Connect with us
Pubblicità

Trento

Trasporti pubblici: quando c’era il bigliettaio….

Pubblicato

-

“Avanti signori, avanti c’è posto”... celebre espressione consacrata nell’omonimo film in una straordinaria interpretazione del grande Aldo Fabrizi, risuonava come un invito attraverso il quale la “leggendaria” figura del bigliettaio cercava in qualche maniera di rendere scorrevole l’afflusso dei tanti passeggeri sull‘autobus particolarmente affollato.

Come dimenticarselo? Figura tutta d’un pezzo, con la sua bella divisa di ordinanza, che si collocava generalmente nella parte posteriore del mezzo, seduto sullo strapuntino in una postazione “strategica“, da cui veniva gestito il rilascio dei biglietti tramite una macchinetta e la relativa custodia del contante.

Nella sua imponenza e nella sua autorevolezza istituzionale intimava poi quasi soggezione o timoroso rispetto ai tanti ragazzini come noi, anche a quelli più temerari e spavaldi, pronti ad abbassare “la cresta” di fronte ad una lumata severa.

Pubblicità
Pubblicità

Come non ricordare qualche energica occhiataccia di rimprovero al bulletto di turno, che immediatamente si ridimensionava!

Nell’immaginario comune, pertanto, oltre a vigilare sul corretto pagamento del biglietto valido per l’effettuazione della corsa che impediva una qualsiasi forma di evasione dell’obbligo, esercitava una rassicurante funzione di controllo anche sui comportamenti dei passeggeri, che generalmente mantenevano una condotta composta, misurata ed educata per l’intero tragitto.

D’altra parte l’autorità era autorità e la presenza fisica della “divisa” era rincuorante per tutti i viaggiatori, di qualsiasi età; insomma, la parola “degrado” in tutte le sue componenti più svilenti era piacevolmente sconosciuta…

Pubblicità
Pubblicità

Oltretutto una figura di supporto disposta ad informare gli utenti su questa o su quell’altra fermata, una persona con la quale si scambiavano anche due chiacchiere e un sorriso, come ricordano oggi alcuni anziani, “con cui condividere non soltanto un tratto di strada, ma pezzo di vita quotidiana”, come descritto in una canzone di qualche decennio fa. In alcune occasioni, un vero galantuomo che invitava i passeggeri «distratti» a cedere il posto a sedere alla vecchietta di turno, o che interveniva con decisione nel caso in cui una ragazza venisse infastidita da qualche latin lover esasperato.

Una sorta di angelo custode che proteggeva e sorvegliava dall’alto, che coordinava anche le operazioni di “sgombro” del mezzo di trasporto.

Poi, con l’arrivo della tecnologia, più o meno verso la fine degli anni Settanta, la loro scomparsa, probabilmente per l’esigenza di razionalizzare la spesa comunale. Tutto ciò determinò la loro sostituzione con le tintinnanti macchinette obliteratrici.

Oggi, invece, salire sull’autobus è tutt’altro che rilassante, magari ad inizio giornata, soprattutto in alcune corse “accompagnate” dalla presenza di alcuni giovanotti “senza limiti” e non sempre rispettosi delle regole; alcuni ragazzini talvolta si aggirano con fare da bulli, spingono, strattonano; altri si stendono scompostamente sui sedili, si stravaccano con assoluta nonchalance, ingombrando ogni angolo con zaini e pacchi. Insomma l’anarchia sembra regnare incontrastata!

Che nostalgia dei tempi che furono…

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza