Connect with us
Pubblicità

Voce - Alto Garda e Ledro

Piedibus: numeri in crescita ad Arco

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Da ormai diversi anni colorate file di bambini ogni mattina raggiungono a piedi la loro scuola.

Succede alle primarie di Arco-centro «Segantini», di Romarzollo e di Bolognano con il Piedibus, un modo educativo, ecologico e divertente di muoversi in città, che oltre ai bambini coinvolge adulti volontari (non solo genitori ma anche zii e nonni) nel ruolo di accompagnatori. Per l’anno scolastico appena iniziato, il servizio è regolarmente ripreso, con la tradizionale festa d’inaugurazione che s’è svolta rispettivamente mercoledì 5, venerdì 7 e lunedì 10 ottobre.

Quest’anno i numeri sono in crescita: per la scuola «Segantini» (che ha una sola linea, con partenza da piazza Sant’Anna) i bambini partecipanti sono 35, assistiti da una squadra di una decina di adulti. Per la scuola di Romarzollo (che ha tre linee) i bambini iscritti sono 19 e gli accompagnatori 5. Infine per la scuola di Bolognano i giovanissimi camminatori sono 30, assistiti da una decina di adulti. Qui le linee sono due, con partenza da Bolognano alta e da Caneve.

Quest’ultima (che parte da piazza Trento) è stata ripristinata quest’anno, a richiesta dei genitori e grazie alla loro disponibilità a farsi carico della conduzione del servizio. Altra novità di quest’anno: le mantelline antipioggia, donate (a grande richiesta) dal Comune di Arco, per poter «viaggiare» in Piedibus anche col brutto tempo.

Per l’occasione della festa d’inaugurazione, i bambini sono stati accompagnati per tutto il percorso dagli assessori Silvia Girelli e Stefano Miori. Arrivati a scuola, la breve festa, voluta anche per ribadire l’importanza dell’iniziativa e l’opportunità che altri bambini aderiscano. A tutti i partecipanti al Piedibus e anche ai genitori, zii e nonni la Coop Alto Garda (che sostiene il progetto, e di cui ad ognuna delle feste era presente un rappresentante) ha offerto uno spuntino.

Il Piedibus è promosso dall’Amministrazione comunale e dall’Istituto comprensivo di Arco, in collaborazione con il Corpo di Polizia locale intercomunale Alto Garda e Ledro e il sostegno della Coop Alto Garda.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento3 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Dopo il caos attorno al video, arriva la risposta dell’APT Valsugana

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento6 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Offerte lavoro1 giorno fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Valsugana e Primiero4 giorni fa

San Valentino col bacio Gay, bufera sull’Apt della Valsugana

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza