Connect with us
Pubblicità

Trento

Trento Smart City: oggi l’inaugurazione

Pubblicato

-

Trento Smart City Week è al taglio del nastro: oggi alle 10.30 a Palazzo Geremia, l’inaugurazione ufficiale della manifestazione che dal 10 al 15 settembre alternerà appuntamenti, tavole rotonde, workshop, approfondimenti scientifici, presentazioni in un programma ricco di circa 200 eventi.

L’iniziativa, che intende favorire la condivisione di conoscenze, esperienze e buone pratiche al fine di identificare e promuovere soluzioni efficaci ai problemi delle città, si propone come laboratorio in cui i diversi attori della comunità concepiscono e danno forma alla società del futuro.

L’evento è suddiviso in tre parti – divulgativa, progettuale e accademica – durante le quali si alterneranno sezioni dedicate ai cittadini, alla pubblica amministrazione, alle imprese, mentre il gotha scientifico internazionale discuterà degli issues più avanzati in tema Smart city.

Pubblicità
Pubblicità

L’iniziativa è patrocinata da Anci – l’Associazione nazionale comuni italiani, già partner attraverso l’Osservatorio nazionale Smart City, l’ingresso agli eventi per la sezione divulgativa è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.
Qui tutte le informazioni

Sezione divulgativa – 11 e 12 settembre – Trento Smart City sarà innanzi tutto un week end di iniziative dedicate ai cittadini, per toccare con mano i servizi e le iniziative smart. La sezione divulgativa, in programma il 10 e l’11 settembre, vedrà infatti un susseguirsi di talk che racconteranno il lato smart del Trentino. Gli appuntamenti si terranno nelle tre sale dello Smart City Pavillion di Piazza Duomo, sabato e domenica con ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Sempre in piazza Duomo, nei 5 stand dedicati, che saranno aperti da sabato 10 fino a martedì 13 settembre, spazio agli approfondimenti sui servizi Smart che possono semplificare la vita di ogni giorno, con dimostrazioni pratiche.

Il Comune di Trento sarà presente con lo stand “una città più vicina ai cittadini”: anagrafe e identità digitale, cartografia e toponomastica, trasporti, giovani e infanzia, trasparenza e il nuovo sportello online a disposizione con un click. La Provincia autonoma di Trento e il Consorzio dei Comuni trentini, con Informatica Trentina, saranno presenti con lo stand “

Una pubblica amministrazione al servizio di cittadini, imprese, territorio”: lo stand permetterà al cittadino di capire e sperimentare concretamente come la pubblica amministrazione trentina si mette al servizio di cittadini, imprese e territorio, offrendo una serie di servizi online, un sistema di identificazione comodo e sicuro, strumenti di partecipazione efficaci ma semplici ed immediati.

L’assessorato alla salute e politiche sociali della Provincia autonoma di Trento, l’Azienda provinciale per i servizi sanitari e la Fondazione Bruno Kessler saranno presenti con lo stand “La sanità digitale: i benefici per i cittadini trentini“: un Living Lab / stand in cui i cittadini potranno toccare con mano i vantaggi offerti dai servizi sanitari online. FBK sarà presente con lo stand “Smart Community Lab: servizi per e con i cittadini”: per far conoscere servizi e app che contribuiscono a fare di Trento una “Smart City”. Infine l’Università degli studi di Trento sarà presente con “Smart City e comunità Accademica“: i cittadini e le persone interessate potranno incontrare i ricercatori che discuteranno con loro i risultati di attività svolte e di progetti in corso.

Sezione progettuale – 12 e 13 settembre – Trento Smart City Week 2016 è anche apertura e scambio con le imprese e le Pubbliche Amministrazioni protagoniste di progetti innovativi, che potranno assistere alla presentazione di modelli organizzativi, progetti e soluzioni alle sfide delle proprie città. Il Cluster Nazionale Smart Communities Tech, insieme al Comitato per lo sviluppo dell’ecosistema ICT Trentino, organizza la sezione progettuale “Smart City Solution & Challenge”.

Sono due in particolare gli appuntamenti, nel primo, lunedì 12 settembre, una tavola rotonda organizzata dal Consorzio dei Comuni spiegherà come favorire la crescita economica aprendo il patrimonio informativo pubblico. Nel secondo, martedì 13 settembre, si darà spazio alle imprese innovative e alle loro soluzioni e verrà presentata la roadmap italiana della ricerca e innovazione per le Smart Communities e Smart Cities. L’appuntamento è presso Smart City Pavillion di piazza Duomo.
Clicca qui per la registrazione 

Sezione accademica – 12 – 15 settembre – Studiosi, accademici, ricercatori, ingegneri, ma anche sviluppatori di software e grafici web da tutto il mondo si riuniranno in città per confrontarsi sulle tecnologie che possono migliorare la qualità della vita dei cittadini e per prendere parte a una lunga maratona di progettazione e networking competitivo.

Tre gli appuntamenti in calendario, specifici per la comunità scientifica, durante la Trento Smart City Week: la IEEE International Smart Cities Conference ISC2 dedicata al tema “Improving the citizens quality of life” dal 12 al 15 settembre ospitata al Polo scientifico e tecnologico “Fabio Ferrari” (Via Sommarive, 9) e in altre sedi dell’Ateneo trentino; il seminario “Engineering trends and business opportunities for smart cities “ organizzato il 13 e 14 settembre da UniTrento insieme alla associazione AssoInge di Ingegneri Italiani all’estero nella sede del Dipartimento di Sociologia (via Verdi) e la maratona Smart Cities Hackathon il 13 e 14 settembre alla Fondazione Bruno Kessler (via Sommarive).

Smart City & Smart School – 14 settembre – Saranno circa 850 gli studenti delle scuole superiori, che il 14 settembre, saranno ospitati all’Auditorium Santa Chiara. La mattinata, sarà condotta dall’attore e regista Andrea Brunello con Walter Klinkon e potrà essere seguita in diretta streaming sul sito della Provincia; in programma un intervento di Roberto Seracco, presidente di Node Director e la presentazione di cinque progetti innovativi realizzati dagli studenti nell’ambito del Premio Nasa Challenge, nonché dei Servizi Smart App progettati dal Comune di Trento e di TED-Ed, un progetto educativo rivolto ai più giovani.


Pubblicità
Pubblicità

Trento

Nuovamente sparita la targa delle Foibe in largo Pigarelli

Pubblicato

-

È sparita da Largo Pigarelli a Trento la targa dedicata ai martiri della Foibe.

Il 10 febbraio sarà il Giorno del ricordo, una solennità civile nazionale italiana, che viene celebrata ogni anno in tutt’Italia.

Una giornata istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, che intende conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati ».

Pubblicità
Pubblicità

Della sparizione ne da notizia Filippo Castaldini che però ipotizza anche che la lapide per i martiri delle Foibe sia stata tolta per una possibile manutenzione da parte del Comune.

«Da ieri la lapide apposta in largo Pigarelli, e dedicata ai martiri delle Foibe, è sparita. Purtroppo in questi anni siamo stati abituati alla vigliaccheria di chi, sotto la bandiera dell’antifascismo, ha sempre cercato di mistificare e infangare la memoria dei tanti infoibati» – attacca il coordinatore di CasaPound

«È stato il Comune a ritirare la lapide o siamo di fronte all’ennesimo furto da parte dei figliocci della sinistra istituzionale?» si chiede Castaldini che conclude: «Come CasaPound chiediamo immediatamente spiegazioni e ci attendiamo, in qualunque caso, che la lapide venga immediatamente ripristinata»

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Sciopero medici. Segnana: «Scelta incomprensibile. Era già stato fissato un incontro»

Pubblicato

-

“Siamo sempre stati disponibili al dialogo, e sempre lo saremo. Purché la lingua adottata sia quella del buon senso e della responsabilità”.

L’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana, commenta così la scelta della CISL medici – Intesa sindacale di indire uno sciopero aziendale dei medici di famiglia e delle guardie mediche per il 31 gennaio ed il 1 febbraio prossimi.

“Una decisione che facciamo fatica a comprendere – continua l’assessore– perché se è normale che la dialettica fra le parti possa assumere talvolta toni forti, non deve mai venir meno la capacità di riconoscere ciò che può essere fatto e ciò che invece è oggettivamente irrealizzabile”.

PubblicitàPubblicità

Nello specifico: la Giunta non poteva inserire all’ordine del giorno la delibera auspicata dal sindacato saltando i passaggi tecnici necessari; oltretutto quella di ieri era una riunione programmatica articolata seguendo un iter specifico.

“Forse – aggiunge l’assessore – si sarebbe potuto fare in tempo se non fosse saltato un incontro fra le parti, causa malattia di uno dei rappresentanti sindacali, ma non credo che la responsabilità di ciò sia ascrivibile all’Amministrazione. Tanto più che il nuovo incontro era già stato fissato al 22 gennaio, quindi a strettissimo giro, prova dell’assoluta volontà dell’assessorato come pure dell’Azienda sanitaria di comporre al più presto la vertenza. All’insegna del buon senso come detto ma, soprattutto della responsabilità nel garantire ai cittadini il massimo delle attenzioni sul fronte della salute”.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Rapina 290 euro e le scarpe ad un uomo in piazza Santa Maria. Rintracciato e arrestato 38 enne marocchino

Pubblicato

-

Continua l’enorme lavoro degli uomini della Questura di Trento anche nell’ambito dei rafforzamenti dei controlli della città di Trento e in particolare alla ricerca dei latitanti da parte della sezione Catturandi della Squadra Mobile.

Sono infatti moltissimi i condannati, quasi sempre stranieri, che non si presentano nemmeno davanti al giudice risultando quindi latitanti e ricercati dalle forze dell’ordine.

Il 16 gennaio, in esecuzione all’ordine di carcerazione è stato arrestato B. A. marocchino di 38 anni, perché doveva scontare la pena di un anno e 4 mesi di reclusione.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo era stato condannato per una rapina avvenuta il 27 luglio 2016, in piazza Santa Maria a Trento.

In quella circostanza lo straniero aveva rapinato un uomo di 290 euro dopo averlo bloccato e privato delle scarpe.

«Il controllo del territorio e la ricerca dei latitanti, attività volute ed intensificate dal Questore Garramone –  commenta il capo della Squadra Mobile Salvatore Ascione (nella foto) – rappresentano i punti su cui maggiormente la Polizia di Stato sta svolgendo la propria attività con l’obiettivo di limitare la presenza della criminalità nella nostra comunità».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza