Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

La politica estera americana dopo Barack Obama

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il successore di Barack Obama dovrà fare i conti con una scomoda eredità.

In politica estera, il presidente premio Nobel per la pace nel 2009 si è tenuto lontano da tutti i conflitti in cui la sicurezza nazionale americana non è stata direttamente minacciata.

Una cautela che si è rivelata controproducente in almeno due occasioni, in Ucraina e in Siria.

Pubblicità
Pubblicità

In Ucraina, Obama non ha saputo mettere freno all’espansionismo russo, offrendo a Vladimir Putin il pretesto per condurre una politica estera aggressiva, che ha comportato, tra le altre cose, l’intervento militare di Mosca nel conflitto siriano a fianco del presidente Bashar Al Assad.

In Siria, poi, il presidente americano è venuto meno alla sua promessa quando ha tentennato dopo che Assad ha usato le armi chimiche contro i ribelli. Se gli Stati Uniti fossero intervenuti tempestivamente nella guerra civile siriana, forse sarebbe stato possibile mitigarne le conseguenze, dall’emergenza umanitaria, all’esodo dei migranti, fino all’ascesa dell’ISIS.

Pubblicità
Pubblicità

Chiunque succederà a Obama, metterà rapidamente da parte la sua strategia di politica estera.

Se Donald Trump diventasse presidente, ci sarebbe il rischio concreto di passare dalla padella alla brace. Il programma di politica estera del candidato repubblicano è confuso e contraddittorio. Se da un lato propone un maggiore intervento degli Stati Uniti a favore della pace globale, dell’eliminazione dell’ISIS e della lotta all’Islam radicale, dall’altro minaccia di rompere con gli alleati, uscendo dalla NATO se i Paesi membri non si impegneranno di più a fare la loro parte.

Entrambi i propositi paiono difficilmente realizzabili. Le politiche economiche sostenute da Trump non consentirebbero i margini di bilancio necessari per aumentare in maniera consistente armamenti e truppe. Inoltre, è altamente improbabile che il ricatto di uscire dalla NATO riesca a spingere i Paesi alleati a contribuire maggiormente.

Trump si troverebbe semplicemente costretto a ritirare la sua minaccia, per non mandare all’aria decenni di cooperazione militare e isolare completamente il suo Paese.

Hillary Clinton, invece, ha i numeri per porre rimedio agli errori di Obama. Per quanto riguarda il fronte ucraino, la candidata democratica sostiene un intervento americano a fianco di Kiev più consistente di quello offerto dall’amministrazione Obama.

Secondo Clinton, gli Stati Uniti dovrebbero fornire all’Ucraina le armi necessarie per scoraggiare la Russia dall’intervenire. Inoltre, Clinton propone un dispiegamento di uomini e armi lungo i confini orientali della NATO di gran lunga superiore di quello previsto da Obama. L’obiettivo è rassicurare gli alleati di fronte alla perdurante aggressività russa.

Anche per quanto riguarda la Siria la strategia di Clinton si caratterizza per un interventismo maggiore rispetto a quello dell’attuale amministrazione. L’ex Segretario di Stato propone una no-fly zone supervisionata dalla NATO, un intervento turco via terra e la creazione di aree protette destinate ad accogliere gli sfollati, gestite dall’Unione europea.

Una strategia che non potrà certo cancellare tutte le conseguenze dell’intervento russo al fianco di Assad, ma che potrebbe comunque alleviare la crisi umanitaria, consentire di sconfiggere l’ISIS e tamponare la crisi dei migranti.

Nei prossimi quattro anni le minacce alla sicurezza internazionale sono destinate a moltiplicarsi. Senza un America responsabile e disposta a fare la sua parte, è difficile immaginare come la comunità internazionale possa riuscire a far fronte alla crescente instabilità.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento57 secondi fa

“Non ci sono le condizioni per effettuare un Tso, la questione è di ordine pubblico” le parole della Pat

Fiemme, Fassa e Cembra8 minuti fa

Marmolada, operativi i 3 radar per il monitoraggio del ghiacciaio. Non si registrano per ora movimenti

Alessandra de Camilli
Fiemme, Fassa e Cembra19 minuti fa

Strage Marmolada: il dolore di chi si è salvato, “Ti amo Tommaso. Sempre e per sempre” scrive Alessandra De Camilli

Rovereto e Vallagarina35 minuti fa

Ala: venerdì inizia Città di Velluto

Alto Garda e Ledro42 minuti fa

Arco: tampona autoscala dei Vigili del Fuoco e scappa, si cerca un camper bianco

Italia ed estero60 minuti fa

Molestie all’adunata degli Alpini: chiesta l’archiviazione dell’indagine

Giudicarie e Rendena2 ore fa

Porte Rendena: ecco la conta dei danni della Tempesta del 28 giugno

Bolzano2 ore fa

Alto Adige, precipita per 400 metri: alpinista muore sull’Ortles

Michele vaia
Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

È recentemente mancato il 28 enne Michele Vaia: lascia moglie e figlia piccola

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Sonia Bonizzi: l’ex giocatrice di hockey salvata dalla paura, “una volta ai piedi del ghiacciaio, ho scelto di non andare su”

economia e finanza3 ore fa

Cresce l’inflazione e frenano i consumi: gli italiani preferiscono il risparmio

Arte e Cultura4 ore fa

“Una dama, una farfalla… Storie di sogni e d’amore”: le artiste Fidapa espongono ad ‘Ala città di velluto’

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Strage Marmolada: la rabbia dei parenti delle vittime

Italia ed estero4 ore fa

Diplomazia energetica, Draghi rilancia la cooperazione con Ankara: “Italia e Turchia sono partner, amici e alleati”

Trento5 ore fa

38 enne accoltellato per strada a Mattarello. Bloccato l’aggressore

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Telescopio Universitario4 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Italia ed estero4 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento – Ucraina, accolte le prime due studiose

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Fausto Iob è stato ucciso, arrestato il presunto colpevole

Politica3 settimane fa

Claudio Cia: «Patt è solo l’ombra del suo passato e pronto a mettersi con tutti per il potere»

Trento2 settimane fa

Chico Forti, lo zio Gianni: «Perchè chi ha promesso non ha mantenuto la parola?»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza