Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Bamberg vince il Brusinelli, Aquila terza

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo una partita comandata in bella sicurezza per 35 minuti, è servito un arrivo in volata al Brose Bamberg per vincere con merito la quarta edizione del Memorial Brusinelli, superando per 85-92 l’EA7 Milano.

A nulla, in casa Olimpia, è valsa la super prova di Rakim Sanders (24) per tenere testa alla solidità e alla compattezza del roster a disposizione di coach Andrea Trinchieri, che con un Niccolò Melli al solito estremamente concreto (15 punti e 7 rimbalzi ed il titolo di MVP del torneo), e con un Fabien Causeur ingiornata di gran vena in attacco (18) ha portato a casa match e trofeo davanti a diverse centinaia di spettatori trentini rimasti per assistere a questo succoso antipasto di Eurolega.

La cronaca: il primo quarto è un duello all’Ok Corral tra Rakim Sanders e Fabien Causeur.

Pubblicità
Pubblicità

L’ex Sassari spara un 3/4 dall’arco mettendone 11, l’ex Baskonia replica con la medesima performance balistica, scrivendo però solo 10 a referto. Sarà un caso, ma la differenza tra le due squadre al 10′ è proprio quella tra gli score dei due migliori marcatori: Milano avanti di uno (18-17). Nel secondo periodo il Brose prende il controllo dei tabelloni (14-18 il confronto), distribuendo bene le responsabilità offensive grazie a un attacco estremamente pulito e organizzato.

All’intervallo i tedeschi virano avanti di sette (38-45), con ben nove giocatori a referto e il solo Darius Miller (8) a superare i 5 individuali oltre a Causeur (12). Milano per contro, è Sanders (15), Zoran Dragic (6, tutti nel secondo periodo) e poco più.

Al rientro dagli spogliatoi la solidità di Melli (10) e le capacità di lettura sui due lati del campo di Causeur (16) spingono Bamberg in fuga (41-59 con la tripla di Zisis). Repesa, vista la mala parata, si riaffida a Rakim Sanders, e come per magia i meneghini si ritrovano a meno dieci (49-59) proprio con la quarta tripla del loro numero 17. I tedeschi tornano sopra di 17 con Strelnieks, ma ancora Sanders (21) e Cinciarini con la penetrazione sulla sirena tengono la gara viva (57-69).

Pubblicità
Pubblicità

L’ultimo quarto si apre con la sesta tripla su sei tentativi di Sanders (24), ma arrivata a meno nove, la rimonta dell’EA7 sembra infrangersi sul muro eretto dall’organizzazione di gioco dei tedeschi, che difendendo bene l’area da una parte e eseguendo con pulizia dall’altra tengono il margine di vantaggio stabilmente in doppia cifra (63-75 al 35′). L’ingresso in campo di Pascolo però ridà un po’ di vita alla rimonta milanese, che con i punti di Cinciarini (10) e Dragic (7) arriva anche a meno quattro a 46 secondi dal termine. Il Brose di Trinchieri però non perde la bussola nei secondi conclusivi, e porta a casa il 85-92 che gli regala la conquista della quarta edizione del Memorial Brusinelli, inserendo il proprio nome in un albo d’oro che annovera i nomi di Verona, Cantù e Dolomiti Energia.

EA7 MILANO – BROSE BAMBERG 85-92 (18-17, 38-45, 57-69)

MILANO: Cinciarini 10 (3/4, 0/1), Dragic 14 (4/7, 1/3), Cerella ne, Kalnietis 10 (1/4, 2/7), La Torre ne, Simon 8 (0/2, 2/2), Abass 0 (0/2 da 3), Macvan 0, Pascolo 2 (1/3), McLean 13 (5/7), Sanders 24 (2/3, 6/7), Raduljica 4 (1/5). Coach: Repesa.

BAMBERG: Causeur 18 (5/7, 2/4), Melli 15 (2/2, 1/3), ZIsis 10 (1/5, 2/4), Nikolic 7 (2/2, 0/2), Staiger 5 (2/2, 0/2), Edwardsson ne, Kulboka ne, Strelnieks 8 (1/2, 1/4), Veremeenko 8 (1/2, 1/4), Olinde 3 (1/1, 0/1), Harris 10 (3/4), Miller 10 (2/2, 1/4), Kratzer 0, Idbihi 0. Coach: Trinchieri.

NOTE: Tiri liberi: Milano 18/24, Bamberg 30/37. Tiri da due: Milano 17/35, Bamberg 19/28. Tiri da tre: Milano 11/22, Bamberg 8/28. Rimbalzi: Milano 31 (Dragic 5), Bamberg 32 (Melli 7). Assist: Milano 13 (Cinciarini 5), Bamberg 9 (Melli 3).

ARBITRI: Borgo, Bramante e Del Greco.

Dolomiti Energia a tutto “Flacca”: Ljubljana battuta 85-83

Dopo aver sbagliato i liberi della vittoria contro il Brose, la guardia trentina regala il terzo posto nel Memorial Brusinelli ai bianconeri grazie a un 12/12 dalla lunetta: ottime prove anche per Forray (17) e Craft (10)

Nella semifinale con il Bamberg aveva sbagliato i tiri liberi della vittoria a tempo scaduto. Nella finale per il terzo posto contro l’Olimpija Ljubljana Diego Flaccadori si è rifatto con gli interessi, completando proprio dalla lunetta un percorso netto (12/12) che gli ha permesso di chiudere a 21 personali il match, trascinando la Dolomiti Energia ad un successo (85-83) nel complesso meno convincente di quanto non lo fosse stata la sconfitta di sabato sera contro il Brose, nonostante le ottime prove di Forray (17) e Craft (10).

La cronaca: Maurizio Buscaglia schiera in quintetto Toto Forray, reduce da una gara dal minutaggio limitatissimo contro il Bamberg complici problemi di falli, e Dustin Hogue: i due rispondono presente proponendo buone iniziative in attacco (5 punti nel quarto per il capitano, 8 per l’ex Iowa State). Trento però difende in modo davvero troppo soft l’area, concedendo vita facile alle soluzioni interne del lungo Jankovic (10). Gli aquilotti per di più, complici anche alcuni brani di difesa a zona proposti da Okorn, perdono davvero troppi palloni in attacco (8 in dieci minuti): al primo break il punteggio è 18-23 per gli sloveni.

L’approccio bianconero al secondo quarto non è di quelli in grado di invertire l’inerzia del match: Ljubljana continua a muovere benissimo il pallone in attacco, distribuendo bene tiri e responsabilità offensive tra tutto il roster (già 8 giocatori a segno al 14′), e la Dolomiti Energia per contro continua a stentare a trovare la via del canestro (23-35 al 15′). Il rientro in campo di un precisissimo Forray, se non altro, restituisce pericolosità perimetrale ai trentini (13 per Toto con 3/4 dall’arco) rimettendoli in scia (34-39 al 18′). La scarsa presenza a rimbalzo di Jefferson e compagni però (7-14 il confronto nel quarto) non permette ai trentini di completare la rimonta: a metà partita lo score recita 35-44 per gli ospiti.

Il terzo periodo si apre nel segno dei Jefferson: Brandon da una parte fa male a Trento coi suoi palleggi arresto-tiro, ma Johndre dall’altra si fa sentire a rimbalzo d’attacco caricando di falli i lunghi avversari e convertendo dalla lunetta (6). Due penetrazioni di Lighty (7) riavvicinano i padroni di casa (51-55), due penetrazioni di Craft (7) li portano in vantaggio (59-58): i liberi del roccioso Milosevic però siglano il controsorpasso (59-61 a fine terzo quarto).

Diego Flaccadori inizia la quarta frazione con grande personalità (4 in fila per il 63-61), poi Baldi Rossi (6) replica dall’arco al solito Bubnic (12 con 4/7 da 3). Diego Flaccadori accende il PalaTrento con il siluro dai 6,75 (16), Lighty col piazzato e la penetrazione al ferro dà ai trentini due possessi di vantaggio (76-72 al 37′). Ljubljana prova a riavvicinarsi ancora con Bubnic (20), ma Flaccadori ormai è in the zone e grazie ad un perfetto 12/12 dalla lunetta firma in calce l’incontro, nonostante un paio di perse banali regalino comunque all’Olimpija la speranza di pareggiare sulla sirena (85-83).

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – UNION OLIMPIJA LJUBLJANA 85-83 (18-23, 35-44, 59-61)

TRENTINO: Bernardi 0 (0/1 da 3), Craft 10 (2/4, 1/2), Jefferson 6 (1/5), Baldi Rossi 6 (0/2, 2/4), Moraschini ne, Forray 17 (3/7, 3/8), Flaccadori 21 (3/5, 1/2), Lovisotto 0 (0/1), Hogue 12 (5/7, 0/1), Lighty 11 (4/6, 1/2), Lechthaler 2 (0/1). Coach: Buscaglia

LJUBLJANA: B. Jefferson 12 (4/6, 1/3), Barbaric 6 (2/3), Mulalic 2 (0/2 da 3), Hrovat 10 (2/4, 2/3), Jankovic 18 (8/11, 0/1), Pelko 0 (0/2, 0/3), Bubnic 20 (3/6, 4/6), Milosevic 7 (3/5), Oliver 8 (2/8, 1/2), Jurcek ne, Janezic ne. Coach: Okorn.

TE: Tiri liberi: Trentino 25/28, Ljubljana 11/22. Tiri da due: Trentino 18/38, Ljubljana 24/45. Tiri da 3: Trentino 8/20, Ljubljana 8/20. Rimbalzi: Trentino 36 (Jefferson 9), Ljubljana 33 (Oliver 9). Assist: Trentino 11 (Forray 4), Ljubljana 8 (Pelko, Mulalic 2).

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 ore fa

I sindacati contro Dorigatti di «Sportivando»: «Faccia anche un po’ di autocritica»

Arte e Cultura2 ore fa

Lorenza Poletti presenta il suo nuovo libro “Le radici del Viburno” sabato 28 a Cles

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Ecco il nuovo ponte tra Vigo e Bastianelli a Ton

Trento5 ore fa

Euregio, presentati oggi a Innsbruck i primi risultati dell’indagine rappresentativa che comprende 4.500 interviste

Spettacolo5 ore fa

Auditorium S. Chiara: ieri lo spettacolo «Torneranno i giorni dei sogni», arte, danza e musica che sa di futuro

Italia ed estero5 ore fa

Sorpresa fra le vigne per un agricoltore: si trova davanti due sciacalli dorati – IL VIDEO

Arte e Cultura6 ore fa

A Castel Thun la mostra dossier «Atala e Chactas» dello scultore Innocenzo Fraccaroli

Trento6 ore fa

Coronavirus: un nuovo decesso e 192 casi positivi nelle ultime 24 ore

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Sabato 28 maggio la dodicesima edizione della «Cena di Gala». Attese quasi 700 persone alla Cocea di Taio

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

L’obiettivo? Creare sinergie sulle buone pratiche di sostenibilità: a Ossana un confronto tra sindaci dei piccoli Comuni

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

«Italia. Quale futuro»: auditorium sold out per il dibattito che si è tenuto lunedì a Cles

Valsugana e Primiero7 ore fa

Referendum giustizia: il 27 maggio l’incontro promosso dalla Lega a Levico Terme

Trento7 ore fa

Il saluto del vicepresidente Paccher al questore Francini

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Oltre: un dolce da condividere”: gli studenti dei Cfp Enaip di Ossana e Cles e gli anziani della Val di Sole si incontrano nella tradizione

Bolzano10 ore fa

Sequestra e tortura con un coltello la convivente: l’imputato patteggia una pena di tre anni

Trento3 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Politica4 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Telescopio Universitario4 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Politica3 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento4 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

In fiamme un camioncino nel parcheggio del Rovercenter – IL VIDEO

Politica3 settimane fa

Fratelli d’Italia chiede un incontro col governatore, Urzì: «Ecco le nostre priorità per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Concerto di Vasco Rossi: tutto quello che è meglio sapere il 20 maggio

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza