Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Portogallo campione d’Europa

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Saudade, “un piccolo regno alla conquista del mondo”, è il passato marinaro e lo spirito malinconico, la dittatura e la consacrazione democratica. Il periodo coloniale descrive l’epoca dorata, le miniere e il commercio con l’abbondanza di oliveti, campi di grano e vigneti.

La grandeur française, delinea “il laboratorio politico d’Europa” contraddistinto dal potere assoluto e i privilegi della nobiltà. La grande Rivoluzione e lo stato repubblicano marcano l’evoluzione sociale, i siti storici e archeologici, castelli medievali e le cattedrali gotiche sono le tracce assennate nei territori.

Fernando Santos nato a Lisbona, la capitale del fado e Didier Deschamps di Bayonne nella regione di Aquitania a pochi chilometri dal confine spagnolo, sono i condottieri fieri e dignitosi del profondo e illustre passato.

Pubblicità
Pubblicità

L’ATMOSFERA – Domenica 10 luglio ore 21.00 si celebra allo “Stade de France” la disputa tra Portogallo e Francia, la finale di Euro2016, nel giorno in cui si ricordano Sante Rufina e Seconda, sorelle martiri di Roma.

La serata meteo nella cintura settentrionale parigina è calda, il cielo limpido dopo una giornata soleggiata, la temperatura misurata è di venticinque gradi centigradi.

LE FORMAZIONI E L’ARBITRO – Lo staff portoghese disegna il modulo 4-1-4-1 con Rui Patricio in porta. Il pacchetto arretrato è allineato con Cedric, Pepe, Fonte e Raphael Guerreiro. Davanti alla difesa funge da frangiflutti William Carvalho. Il centrocampo è sorretto da Renato Sanches, Adrien Silva, Joao Mario e Nani. Davanti, Cristiano Ronaldo spazia sul fronte offensivo.

Pubblicità
Pubblicità

L’arbitro dell’incontro è il quarantunenne inglese, Mark Clattenburg.

Il fischietto nativo di Consett, nella contea di Durham, dirige di recente la finale di FA Cup a Wembley tra Manchester United e Crystal Palace e quella milanese di Champions League tra Real e Atlético de Madrid.

Sul “vert” gli assistenti dell’elettricista d’oltremanica sono i connazionali, Simon Beck e Jake Collin. I giudici di linea sono Anthony Taylor e Andre Marriner. Il quarto uomo è l’ungherese Viktor Kassai.

La guida tecnica di Clairefontaine schiera il modulo 4-2-3-1 con Lloris tra i pali. L’architrave difensivo è costituito da Sagna, Koscielny, Umtiti ed Evra. Nel reparto nevralgico del campo si colloca Pogba in compagnia di Matuidi. In avanti, il tridente, assemblato da Sissoko, Griezmann e Payet, supporta la punta centrale Giroud.

I NUMERI – E’ la quarta sfida in un torneo ufficiale. I galletti superano i lusitani nei tre precedenti incontri: Euro1984, Euro2000 e World Cup2006.

Per gli amanti delle statistiche, si son giocati 24 partite nella storia tra i rossi e i bleus; la squadra transalpina può vantare 18 vittorie e 5 sconfitte, 1 solo pareggio.

L’ultima vittoria del Portogallo nel friendly match del lontano 26 aprile 1975; la Seleção das Quinas espugna (0-2) il Parco dei Principi con le reti di Nené e Marinho.

Nelle competizioni, messe in scena nei propri confini, “ Les Bleus” non sbagliano e trionfano nelle finali di Euro84 e World Cup98 (perdono nei tornei del 1938 e 1960). CR7 spreca, invece, la finale di Lisbona a Euro2004 contro la Grecia.

LA CRONACA – Dopo centoventi minuti il match tra Portogallo e Francia termina con la vittoria dei rossi (1-0).

Nei primi venti minuti gli undici di Deschamps si dispongono con ordine, disegnano buone trame sul green sfruttando gli spazi perimetrali con ritmo e determinazione. Il pallino del gioco e il possesso palla pendono nella metà campo dei galletti.

Il team dei lusitani si chiude in trincea fatica nel gioco di rimessa, la mediana non innesca le ripartenze, la linea bassa subisce il forcing. Si registrano inusuali sbavature nei disimpegni e nelle uscite dalle retrovie.

Cristiano Ronaldo in lacrime esce dal rettangolo con l’ausilio della barella, dopo l’intervento di Payet, sostituito da Quaresma (al minuto 25).

Nel finale della prima frazione la contesa trova l’equilibrio, il ritmo non è elevato, il gioco piacevole e la tecnica dei portoghesi (orfani di CR7) supera l’intensità agonistica.

Dopo la ricreazione e il tè caldo, Joao Mario e compagni alzano di qualche metro il baricentro e mostrano l’innata capacità nel giostrare tra i ranghi.

La mediana è accorta e ordinata, l’attacco finalmente punge negli spazi profondi.

La Francia è concreta come da copione, spinge sul piano fisico nonostante gli sforzi di giovedì al Velodrome con i panzer tedeschi, abile tatticamente nelle linee.

Gignac difende palla nel cuore dell’area di Rui Patricio, si libera con una finta di Pepe e spedisce la sfera sul primo palo (al minuto 90+2).

La prima finale della storia degli Europei che finisce senza goal dopo novanta minuti.

I tempi supplementari sono amari per i Bleus, la Seleção Portuguesa de Futebol è cinica e letale.

Su calcio di punizione Raphael Guerreiro colpisce la traversa (al minuto 108). Nei frangenti successivi Eder s’incunea nelle maglie transalpine e dal limite trafigge Lloris, sorpreso nella circostanza (al minuto 109).

Il settore occupato dai portoghesi s’infiamma, le piazze di Lisbona festeggiano, il piccolo Portogallo diviene Campione d’Europa con merito.

Finiscono sul taccuino dei cattivi, Cedric, Joao Mario, Umtiti, Guerreiro, Matuidi, William Carvalho, Koscielny, Pogba sanzionati dall’arbitro con il cartellino giallo.

IL POST – La squadra di Fernando Santos vince il primo torneo internazionale della sua storia.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella26 minuti fa

Il Giro d’Italia passa in Val di Non: le indicazioni per la viabilità

Bolzano3 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento3 ore fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento3 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento4 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento4 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento4 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero5 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento6 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento6 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro6 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica7 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero7 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza