Connect with us
Pubblicità

Trento

11 settembre 2001, l’attentato che cambiò la Storia del mondo

Pubblicato

-

È una data che nessuno scorda. L’undici settembre 2001.

Quella mattina un commando formato da diciannove terroristi, dopo aver dirottato quattro aerei di linea passeggeri in viaggio verso la California, condussero due aeroplani modello Boeing 767, il volo American Airlines 11 e il volo United Airlines 175, a schiantarsi contro le torri Nord e sud del World Trade Center.

Quasi contemporaneamente il volo American Airlines 77 si schiantò contro il Pentagono, mentre un quarto volo, lo United Airlines 93, col quale i terroristi intendevano colpire il Campidoglio o la Casa Bianca a Washington, precipitò nei pressi di Shanksville, in Pennsylvania grazie ai passeggeri che si ribellarono ai terroristi.

Pubblicità
Pubblicità

Poi le terribili scene che nessuno dimenticherà, i tre edifici del complesso del World Trade Center che collassano a causa di danni strutturali.

Le vittime degli attentati furono 2.974, 2.603 a New York e 125 al Pentagono e interessarono ben 90 nazionalità.

Sulla tragica data che ha cambiato il mondo è intervenuto anche il presidente del consiglio della provincia di Trento Bruno Dorigatti, «l’11 settembre è una di quelle date che rimangono impresse nel libro della storia umana, – ha scritto in una nota – non solo per l’efferatezza di un atto criminale senza precedenti, ma anche perché da quel giorno la direzione della storia ha cambiato rotta».

Pubblicità
Pubblicità

«Ai tradizionali avversari dei blocchi contrapposti, usciti entrambi dal secondo conflitto mondiale e dalla “guerra fredda”, si sono sostituiti anonimi terroristi, mossi da una logica aberrante e dal tentativo di rispondere alle domande della globalità e del presente con lo spettro della guerra di religione.

La civiltà occidentale – ed in special modo quella europea che conosce bene gli esiti tragici dei conflitti di fede – non può cadere in una simile trappola. Certo, abbiamo ancora negli occhi le volute di fumo denso entro le quali le “Torri gemelle” sono scomparse, inghiottendo vite e storie, ma a quell’orrore non possiamo rispondere con altrettanto odio o, anche solo, con il disprezzo e la chiusura negli egoismi che riducono l’Europa a nulla».

«Di fronte a quel dramma di quindici anni fa ed a tutti quelli che, in un crescendo tragico, si sono susseguiti, noi dobbiamo alzare la bandiera del dialogo, dell’incontro, della ricerca di soluzioni che, pur con strumenti razionali e pragmatici, non possono essere quelle degli abbandoni della vita alle onde della disperazione e della fuga dalla guerra.

E’ con questo spirito che guardiamo a questo triste anniversario, – aggiunge Dorigatti – sapendo che tutta la barbarie fin qui esibita da un terrorismo vigliacco e crudele non piegherà l’umanità. Non ci lasceremo coinvolgere dalla spirale dell’odio reciproco e non rinunceremo mai ai migliori modelli di vita e di tolleranza, che aprono le porte alle urgenze e che non trasformano le stesse in un perenne stato di emergenza, dove tutto è permesso e dove l’umanità perde sé stessa».

«Lo dobbiamo alle vittime dell’11 settembre ed a tutte quelle che si sono succedute, purtroppo, in questi lunghi anni di incertezza, ma lo dobbiamo anche a noi ed alle nostre coscienze di uomini e di donne del XXI secolo»termina la nota del presidente del consiglio

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza