Connect with us
Pubblicità

L'interrogazione

Cinformi: la farsa del bando per giornalisti

Pubblicato

-

Cinformi ha dato il via attraverso un bando all’affidamento del servizio comunicazione, in poche parole cerca un ufficio stampa.

I criteri usati per la ricerca di questo ufficio stampa hanno subito lasciato basiti molti, e francamente viene da pensare che i requisiti richiesti, quasi inaccessibili alla maggior parte dei professionisti, siano stati creati a doc per «pilotare» il bando verso alcuni soggetti magari decisi a tavolino.

Fra i molti a pensarla così c’è anche il consigliere provinciale di Agire Claudio Cia che ha subito depositato un’interrogazione alla giunta provinciale «viene da sorridere, per non dire da piangere, nell’apprendere che la Giunta provinciale ha nominato tre componenti della commissione che dovrà scegliere un giornalista professionista, su una rosa di cinque auto candidature poi ridotte a tre, per affidargli il servizio di ufficio stampa».

Pubblicità
Pubblicità

Claudio Cia ha comunicato che nei prossimi giorni farà pervenire in busta chiusa presso le rispettive redazioni dei giornali il nominativo che rientra negli “stringenti” criteri stabiliti. Come dire tutto è stato già deciso e il bando è solo un paravento.

Ricordiamo che la durata dell’incarico sarà di 12 mesi, eventualmente prorogabile di altri 24 mesi. L’importo a base di gara, condotta con trattativa privata, è di 62.970 euro lordi per un anno, ma con eventuale proroga di altri due anni il totale complessivo, sempre lordo, sarebbe di 188.910 euro.

Come detto la cosa che salta immediatamente all’occhio, e che fa sorgere qualche dubbio, sono i criteri di cui devono essere in possesso i candidati. Sono talmente stringenti e limitati, – lo ribadisce anche Claudio Cia –  che sembrerebbero essere ritagliati su misura per qualcuno. In particolare, “l’avere realizzato direttamente ed in proprio, nel triennio antecedente la data di pubblicazione dell’avviso esplorativo, servizi analoghi a quelli previsti dal capitolato, di importo complessivo non inferiore a 100.000,00 euro al netto di Iva e Inpgi, a favore di enti pubblici o privati. Per servizi analoghi si intendono i servizi di informazione e comunicazione nel settore dell’immigrazione, in materia sociale, interculturale ed interreligiosa”.

Pubblicità
Pubblicità

Ora, – si legge nella premessa dell’interrogazione del consigliere – la domanda sorge spontanea – quanti sono i giornalisti professionisti in Trentino che rientrano in questa categoria? Crediamo pochi, dal momento che gli altri criteri restringono ancora più il campo: professionista da almeno 10 anni, esperienza di almeno 5 anni nella realizzazione giornalistica di produzioni radiotelevisive, con particolare riferimento alla divulgazione dell’accesso ai servizi pubblici, oltre che una ulteriore esperienza di almeno 5 anni nell’attività di informazione e comunicazione presso enti pubblici o privati. «Manca giusto il numero di scarpe, viene da aggiungere»scherza ironicamente Cia.

«La sensazione di dubbio che deriva dopo aver letto simili criteri di selezione è forte: non è che il candidato sia in realtà già stato deciso? E, se così fosse, che senso ha indire una trattativa privata nominando una commissione? Non sarebbe stato meglio affidare direttamente il servizio? Ammesso che serva, e qui nascono altre considerazioni» – si chiede Cia

Leggendo la determina si afferma che la comunicazione nell’ambito dell’immigrazione, quindi per il Cinformi, è necessaria per “far conoscere agli stranieri i loro diritti e i loro doveri e di facilitare loro l’accesso ai servizi pubblici presenti sul territorio provinciale. La comunicazione inoltre – si legge ancora – favorisce la positiva costruzione di relazioni tra i cittadini autoctoni e gli stranieri e si presenta come strumento capace di progettare un percorso integrativo attraverso iniziative ispirate a criteri di convivenza in una società multiculturale”. Tradotto: «utilizzare un linguaggio altisonante e frasi tortuose per far digerire ai cittadini certe scelte politiche. Una politica che non sembra preoccuparsi troppo dell’integrazione o della sicurezza sociale, da cui dipende quella fisica, d’altronde se uno non ha da lavorare, può anche finire a rubare. Una politica che, invece, si preoccupa di creare le condizioni per farci credere che tutto va bene»si legge infine nel documento di Claudio Cia. 

Per questo Cia chiede alla giunta provinciale, chi sono i candidati selezionati, se i candidati selezionati abbiano già svolto attività per il Cinformi nei tre anni precedenti la pubblicazione del bando; chi ha stabilito i criteri di selezione, con particolare riferimento alla voce relativa l’avere realizzato direttamente ed in proprio, nel triennio antecedente la data di pubblicazione dell’avviso esplorativo, servizi analoghi a quelli previsti dal capitolato, di importo complessivo non inferiore a 100.000,00 euro al netto di Iva e Inpgi, a favore di enti pubblici o privati e come mai è stato deciso di procedere con trattativa privata.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza