Connect with us
Pubblicità

Trento

Il casino di tiro al bersaglio di Trento e la «Strong Pepper».

Pubblicato

-

Nel pomeriggio di ieri si è svolta a Trento, nella piazzetta antistante al casino di tiro degli Schützen, la prima edizione della “Strong Peppercittà di Trento, ma prima si è parlato ancora una volta delle possibilità di recupero dell’edificio.

L’evento è stato aperto dalla 1. Schützenkompanie “Kaiser Maximilian I” di Trento che in collaborazione con  il Comitato per la rinascita dell’ex casino di tiro al bersaglio di Trento si sta dando un gran da fare per sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni al fine di recuperare il fabbricato ormai fatiscente.

Dopo la sfilata alla presenza delle autorità, il capitano Roberto Feller ha preso la parola per ricordare il ruolo storico degli Schützen nella difesa del Tirolo, successivamente il professor Claudio Tessaro, Kulturreferent della compagnia, ha sottolineato il significato storico dell’edificio per la città di Trento e la sua importanza come “luogo della memoria”.

Pubblicità
Pubblicità

I rappresentanti del comitato Maurizio Daldon, Lorenzo Benincasa e Sigfrido Bortolotti hanno fatto presente che il casino va necessariamente recuperato e non abbattuto, perché una eventuale demolizione del fabbricato (ancora prevista nel PRG) e la nascita di una nuova piazzetta, porterebbero il rischio di creare una succursale di piazza Dante nel quartiere (con riferimento al degrado, n.d.r.). Invece, un recupero dell’immobile creerebbe un punto di aggregazione sociale, la rinascita del casino sarebbe anche la rinascita del quartiere, e poi demolire il casino sarebbe come distruggere un pezzo della storia di Trento.

Per Walter Kaswalder (PATT) il casino di tiro è patrimonio di riferimento della comunità del centro storico e proporrà, pertanto, un emendamento alla prossima legge finanziaria provinciale per la ristrutturazione dell’edificio. Bruna Giuliani (Lega Nord) presenterà una mozione a livello di bilancio comunale per il recupero di questo pezzo di identità trentina. Claudio Geat (PD) ritiene che il centro culturale proposto dagli Schützen possa essere utile al quartiere ed all’intera città per approfondire gli studi sulla nascita di Trento e sulle sue tradizioni, ma prima occorrono la modifica del PRG ed il reperimento dei fondi per il restauro.

Paolo Biasioli (Cantiere Civico Democratico), vicesindaco ed assessore con delega in materia di urbanistica, ha dichiarato che la revisione del PRG (rimasta nelle mani del sindaco) già prevede una riqualificazione complessiva del centro storico, l’abbattimento del casino di tiro può certamente essere ripensato anche per tenere in piedi un pezzo di storia della città, ma bisogna valutare soluzioni concrete per il suo recupero e trovare le risorse per la ristrutturazione. In questo periodo di forti riduzioni al bilancio comunale bisognerà trovare i fondi anche con l’aiuto del comitato, della compagnia Schützen e della cittadinanza. Biasioli ha concluso dichiarando la sua disponibilità ad un incontro in Comune da tenersi entro fine ottobre o inizio novembre.

Pubblicità
Pubblicità

Infine, per il senatore Franco Panizza (PATT) una soluzione più rapida sarebbe più facilmente raggiungibile se qualche imprenditore commerciale manifestasse il suo interesse per l’immobile prendendo una parte dei locali per le sue attività e partecipando alle spese di restauro.

Per attuare il progetto di recupero già presentato al Comune dall’ingegner Armando Ravagni negli scorsi anni e rivedere il casino di tiro ristrutturato, occorrerà insomma una compartecipazione alle spese di restauro e per questo gli Schützen hanno, da tempo, aperto un conto corrente per la raccolta dei fondi (link) sul quale la cittadinanza potrà versare il proprio contributo.

Al dibattito è seguita la gara “Strong Pepper” che si è articolata in cinque manches ad eliminazione diretta, la competizione che prevede la degustazione di peperoncini a piccantezza crescente, secondo la scala di Scoville (il numero di unità di Scoville indica la quantità di capsicina equivalente contenuta nei peperoncini) ha visto la partecipazione di 20 concorrenti.

Nella prima prova: “L’impression sul peveron” i 20 partecipanti si sono cimentati con Harissa, il peperoncino originario della Tunisia col quale si possono fare ottime salse;

la seconda prova: “Degustazion del peveron” ha visto i 12 concorrenti rimasti in lizza assaggiare il peperoncino Hot lemon, di colore giallo, del sud America;

per la terza prova: “Internazionalizzazion del peveron” i 9 concorrenti hanno dovuto affrontare il Rawit, un peperoncino dell’India;

nella quarta prova: “Ahi, ahi, ahi, ma che bon sto peveron” i 9 superstiti hanno gustato la piccantezza del Golden cayenne del sud America anch’esso di colore giallo;

nella quinta ed ultima prova: “La rason del peveron” le papille gustative degli 8 temerari rimasti, sono state messe a dura prova dall’Habanero chocolate, dal color cocciolato come evoca il nome, del centro America.

Il vincitore della gara è stato Alex Baler di Trento che si è aggiudicato la T-shirt di Peperoncino Trentino, secondo classificato Lanfranco Barozzi di Mori che ha ricevuto un sacchetto contenente una selezione degli ottimi peperoncini utilizzati per la competizione.

Andrea Vergari e Maurizio Zanghielli, fondatori dell’associazione del Peperoncino Trentino (marchio registrato nel 2014), tra una manche e l’altra della competizione hanno spiegato ai presenti le innumerevoli qualità salutari del peperoncino, ricordando che tutte le varietà di peperoncino utilizzate per la gara sono state coltivate in Trentino e che l’associazione negli anni scorsi ha raccolto ben 110 varietà differenti di semi di peperoncino da tutto il mondo.

L’evento si è concluso con la  degustazione da parte dei cittadini di un ottimo risotto al peperoncino ed una bibita fresca, prima che arrivasse la pioggia.

A cura di Mario Amendola.

sp_0001sp_0003sp_0004sp_0005sp_0011sp_0006sp_0008sp_0009sp_0010sp_0007sp_0012

]]>

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 minuti fa

Imbrattamento al Palazzo dell’istruzione, gruppo di studenti rivendica tutto – IL VIDEO

Arte e Cultura5 minuti fa

Bisesti: “Violenza nazifascista, da Liliana Manfredi uno straordinario messaggio ai giovani”

Trento29 minuti fa

Lotta al cancro: il 29 e 30 gennaio le arance della salute di Airc arrivano nelle piazze del Trentino

Trento39 minuti fa

Itea, si cambia: diventa più snella l’assegnazione degli alloggi

Italia ed estero46 minuti fa

Sanremo, sit-in di Pro Vita & Famiglia alla Rai: «Oltre 30.000 firme contro la propaganda Lgbt»

Trento1 ora fa

Dopo Pergine anche Trento: si allarga lo scandalo dei tamponi fasulli. 5 indagati

Trento2 ore fa

Espropriati dal cantiere della Circonvallazione: il 5 febbraio fiaccolata di solidarietà a Trento

Trento2 ore fa

A Trento un nuovo corso di laurea in assistenza sanitaria: le iscrizioni partiranno a fine giugno

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Fibra ultraveloce, Tim collega a Rovereto oltre 3 mila unità immobiliari

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Valli del Noce, presentata la nuova organizzazione dell’Azienda sanitaria

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

“Spaziodialogo alla pari”: a Cles un luogo di confronto tra genitori

Trento4 ore fa

Bollette troppo care, anche in Trentino gli anziani si tagliano il gas

Trento5 ore fa

Imbrattata la sede del Palazzo dell’istruzione, la condanna della Provincia

Italia ed estero7 ore fa

Green pass: obbligo di controllo per le edicole. Esercenti furiosi anche in Trentino

Trento7 ore fa

Imbrattata la sede della Cgil, la solidarietà di Fugatti e della Giunta

Trento4 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento3 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Fugatti: «Per ora la scuola tiene. Ma siamo pronti a valutare nuovi provvedimenti»

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza