Connect with us
Pubblicità

Trento

Quote rosa: la discussione potrebbe essere spostata ad ottobre

Pubblicato

-

La discussione per l’approvazione del disegno di legge sulle quote rosa parte con un numero enorme di emendamenti presentati, nonostante si tratti di un accordo bipartisan. Infatti sono pervenuti oltre  cinquemila emendamenti da parte delle opposizioni.

Il numero preciso è 5.377 proposte di emendamento depositate in consiglio provinciale a Trento per la modifica del ddl, una cifra molto considerevole di cui 2.251 sono firmati dal consigliere Rodolfo Borga (Civica Trentina), 1.728 da Filippo Degasperi (M5S), 511 da Maurizio Fugatti (Lega Nord Trentino), 410 da Claudio Civettini (Civica Trentina), 101 da Walter Viola (Progetto Trentino), 9 dal presidente, Ugo Rossi (Patt) e uno da Lucia Maestri (PD), 366 da Claudio Cia (Gruppo Misto).

«Se siamo arrivati a discutere un disegno di legge che vuole andare a comporre artificiosamente le liste elettorali, evidentemente è perché chi ha governato negli ultimi decenni ha sbagliato qualcosa», proprio con questa affermazione inizia le sue considerazioni Claudio Cia consigliere Provinciale di Agire per il Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

«Al giorno d’oggi la “parità di accesso” tra donne e uomini alle cariche elettive, quella richiesta dalla Costituzione, è garantita. Se una donna vuole candidarsi lo può fare, anzi, quando le donne si mettono in gioco e presentano delle idee forti la società le apprezza. Altra cosa è voler ottenere per legge la parità di risultato. La realtà è che questo disegno di legge porta con sé un concetto di parità, non intesa come “condizioni di eguaglianza”, bensì intesa come spartizione del potere», continua Cia sottolineando che tale meccanismo non sancisce la parità dei sessi, ma paradossalmente ne rimarca la disparità.

Inoltre sottolinea come questo disegno di legge sia stato entusiasticamente supportato soprattutto da organismi composti quasi totalmente da donne, come la Commissione per le Pari opportunità tra donna e uomo che composta addirittura dal 100% da donne. Quindi le pari opportunità a cui si appellerebbe il disegno di legge non sono proprio così eque.

«Diamogli un nome diverso, più appropriato, chiamiamola “Commissione per porre un arbitrario 50% di donne in qualunque ambito tramite legge”» dice il consigliere Claudio Cia, ribadendo che questo sarebbe comunque un obiettivo lecito, ma tuttavia non corrispondente a quello dichiarato.

Pubblicità
Pubblicità

Insomma quello che trapela è che l’opposizione vede questo disegno di legge come un sotterfugio per garantire un risultato sicuro, a discapito della parità stessa che dovrebbe essere il punto focale di questa proposta.

L’obbligo di liste con 50% di donne e le due preferenze se di genere diverso non vanno proprio giù alle opposizioni che hanno chiesto una discussione senza tempi contingentati, il che porterà ad uno slittamento ad ottobre.

C’è da dire che tra le minoranze c’è anche chi si è espresso a favore di tale disegno di legge come Giacomo Bezzi di Forza Italia (che è uno dei firmatari della legge) e Manuela Bottamedi. Per il resto la speranza comune è quella di convincere la già tiepida maggioranza a mediare, lasciano le preferenze a tre, il che di fatto renderebbe nulla questa nuova proposta di legge.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti
    In previsione della chiusura del primo semestre del Cashback fissata per il 30 giugno 2021, gli utenti che hanno dato vita a movimento sospetti riceveranno un avviso. Cashback, il rimborso In quella data gli utilizzatori... The post Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza