Connect with us
Pubblicità

Trento

Accoglienza profughi: assistenza sanitaria gratis per due anni in Trentino

Pubblicato

-

L’assessore Zeni ha risposto ad una dettagliata interrogazione (n°3319) di Manuela Bottamedi sull’accoglienza dei profughi in Trentino che ha posto alla giunta provinciale 15 precise domande

Nella risposta Zeni ha chiarito che è sbagliato affermare che la gestione dell’accoglienza dei richiedenti asilo “sottrae risorse ai trentini”.

Infatti la Provincia gestisce il fenomeno attraverso le risorse (gran parte di provenienza europea) che lo Stato trasferisce, pari a 30 euro + IVA al giorno a persona).

Pubblicità
Pubblicità

Non è ancora noto chi siano e da dove provengono i migranti che verranno eventualmente inviati prossimamente in Trentino. Viene comunicato poco prima della partenza dagli hub. I migranti presenti oggi provengono soprattutto dall’Africa subsahariana (circa il 70%) e i rimanenti dall’Asia.

Come noto è il Ministero dell’Interno che invia su tutto il territorio nazionale in proporzione agli abitanti i migranti soccorsi in mare o provenienti via terra, sulla base dell’Accordo Stato Regioni e Autonomie locali del luglio 2014. Per questo, al Trentino spetta circa lo 0,9% delle persone accolte in Italia.Dato però destinato a salire.

A precisa domanda sulla capacità di manovra della nostra provincia sui servizi erogati Zeni risponde che la Provincia autonoma ha stipulato un Protocollo di intesa con il Commissariato del Governo per adempiere all’Accordo Stato Regioni del 2014 nell’ambito di una leale collaborazione tra istituzioni. Tale protocollo stabilisce i servizi da erogare che sono dettati da norme nazionali ed internazionali.

Pubblicità
Pubblicità

Sulla durata dell’accoglienza dei profughi invece Zeni risponde che «varia a seconda del tempo di attesa della risposta dalla competente Commissione che valuta le domande di protezione internazionale (circa 15 mesi dall’arrivo), più eventuali proroghe per i ricorrenti se privi di mezzi di sostentamento; in caso di risposta positiva l’accoglienza prosegue per ulteriori 6 mesi sempre che siano privi di mezzi di sostentamento. I migranti finché regolari col permesso di soggiorno possono rimanere sul territorio nazionale».

I costi per i richiedenti asilo sono scaricati sui seguenti capito di spesa: locazioni; beni di consumo; trasferimenti a famiglie; servizi; manutenzioni; utenze varie.

L’assistenza sanitaria gratuita sul territorio trentino dei richiedenti asilo ha la durata di circa due anni. Sulla possibilità di non gestire l’accoglienza in Trentino Zeni risponde: «La Provincia per l’anno 2016 ha stipulato una convenzione con il Commissariato del governo per l’accoglienza delle persone richiedenti protezione internazionale. Nessuna norma obbliga la Provincia a tale rapporto di collaborazione. Tuttavia la Giunta provinciale ha ritenuto come più che opportuno che a tale attività provveda la Provincia dato che diversamente sarebbe comunque lo Stato a gestirla anche sul territorio provinciale e noi saremmo costretti a subirla. Tutte le Regioni ricevono la quota loro spettante, al di là della volontà politica».

A precisa domanda della Bottamedi sull’ospitalità dei profughi nei comuni Zeni risponde: «La Provincia non può imporre ai Comuni la messa a disposizione di strutture per l’accoglienza e nemmeno intende farlo. Quella che si chiede è una leale collaborazione istituzionale fra la Provincia e i Comuni rispetto alla gestione di questo impegno. Al contempo i Comuni non possono impedire che i profughi siano ospitati sul loro territorio in strutture provinciali o di privati».

Sui ricorsi dei richiedenti asilo che non ricevono lo status di profugo, cioè la maggioranza, Zeni risponde che  il 70 % propone ricorso e che il ricorrente viene seguito da un avvocato di propria scelta, esterno al progetto di accoglienza.

Per quanto riguarda il pagamento delle spese legali, esso riguarda il rapporto privato tra ricorrente ed avvocato, che potrà eventualmente riferirsi alla disciplina nazionale in tema di patrocinio a spese dello Stato.

Alla luce dei dati quindi è possibile dedurre con una certa sicurezza che per ogni richiedente asilo  la provincia di Trento spende oltre 25 mila euro ogni anno.  

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza