Connect with us
Pubblicità

Trento

Sottosegretario Bressa: «nessun accordo con Panizza sull’autonomia»

Pubblicato

-

La Lega nord denuncia le numerose incongruenze del Patt e in particolar modo critica il lavoro del senatore Franco Panizza gelato dalle parole di Bressa su un possibile accordo per salvaguardare la nostra autonomia dentro il riforma costituzionale che si voterà attraverso il referendum di novembre. 

Su eventuali accordi referendari fra Roma, Trento e Bolzano, Bressa, eletto nelle liste del Pd, è stato infatti molto chiaro: «Evitiamo di dire sciocchezze», spiega in risposta alla posizione del Patt che vincola l’impegno per il sì al referendum costituzionale ad un confronto per ottenere garanzie dal governo:

«Non è previsto alcun incontro specifico, né alcun documento di garanzia – aggiunge ancora Bressa – L’unica cosa che andrebbe fatta è quella di votare sì al 110 per cento al referendum, proprio perché la riforma prevede per la prima volta in Costituzione il meccanismo dell’intesa»

PubblicitàPubblicità

Insomma, insiste il sottosegretario, «Renzi o Boschi non firmeranno alcun documento di garanzia perché lo chiede Panizza per ragioni di politica tutta interna al suo Patt». Parole e affermazioni che sono come macigni sulla giunta Rossi che non viene tenuta in nessuna considerazione dal governo Renzi.

Secondo i vertici della lega Nord le parole del sottosegretario Bressa pronunciate alcuni giorni fa «hanno dimostrato la totale irrilevanza del partito autonomista trentino tirolese nelle trattative della riforma costituzionale che riguardano la autonomia trentina. Il senatore Panizza chiede garanzie prima del voto referendario per poter votare si e Bressa risponde categoricamente “sono sciocchezze”» – questo quanto riportato nella nota della Lega nord.

Per la Lega Nord in concreto il PATT vota favorevolmente al referendum senza battere ciglio, come Franco Panizza ha votato si in Parlamento alla riforma costituzionale, e senza avere nessuna garanzia per la nostra Autonomia prima del voto.

«E il Ministro Boschi non firmerà nessun documento con Rossi sulle garanzie per le autonomie perché questo rientra tra le “problematiche interne al PATT”, ha detto Bressa. I proclami che stiamo sentendo in questi giorni da Rossi e Panizza sulla difesa delle autonomie non servono quindi a nulla e il PATT voterà si al referendum tradendo la autonomia trentina» – termina la nota della Lega

Il senatore Franco Panizza dopo la nomina a Sottosegretario agli Affari Regionali dell’Onorevole Gianclaudio Bressa, ricordò come fosse da sempre amico della nostra terra, interlocutore attento, profondo conoscitore della nostra Autonomia e sensibile alle politiche per la montagna data la sua origine bellunese.

Pubblicità
Pubblicità

«Questa nomina, – affermò allora Panizza –  in un ruolo per noi strategico, come quello degli Affari Regionali – afferma il Segretario del PATT Sen. Franco Panizza – è una garanzia per la nostra Autonomia e una certezza che le nostre istanze saranno tenute in considerazione dal nuovo governo».

Dopo le ultime affermazioni di Bressa dove pare non esserci nessuna garanzia a tutela della nostra autonomia  la fiducia nel sottosegretario potrebbe ora essere pari a zero. 

Ma secondo la Lega Nord il Senatore Panizza è un po’ confuso anche sulla riforma costituzionale del Governo Renzi perché un giorno dice una cosa, il giorno dopo un’altra ancora e a volte si sconfessa anche durante la stessa giornata

«Da una parte infatti egli dice che ha votato convintamente in Parlamento la riforma e che si impegnerà a fare votare Si anche ai trentini; dall’altra però riconosce che la riforma è troppo debole e quindi chiede a Renzi, prima del referendum, garanzie maggiori per poter convincere i trentini a votarla. Una totale contraddizione per giustificare l’appoggio convinto a una riforma che mina alla base la autonomia trentina e che non garantisce la intangibilità del nostro Statuto senza il consenso del Trentino stesso» – incalza Maurizio Fugatti. 

Lo stesso Fugatti ricorda come nel 2006, quando con la riforma costituzionale del Governo di centrodestra veniva garantivo “nero su bianco” il rispetto della intesa per modificare il nostro Statuto di Autonomia, il Patt fece campagna elettorale per il No.

«Il nocciolo del problema sta quindi tutto qui – aggiunge Fugatti – perché il Patt nel 2006 con una riforma che blindava il nostro Statuto fece campagna per il No, ed oggi con una riforma pericolosa per la autonomia trentina la fa invece per il Si»?

«Questa è la domanda principale alla quale Panizza non riesce a rispondere, – termina infine il segretario della Lega nord Trentino –  se non accampando giustificazioni poco plausibili e sostenibili. E quindi richiede “impegni politici” e “garanzie”, per poter fare votare ai trentini quello che però lui in Parlamento ha già votato, senza la presenza né di “impegni politici” e né di “garanzie”»!

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]

Categorie

di tendenza