Connect with us
Pubblicità

Trento

Oggi è la giornata dell’Alzheimer: 5 regole di sopravvivenza per familiari

In Italia, nel 2014, sono state 1 milione e 200.000 le persone che hanno sofferto di Alzheimer. Le previsioni sono di un aumento del 100% in cinque anni; accanto a ciascuna di queste persone esiste una famiglia altrettanto smarrita, confusa e sofferente.

Pubblicato

-

Tanto maggiore il numero di connessioni neurali nel nostro cervello, tanto più quest’organo delicato sarà capace di fronteggiare, rallentandolo, il fisiologico declino dovuto all’età.

Prendersi cura di esso quindi significa mettersi parzialmente al riparo da quel temuto danno neurale che potrebbe favorire la comparsa, o comunque anticiparne l’esordio, di una malattia neuro degenerativa come l’Alzheimer di cui si celebra oggi la Giornata Mondiale. 

In Italia, nel 2015, sono state oltre 1 milione e 300.000 le persone che hanno sofferto di Alzheimer.

Pubblicità
Pubblicità

Le previsioni sono di un aumento del 100% in cinque anni; accanto a ciascuna di queste persone esiste una famiglia altrettanto smarrita, confusa e sofferente.

L’Alzheimer destabilizza l’intero nucleo familiare: il malato smette rapidamente di essere autosufficiente, e spesso cambia nel profondo arrivando ben presto a non somigliare più alla persona che è stato e questo ferisce nel profondo chi lo ama e si prende cura di lui.

I familiari sembrano letteralmente consumarsi nel tentativo di essere sempre presenti, di “fare qualcosa” per aiutare i loro cari e di continuare nel contempo a svolgere i ruoli e le mansioni che hanno sempre svolto. La battaglia continua poi dentro di loro, una battaglia fatta di emozioni contrastanti: rabbia e sensi di colpa, paure e senso di onnipotenza, profondo smarrimento proprio quando sentono di dover essere forti e capaci per l’altro ancor prima che per sé…

Pubblicità
Pubblicità

C’è però un aspetto molto importante che essi tendono a non prendere nella dovuta considerazione: “per poter continuare a svolgere il loro ruolo non possono assolutamente permettersi di scoppiare”  – spiega Barbara Furlan, psicoterapeuta di Lègein a Milano. “Spesso mi trovo ad arginare il loro bisogno di fare ripetendo loro questa domanda: “E se lei crolla, se ricoveriamo anche lei, cosa sarà di…? E’ importante che i familiari pensino anche a sé stessi e, all’occorrenza, chiedano aiuto”.

Le 5 regole che seguono possono costituire un primo passo per continuare ad occuparsi al meglio del malato senza dimenticarsi di sé.

1) Accettazione –  Fuggite dall’illusione di una possibile guarigione, di poter contenere i danni. La prima cosa da fare è accettare la malattia e le sue caratteristiche di cronicità e degeneratività; solo allora potremo accettare anche i cambiamenti che scorgiamo nelle persone che amiamo e accoglierle per quelle che sono ora. Inoltre inizieremo ad accettare e perdonare i nostri limiti e smetteremo di soffrirne.

2) Resilienza –  E’ la capacità di dare valore a ciò che ancora c’è, a ciò che la malattia non si è ancora portata via. Resilienza significa gioire del semplice fatto che il malato riesce ancora a scrivere brevi frasi, piuttosto che a lavarsi da solo; ma implica anche mettere in atto strategie di stimolazione che gli permettano di continuare a farlo il più a lungo possibile.

3) Organizzazione –  Il tempo di chi soffre di Alzheimer è un tempo lento, dilatato, l’esatto contrario del tempo che siamo abituati a vivere nell’epoca moderna. Per prendersi cura di chi soffre di Alzheimer è necessario organizzare il nostro tempo e il suo, tenendo conto di questa caratteristica. Bisogna inoltre ri-organizzare lo spazio di vita del paziente, in modo da facilitargli lo svolgimento dei compiti quotidiani e da rimuovere eventuali fonti di ansia.

4) Distribuzione dei compiti – Poiché molto del nostro tempo e delle nostre energie saranno assorbiti dalla cura della persona malata sarà necessario che rivediamo l’insieme dei nostri compiti (sia inerenti alla cura che relativi ad altri ambiti della nostra vita) e che ne deleghiamo alcuni ad altri membri della nostra famiglia oppure a personale qualificato.

5) Richiesta di aiuto – L’ultimo, fondamentale e difficilissimo compito di un familiare è chiedere aiuto. “Si tratta di un compito fondamentale poiché abbiamo visto che i nostri limiti di essere umano ci impediscono di far fronte da soli a tutto ciò che la cura comporta; ma è al contempo difficilissimo poiché è naturale non volersi risparmiare e fare il meglio possibile per chi amiamo. A volte però il meglio possibile lo otteniamo chiedendo aiuto a familiari e amici, ad associazioni di settore, a servizi quali Alzheimer Caffè e centri diurni, a personale qualificato come psicologi e geriatri, ma anche colf e badanti. Non stiamo abbandonando chi amiamo, stiamo risparmiando le forze per dare qualità alla sua e alla nostra vita!”

Intervista a cura di Ersindo Nuzzo 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico, fino a 1000 euro per interventi ed efficientamento idrico della casa
    Tra i bonus introdotti nella legge di bilancio e ancora da attivare, trova spazio il Bonus Idrico, altrimenti noto come Bonus rubinetti o bonus bagno che punterebbe a favorire il risparmio di risorse idriche. Fino... The post Bonus idrico, fino a 1000 euro per interventi ed efficientamento idrico della casa appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza