Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

L’odio di Trump per Clinton è lo stesso che uccise Yitzhak Rabin

Pubblicato

-

Yitzhak Rabin morì proprio così. Ucciso dal clima d’odio che i suoi avversari politici avevano montato contro di lui. Lo stesso odio con cui Donald Trump, candidato repubblicano alla Presidenza degli Stati Uniti, sta attaccando l’avversaria democratica, Hillary Clinton.

Il popolo del secondo emendamento potrebbe fermare Hillary Clinton”, ha sentenziato ieri durante un comizio in Nord Carolina il candidato repubblicano, riferendosi alle persone che posseggono armi da fuoco.

Una battuta che si presta a pericolosi fraintendimenti. Poco conta se il suo staff si è affrettato a specificare che Trump intendeva che coloro che posseggono delle armi dovrebbero recarsi alle urne e votare in massa per lui, perché altrimenti Clinton introdurrà leggi più severe in materia.

Pubblicità
Pubblicità

Il modo in cui Trump attacca l’avversaria, dipingendola come la causa di tutti i mali (nei giorni scorsi è arrivato perfino a dire che Clinton ha creato l’ISIS), scalda gli animi dei suoi sostenitori e rischia di innescare la violenza di coloro che non sanno distinguere tra scontro politico e realtà dei fatti.

La politica del “tutto è permesso”, che legittima anche i colpi più bassi, può portare alla tragedia. Dan Malloy, governatore del Connecticut, non ha esitato a paragonare i commenti di ieri del magnate newyorchese alla retorica che precedette l’assassinio di Yitzhak Rabin, il primo ministro israeliano che aveva scommesso sulla pace con i palestinesi, sottoscrivendo gli accordi di Oslo.

Correva l’anno 1995 e la destra israeliana, all’opposizione, non perdeva occasione per insultare Rabin “il traditore”, il “nazista” che aveva svenduto un pezzo di Israele in cambio della pace in Palestina.

Pubblicità
Pubblicità

Parole difficilmente ascrivibili alla semplice dialettica politica. C’è sempre qualcuno che rischia di prenderle sul serio. Il messaggio era chiaro: Rabin era una minaccia per la nazione, l’equivalente di un criminale nazista. E cosa si fa con una persona così? “Si uccide”, avrà pensato l’estremista ebraico Yigal Amir, che lo assassinò a Tel Aviv, il 4 novembre del 1995.

Ma la mano di Amir era stata armata da una frangia della politica israeliana, che con la sua campagna di odio lo aveva “autorizzato” a compiere quel folle gesto.

Pubblicità
Pubblicità

Benjamin Netanyahu, ora primo ministro israeliano, era il leader di questa frangia. Un leader che galvanizzava la piazza di Gerusalemme, dove i più estremisti invocavano la morte di Rabin il “traditore” e sventolavano fotomontaggi di lui vestito con un’uniforme delle SS.

Grida e cartelli che oggi Netanyahu nega di avere sentito e visto.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]

Categorie

di tendenza