Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

L’odio di Trump per Clinton è lo stesso che uccise Yitzhak Rabin

Pubblicato

-

Yitzhak Rabin morì proprio così. Ucciso dal clima d’odio che i suoi avversari politici avevano montato contro di lui. Lo stesso odio con cui Donald Trump, candidato repubblicano alla Presidenza degli Stati Uniti, sta attaccando l’avversaria democratica, Hillary Clinton.

Il popolo del secondo emendamento potrebbe fermare Hillary Clinton”, ha sentenziato ieri durante un comizio in Nord Carolina il candidato repubblicano, riferendosi alle persone che posseggono armi da fuoco.

Una battuta che si presta a pericolosi fraintendimenti. Poco conta se il suo staff si è affrettato a specificare che Trump intendeva che coloro che posseggono delle armi dovrebbero recarsi alle urne e votare in massa per lui, perché altrimenti Clinton introdurrà leggi più severe in materia.

PubblicitàPubblicità

Il modo in cui Trump attacca l’avversaria, dipingendola come la causa di tutti i mali (nei giorni scorsi è arrivato perfino a dire che Clinton ha creato l’ISIS), scalda gli animi dei suoi sostenitori e rischia di innescare la violenza di coloro che non sanno distinguere tra scontro politico e realtà dei fatti.

La politica del “tutto è permesso”, che legittima anche i colpi più bassi, può portare alla tragedia. Dan Malloy, governatore del Connecticut, non ha esitato a paragonare i commenti di ieri del magnate newyorchese alla retorica che precedette l’assassinio di Yitzhak Rabin, il primo ministro israeliano che aveva scommesso sulla pace con i palestinesi, sottoscrivendo gli accordi di Oslo.

Correva l’anno 1995 e la destra israeliana, all’opposizione, non perdeva occasione per insultare Rabin “il traditore”, il “nazista” che aveva svenduto un pezzo di Israele in cambio della pace in Palestina.

Pubblicità
Pubblicità

Parole difficilmente ascrivibili alla semplice dialettica politica. C’è sempre qualcuno che rischia di prenderle sul serio. Il messaggio era chiaro: Rabin era una minaccia per la nazione, l’equivalente di un criminale nazista. E cosa si fa con una persona così? “Si uccide”, avrà pensato l’estremista ebraico Yigal Amir, che lo assassinò a Tel Aviv, il 4 novembre del 1995.

Ma la mano di Amir era stata armata da una frangia della politica israeliana, che con la sua campagna di odio lo aveva “autorizzato” a compiere quel folle gesto.

Benjamin Netanyahu, ora primo ministro israeliano, era il leader di questa frangia. Un leader che galvanizzava la piazza di Gerusalemme, dove i più estremisti invocavano la morte di Rabin il “traditore” e sventolavano fotomontaggi di lui vestito con un’uniforme delle SS.

Grida e cartelli che oggi Netanyahu nega di avere sentito e visto.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza