Connect with us
Pubblicità

Trento

Per l’accoglienza dei profughi in Trentino 50 mila euro al giorno

Pubblicato

-

A dichiararlo è Numa De Masi segretario di Forza Nuova Trentino.

Ma i conti sono subito fatti: basta moltiplicare 39 euro per 1.230 persone presenti oggi sul nostro territorio ed il risultato sfiora ormai i 50 mila euro al giorno destinati a crescere in modo esponenziale nei prossimi giorni quando sul territorio trentino sono destinati ad approdare circa 800 nuovi migranti.

A questo conteggio vanno aggiunti gli enormi costi sostenuti dalla Provincia autonoma di Trento per la ristrutturazione dei centri di accoglienza (vedi Marco di Rovereto ed ex caserme Damiano Chiesa ) che ammonta ad oggi ad oltre 900 mila euro, risorse che non verranno coperte ne dallo stato ne tanto meno dall’Europa. 

Pubblicità
Pubblicità

La situazione relativa ai richiedenti asilo in Trentino – secondo De Masi – sta superando ogni limite di sostenibilità.

«È ormai passato il momento – sostiene Numa De Masi – in cui si credeva ancora alle favole del “scappano dalle guerre e dalla fame”, ed allora, superando anche il limite della vergogna, i rappresentanti della politica provinciale sono passati dalla persuasione, alle minacce. La parole d’ordine è “accoglienza e guai a chi fiata!»

Secondo l’esponente di Forza Nuova l’Assessore alle politiche sociali Zeni, confonde il suo ruolo di Assessore alle politiche sociali, con quello di «assessore agli affari delle cooperative d’accoglienza».

Pubblicità
Pubblicità

Poi De Masi ricorda le richieste «minacciose» di Luca Zeni interpretandole non tanto come valore dell’accoglienza ma come un vero e proprio business per pochi «l’affare deve aumentare e quindi se i Sindaci non trovano sistemazione, – spiega ancora – verranno arbitrariamente impiegati alberghi in disuso e qualsiasi edificio più o meno adatto allo scopo affaristico. Forza Nuova, e non solo, ha smascherato da tempo i falsi presupposti dei cosiddetti migranti, termine scelto all’uopo per una più morbida accettazione del fenomeno».

De Masi grida «basta» al degrado e alla criminalità, che porta la gestione selvaggia di questo tipo di accoglienza ed individua come responsabile il governo trentino, «siamo arrivati all’invasione sostenuta dai vari politici locali – tuona – che invece devono occuparsi dei molti italiani in seria difficoltà. Ormai i suicidi di molti trentini senza futuro sono all’ordine del giorno e quando lo ricordiamo spesso veniamo ricambiati con accuse di razzismo e xenofobia».

«Ebbene, – termina il segretario di Forza Nuova – se avere a cuore il decoro e la sicurezza della comunità locale, vuol dire essere razzisti e xenofobi, noi ci sentiamo fondamentalmente ed orgogliosamente razzisti»

Pubblicità
Pubblicità
2 Comments

2 Comments

  1. io

    16 Agosto 2016 at 14:39

    Purtroppo, a questo punto, credo che l’unica soluzione al problema sia una rivolta generale…

    Non possiamo accogliere e sfamare tutti i mentecatti della terra…
    A differenza di quando dice questo “papa”….

    Ma fino a quando gli italianetti da quattro soldi rimarranno capaci solo di frignare e picchiare i piedi per terra come bambini, non andremo molto lontano…
    Anzi, credo sarà sempre peggio…

    E’ veramente terribile vedere e sentire tutto quello che sta succedendo all’Italia, il mio paese, ridotto ad un campo accoglienza a cielo aperto…

    Non è questo che volevano i miei genitori per il loro/nostro paese….

    Italia agli Italiani!

  2. Enrico

    16 Agosto 2016 at 17:00

    Queste sottospecie di ominicchi politici nostrani sono sono dei miserabili ditattori e, com’è risaputo, gli energumeni non hanno un colore politco. Le opposizioni sono troppo deboli e senza spina dorsale….bla, bla, bla….ed alla fine non combinano nulla di positivo e scaldano solo le sedie. Invece di rivoltare le sale del Consiglio Provinciale o attendere con i forconi che escano questi ottusi e concussi politichini per dargliele di santa ragione, blaterano solo. Lo squallido comportamento di questi scellerati rappresentanti che rimangono indifferenti a tutte le proteste dei cittadini indignati ed anche delle opposizioni di gommapiuma, un tempo, nelle grandi rivoluzioni sociali sarebbe stati spazzati via ed eliminati. Oggi invece, nella nostra finta democrazia, se solo gli apostrofi finisci in galera per anni e loro possono continuare lo sporco lavoro rinnegando in modo vile il mandato ricevuto. Per concludere, poichè non li puoi toccare e nemmeno insultare a livello politico e come comune cittadino, continueranno a fare qual cazzo che vogliono come stanno facendo con gli orsi i cui degni rappresentanti, il Dallapiccola ed il genio del secolo Claudio Groff continuano a blaterare che con i plantigradi bisogna e si deve convivere…ma che andassero….

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]
  • Riceve 100 euro dalla nonna e li usa per comprare mascherine da donare all’ospedale
    “Grazie Dottoressa, vi vogliamo bene, buon lavoro” è la frase che ha reso Christian di soli 8 anni protagonista di un piccolo ed inaspettato gesto che ha commosso tutto il personale sanitario dell’ospedale San Pio di Vasto, Chieti. La frase arriva accompagnata da un gesto che ha emozionato chi, in questi mesi è stato impegnato […]

Categorie

di tendenza