Connect with us
Pubblicità

Trento

Andreatta e il «rimpastino» di Giunta, non cambia assolutamente niente, anzi…

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sono trascorsi solo pochi giorni dalla conferenza stampa in cui il sindaco Alessandro Andreatta ha annunciato il rimpasto della Giunta, ma non sono mancate le numerose reazione del mondo politico. Si parte con le critiche per la scelta maschilista come quella del presidente del Patt Tamanini che ha dichiarato: «pesante come un macigno e velenosa come la saliva di un cobra, l’assenza di motivazioni politiche con le quali l’Asse.ra Ferrari è stata estromessa dall’Esecutivo comunale; questa assenza di presupposti politici costituisce il vero vulnus di una vicenda sulla quale si sono incardinate ragioni di prepotenza, maschilismo, opacità, pavidità, doppio giochismo».

Anche l’assessora Sara Ferrari con un tweet dice la sua contro la decisone di Andreatta: «È avvilente che una coraggiosa scelta d’innovazione di ieri, finisca oggi con una giovane donna fuori». Parole di stima per Marika Ferrari arrivano anche dalla presidente Lucia Coppola: «Ha portato le sue competenze professionali, freschezza di idee, sincera passione, capacità d’ascolto e di relazione con i cittadini. Doti che non sempre appartengono alla politica». Seguono Donatella Conzatti, ex segretaria dell’Upt: «Marika Ferrari. Resilienza. Ad ogni sgambetto si apre la possibilità di un successivo passo più deciso» e Antonia Romano (L’Altra Trento): «In Marika ho apprezzato la volontà di mettersi in gioco, le potenzialità di crescita, l’entusiasmo, la disponibilità. Dispiace che, mentre abbiamo la pretesa, forse la presunzione, di candidare la città a capitale della cultura, dobbiamo cedere a una visione politica maschilista».

Adirate le opposizioni: «Non basta spostare una pedina sullo scacchiere, sostituire un assessore con un altro: l’ingresso in giunta di Tiziano Uez non sposterà di una virgola i problemi, che si ripresenteranno puntuali da domani» dice il M5s. Mentre è ancora più decisa la posizione di Claudio Cia di “Agire”: «Andreatta ha scelto la dolce morte, un vero suicido programmato». Ma c’è anche chi giudica ipocrita la maggioranza, come Rodolfo Borga (Civica Trentina) che afferma: «il rimpastino costituisce l’ennesima manifestazione dell’ipocrisia che caratterizza l’operato di una spudorata coalizione». Anche la Lega Nord critica il rimpasto puntando alla sostituzione di “genere”: «Mentre i consiglieri del centrosinistra in Consiglio provinciale “discettano” su preferenze di genere e quote rosa, impartendo lezioni sulla loro superiorità morale il sindaco di Trento fa un mini rimpasto di giunta in cui l’unica cosa chiara ai cittadini è la sostituzione del “genere” maschile con il “genere” femminile».

Pubblicità
Pubblicità

Maestranzi (che oggi prende la delega sul Bondone ) dice: «Io non ci sto» ed esplode una “guerra” nel Patt. «Avevamo dato l’ok a un’altra soluzione e invece ieri arrivo qui e mi ritrovo Uez assessore. Quello che in aula ha votato contro il sindaco e la giunta» aggiunge Maestranzi. Anche Tiziano Mellarini attacca il sindaco e dice: «l’Upt esce penalizzata».

Intanto però il dato di fatto è che l’assestamento di bilancio è passato veramente per il rotto della cuffia: 21 voti considerati gli assenti (Castelli giustificato, Panetta già andato via, Maestranzi fuori dall’aula, Bozzarelli all’estero). I 23 voti della maggioranza tratteggiata da Andreatta quindi non ci sono. Ciò che emerge è quindi una maggioranza ancora più in bilico, pronta a cadere al primo voto segreto.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento3 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Dopo il caos attorno al video, arriva la risposta dell’APT Valsugana

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento6 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Offerte lavoro1 giorno fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Valsugana e Primiero4 giorni fa

San Valentino col bacio Gay, bufera sull’Apt della Valsugana

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza