Connect with us
Pubblicità

L'interrogazione

Vizi di legittimità sulle nomine dei dirigenti a Rovereto, nuova interrogazione di Claudio Cia.

Pubblicato

-

Il consigliere regionale Claudio Cia interviene con una interrogazione sulla deliberazione del Comune di Rovereto che ha recentemente introdotto modifiche radicali nell’assetto organizzativo delle strutture, dell’organigramma e della pianta organica comunale, evidenziando dei possibili vizi di legittimità.

Nello specifico Cia evidenzia come l’adozione della deliberazione non è di competenza della Giunta comunale, ma invece del Consiglio comunale, secondo quanto disposto dal Testo Unico delle leggi regionali sull’ordinamento dei Comuni della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige che attribuisce al Consiglio comunale la competenza deliberatoria, quindi una competenza assoluta, sulla “disciplina del personale non riservata alla contrattazione collettiva e le dotazioni organiche complessive”.

Pertanto nella deliberazione della Giunta comunale di Rovereto n.118 dell’1 agosto 2016 si ravvisa vizio di legittimità per incompetenza e in violazione di legge in quanto adottata da un Organo (la Giunta comunale) non competente a deliberare poiché la materia è esplicitamente attribuita dalla legge al Consiglio comunale. La competenza dell’Organo deliberante è uno degli elementi essenziali per la validità della deliberazione, che nel caso di specie manifesta invece motivo di nullità.

Pubblicità
Pubblicità

Al riguardo, Cia sottolinea come traspaia anche la volontà di escludere il Consiglio comunale dalle scelte trattate in merito, visto che per l’adozione deliberazione si è attesa la pausa estiva dei lavori del Consiglio.

Ecco che il consigliere interroga la Giunta regionale per chiedere se la deliberazione della Giunta comunale di Rovereto, che dovrebbe divenire esecutiva il 14 agosto, manifesti vizi di legittimità per incompetenza dell’Organo deliberante e violazione di legge, determinando così la nullità del provvedimento.

La stessa deliberazione riferisce inoltre in premessa che “…l’Amministrazione comunale, su proposta del Direttore generale, ha quindi condiviso di procedere alla riorganizzazione della struttura organizzativa comunale…” risulta pertanto, con inequivocabile chiarezza, che il proponente del provvedimento non è un Organo del Comune titolato, ma una figura di nomina politica e fiduciaria quale il Direttore generale.

Cia evidenzia come il Direttore generale, di nomina politica e fiduciaria, non solo cura l’istruttoria della deliberazione, ma rilascia anche il “Parere in ordine alla regolarità tecnico–amministrativa”, nonostante questo sia di specifica competenza del Segretario comunale.

Si evidenzia quindi un’ulteriore violazione di legge, che anche nel caso la deliberazione fosse stata assunta dall’Organo competente (il Consiglio comunale) è però motivo di annullabilità della deliberazione, poiché il Direttore generale, peraltro in un contesto che favorisce visibilmente proprio lo stesso, si sostituisce nelle funzioni che la legge inequivocabilmente e tassativamente assegna al Segretario comunale. Claudio Cia chiede quindi per quale motivo e con quale legittimazione il “Direttore generale” del Comune di Rovereto si sia sostituito al Segretario comunale e se questo rientri nelle cause di annullabilità.

Il Testo Unico delle Leggi Regionali sull’Ordinamento del Personale dei Comuni della Regione Autonoma Trentino–Alto Adige dispone che “Il direttore generale è nominato dal sindaco che lo sceglie tra il segretario dell’Ente, un dirigente di ruolo ovvero un dirigente assunto con contratto a tempo determinato”.

Pertanto, presupposto e requisito necessario per l’incarico di Direttore generale è quello di essere in già possesso della qualifica di “Dirigente” al momento della nomina.

Dal “curriculum vitae” presentato dall’attuale “nominato” all’incarico di Direttore generale del Comune di Rovereto e agli atti del Comune di Rovereto, si può constatare che il medesimo proviene dai ruoli della Provincia Autonoma di Trento ed è “Funzionario amministrativo” della Provincia Autonoma di Trento e con tale qualifica in comando presso il Comune di Rovereto.

Da questo si desume che alla data della pubblicazione del Bando di data 2 ottobre 2015 non possedeva la qualifica di “Dirigente” prevista quale presupposto imprescindibile per l’accesso alla selezione pubblica e successiva nomina concernente l’incarico di “Direttore generale” del Comune di Rovereto ed in mancanza di tale qualifica, il sopra citato “Funzionario amministrativo” non poteva ottenere l’ammissione a tale selezione né in conseguenza poteva ottenere l’incarico di Direttore generale del Comune di Rovereto.

Cia chiede a questo punto se debba essere annullata la nomina all’incarico di “Direttore generale” nella persona dell’attuale nominato e riaperto l’accesso all’incarico derivante dalla graduatoria dell’attuata selezione pubblica.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]

Categorie

di tendenza