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte; analogamente per gli undici meneghini, sono quattro gli incontri vincenti, un pareggio e due disfatte.

LA CRONACA – La sfida tra i Clivensi e il Diavolo termina con la vittoria dei rossoneri (1-3).

Il Milan ottiene il quinto risultato utile consecutivo (4 vittorie e 1 pareggio) dopo la sconfitta casalinga del 11 settembre contro l’Udinese.

I Casciavit primeggiano nel fraseggio, nel possesso palla e nelle conclusioni balistiche. Montella imposta un impianto tattico guardingo ed attento, il ritmo lento e compassato delineano l’atteggiamento prudente.

La squadra di Maran è più aggressiva e fallosa svettando nei contrasti di gioco.

I padroni di casa organizzati e veloci cominciano a presidiano la metà campo rossonera.

Sul finire del primo tempo Lapadula in pressing su Radovanovic aziona Juraj Kucka che sfodera un mancino che trafigge Sorrentino (al minuto 45).

Dopo la ricreazione e il tè caldo, M’Baye Niang assistito da Bonaventura infila la difesa gonfiando il sacco gialloblù (al minuto 46).

Valter Birsa (l’ex di turno) accorcia le distanze con una punizione magistrale (al minuto 76).

Sui titoli di coda è l’autorete di Dario Dainelli che devia il tiro di Bacca a sancire il definitivo score (al minuto 90+4).

Sono annotati sul taccuino dei cattivi, Dainelli, Locatelli, Paletta, Meggiorini e Cacciatore, sanzionati dall’arbitro con il cartellino giallo.

I PUNTI Ventuno sono le reti realizzate nell’ottava giornata di serie A. Due, sono le vittorie tra le mura amiche (Juventus, Sassuolo), tre i successi esterni (Roma, Cagliari, Milan), quattro sono i pareggi (Pescara-Sampdoria, Fiorentina-Atalanta, Lazio-Bologna, Genoa-Empoli).

Dopo 720 minuti la classifica è la seguente: Juventus (21 punti) – Roma, Milan (16 punti) –Napoli, Lazio (14 punti)- Chievo, Cagliari (13 punti) – Genoa, Sassuolo (12 punti) – Inter, Torino, Bologna (11 punti) – Atalanta (10 punti) – Fiorentina (9 punti) – Sampdoria (8 punti) – Pescara, Udinese (7 punti) – Palermo (6 punti) -Empoli (5 punti) – Crotone (1 punto).

(*Genoa e Fiorentina una partita in meno)

IL TABELLINO IN PILLOLE –

Inter-Cagliari (1-2) -55’ Joao Mario (I), 71’ Melchiorri (C), 85’ autogol di Handanovic (C)-

Lazio-Bologna (1-1) -10’ Helander (B), 90+7’ rigore Immobile (L)-

Sassuolo-Crotone (2-1) -2’ Falcinelli (C), 83’ Sensi (S), 86’ Iemmello (S)-

Juventus-Udinese (2-1) -30’ Jankto (U), 43’ rigore e 51’ Dybala (J)-

Pescara-Sampdoria (1-1) -12’ autogol di Campagnaro (P), 23’ Campagnaro (S)-

Napoli-Roma (1-3) -43’ e 54’ Dzeko (R), 58’ Koulibaly (N), 85’ Salah (R)-

Finiscono a reti bianche Fiorentina-Atalanta (0-0) e Genoa-Empoli (0-0)

IL POST – Per chiudere il turno si attende il posticipo di oggi tra Palermo e Torino (ore 20.45).

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it              www.perego1963.it

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza