Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

La sinistra fa muro contro il TTIP

Pubblicato

-

L’accordo commerciale di libero scambio in corso di negoziazione tra Unione europea e Stati Uniti, più comunemente noto come TTIP, è già diventato oggetto dello scontro pre-elettorale in Francia e Germania.

L’anno prossimo si terranno le elezioni generali in questi due Paesi (aprile in Francia e settembre in Germania) e i vari partiti hanno già cominciato a scaldare i motori.

In Germania, Sigmar Gabriel (nella foto), vice-cancelliere e figura di punta della SPD, partito di centro-sinistra, secondo nei sondaggi dietro la CDU di Angela Merkel, si è espresso nei giorni scorsi in modo inequivocabile contro il trattato di libero scambio in corso di negoziazione tra Ue e Stati Uniti.

Pubblicità
Pubblicità

In un’intervista trasmessa dal canale televisivo ZDF, il leader dell’SPD, che è anche Ministro dell’Economia, ha constatato: “I negoziati con gli Stati Uniti sono di fatto falliti, perché noi europei non possiamo cedere supinamente alle loro pretese”.

Parole riprese dal segretario di Stato per il commercio internazionale francese, Matthias Fekl, che stamattina in un’intervista radiofonica ha dichiarato: “Il sostegno della Francia a queste trattative è venuto meno. In settembre, Parigi domanderà alla Commissione (europea, ndr) di sospendere i negoziati sul TTIP. L’esecutivo purtroppo constata che le trattative non sono all’altezza del rapporto storico che unisce Unione europea e Stati Uniti”.

Gli americani non sono disposti a concedere niente – lamenta ancora il segretario di Stato francese – Non è questo il modo di negoziare tra alleati”.

Pubblicità
Pubblicità

I partiti di sinistra, sia in Germania che in Francia, sembrano quindi intenzionati a far naufragare l’accordo, per fare presa su quella fetta crescente della popolazione che si dice preoccupata che il TTIP riduca gli standard sociali europei e apra le porte alle pratiche rapaci delle imprese statunitensi.

Non è detto che ci riescano. Il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, ha commentato le perplessità di Gabriel rilanciando: “Siamo pronti a concludere l’accordo entro fine anno”, mentre Steffen Seibert, il portavoce di Angela Merkel, ha assicurato: “E’ giusto continuare a negoziare”.

I negoziatori si ritroveranno, infatti, in ottobre in occasione del quindicesimo round di trattative. Trattative che sono cominciate ufficialmente nel giugno del 2013 dopo più di dieci anni di preparazione. L’accordo, una volta concluso, dovrà essere votato dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell’Unione europea, per quanto riguarda l’Ue, e dal Congresso per gli Stati Uniti.

Che l’obiettivo ufficiale, quello ribadito da Schinas di concludere le negoziazioni entro la fine dell’anno, venga centrato, è alquanto improbabile.

Da una parte e dall’altra dell’Atlantico, i partiti di sinistra minacciano di mandare a gambe all’aria il trattato. Non ci sono solo francesi e tedeschi a remare contro un accordo che potrebbe rilanciare crescita e investimenti in Europa. Anche Hillary Clinton ha, infatti, espresso più volte durante la campagna elettorale le sue perplessità.

I partiti di sinistra sembrano aver scelto di cavalcare lo spirito no-global. Una svolta che rischia di affondare ogni ipotesi di accordo commerciale transatlantico.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti
    In previsione della chiusura del primo semestre del Cashback fissata per il 30 giugno 2021, gli utenti che hanno dato vita a movimento sospetti riceveranno un avviso. Cashback, il rimborso In quella data gli utilizzatori... The post Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza