Connect with us
Pubblicità

Trento

Petizione sugli educatori nelle scuole d’infanzia: si ragiona sul rapporto numerico educatori/bimbi

Pubblicato

-

La petizione popolare al Consiglio provinciale del 23 dicembre 2015 chiede alla PAT di non ridurre il numero di educatori e di personale ausiliario per bambini nelle scuole per l‘infanzia trentine. 

Scelta – si afferma – che avrebbe ricadute pesanti sulla natura stessa del servizio, che verrebbe fortemente depotenziato. Si chiede dunque di lasciare intatti i parametri attuali.

A ragionare su questa istanza – supportata da 1500 firme – ha provveduto stamane la V Commissione permanente del Consiglio, presieduta da Lucia Maestri, con una fitta serie di audizioni.

Pubblicità
Pubblicità

Per primo è stato sentito il genitore Andrea Petrolli, per il comitato promotore.

Il consigliere provinciale Claudio Civettini gli ha chiesto se ridurre il numero di addetti nei nidi potrebbe creare anche problemi di sicurezza dei bambini, preoccupazione che Petrolli ha confermato

Il presidente della Provincia, Ugo Rossi, è intervenuto in Commissione e ha fornito chiarimenti. Oggi – ha detto  – gestiamo il settore con due fasce di età dei piccoli, garantendo 1 educatore ogni 6 e ogni 9 bambini rispettivamente per i lattanti 3-18 mesi e i divezzi oltre i 18 mesi, nonché 1 cuoco e 1 ausiliario ogni 15 bambini.

Pubblicità
Pubblicità

Noi con l’Emilia abbiamo la copertura di servizio più alta in Italia e siamo gli unici – ha aggiunto Rossi – ad avere un rapporto di 1 a 6 per i bimbi piccoli. Il tavolo di lavoro attivato dalla Giunta provinciale e applicato a questo argomento, ha puntato a conciliare l’accudimento migliore con l’efficienza della spesa.

Purtroppo – ha detto il presidente – la raccolta di firme è partita ancora prima che venissero adottati e spiegati eventuali efficientamenti del sistema. Se riusciremo a realizzare dei risparmi – ha aggiunto – questi verranno reinvestiti per aumentare i posti negli asili e la qualità, non escludendo nemmeno future riduzioni di tariffe. Non c’è alcuna volontà di depotenziare un servizio che oggi è di eccellenza assoluta.

La Commissione ha consultato i rappresentanti dei sindacati. Gloria Bertoldi (Cgil), Michele Bezzi (Cisl), Silvia Bertola (Uil) e Andrea Bassetti (Uil Fpl) hanno chiesto che anche in tempi di crisi si cerchi di guardare lontano e che si possa riaprire il confronto sulle scelte complessive riguardanti i servizi per l’infanzia.

Bertola ha spiegato che preoccupa in particolare l’ipotesi di prevedere 1 educatore ogni 9 bimbi nella fascia 12-24 mesi, tra l’altro con la prospettiva di ridurre l’occupazione nel settore.

Un’altra audizione ha riguardato Monica Dalbon, funzionario coordinatore dell’area pedagogica della PAT.: il tavolo di lavoro – ha spiegato – prospetta di passare da 2 a 3 fasce (1-12, 12-24 e 24-36 mesi), con adattamenti del servizio che garantiranno il mantenimento della qualità del servizio garantito ai bambini.

Magalì Pladys, pedagogista del Comune di Trento, ha prodotto invece un documento in cui si riferiscono raccomandazioni di livello europeo che suggeriscono 1 educatore ogni 3 bambini tra i 0 e 2 anni, 1 ogni 4 da 2 a 3 anni e 1 ogni 6 dai 4 agli 8 anni.

Non convincono quindi tagli che si riferiscano alla fascia fino a 24 mesi, stante la delicatezza di questo momento di vita dei piccoli e anche l’aumentata complessità dell’utenza in termini di particolari bisogni educativi. I nidi di Apss e dell’Università di Trento tengono conto dei parametri consigliati dalla comunità scientifica.

Per le cooperative sociali sono state audite infine Bellesini, Città Futura, La Coccinella di Cles e Pro.ges., concordi nel dire che la qualità dei servizi è data da molti fattori assieme e dalla capacità degli operatori di lavorare insieme e come un sistema educativo complessivo.

In questo contesto possono anche essere valutati nuovi parametri educatori/bambini. Anche sul personale ausiliario, si ritiene possa essere ritoccato l’attuale parametro. E attenzione è stata chiesta invece a non tagliare sulla formazione degli educatori.

Il Trentino è eccellente rispetto ad altre regioni italiane, ha detto Battista Borghi, soprattutto sul fronte della formazione. Si è parlato del fatto che nei vari momenti della giornata ci sono necessità anche molto differenti di personale applicato ai bambini e che su questo si potrebbe ragionare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Il potenziale benefico delle piante da arredamento
    Oltre ad essere decorative, le piante in casa aiutano a migliorare il benessere psicofisico. Infatti, predisporre degli spazi verdi tra le mura domestiche significa contribuire positivamente sull’aspetto estetico degli ambienti, ma anche alla salute. In particolare, le piante interagiscono con l’ambiente diminuendo la presenza di polvere in casa, favorendo la rimozione delle tossine e assicurando […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]

Categorie

di tendenza