Connect with us
Pubblicità

Trento

Capotreno aggredita da tre nigeriani senza biglietto finisce al Pronto soccorso

Pubblicato

-

Rovereto – Nuovo increscioso episodio sulla tratta Verona Brennero, successo sabato pomeriggio grazie al quale torna prepotentemente alla ribalta il problema della sicurezza sui treni.

Una donna 45 enne, capotreno del convoglio, mentre stava lavorando ha chiesto il biglietto a tre nigeriani che stavano viaggiando sul treno.

Nessuno dei tre era provvisto di biglietto e uno dei nigeriani era in possesso di una tessera della Provincia di Trento che permette di viaggiare gratis sui mezzi pubblici.

Pubblicità
Pubblicità

La donna nel pieno delle sue funzioni controllava il biglietto di tutti i viaggiatori, ma quando ha chiesto il biglietto ai tre nigeriani sono cominciati i problemi.

I 3 si sono subito innervositi, specie dopo che la capotreno ha voluto controllare anche la tessera della provincia per capirne l’eventuale provenienza. Il controllo è avvenuto mentre il mezzo stava raggiungendo la stazione di Rovereto dove i 3 migranti volevano scendere.

Improvvisamente uno dei tre ha cominciato a minacciare verbalmente e fisicamente la donna. Poi la cosa è degenerata, infatti la capotreno è stata spinta con violenza contro una parete dello scompartimento, colpita e graffiata con rabbia lungo tutto un braccio.

Pubblicità
Pubblicità

Poi i tre, dopo aver strappato di mano la tessera sono furtivamente scesi dal treno e fuggiti a gambe levate. La donna, completamente sotto shock e ferita, una volta arrivata a Bolzano si è recata al pronto soccorso dell’ospedale di San Maurizio per una visita di controllo, denunciando quanto avvenuto.

Per la donna i medici, dopo averla medicata e visitata hanno emesso una prognosi di una settimana.  Non è il primo episodio di aggressione al capotreno sulla tratta Verona – Brennero, sempre purtroppo adopera di immigrati,  infatti nei mesi scorsi ne sono stati registrati altri, anche se non certo di una simile portata come questo.

L’ipotesi è anche che uno dei tre nigeriani, quello in possesso della tessera della provincia autonoma di Trento, possa  essere un richiedente asilo ospitato in qualche centro di accoglienza o in case private affittate dal Cinformi per conto dell’amministrazione provinciale. Le forze dell’ordine hanno iniziato le indagini per scoprire i tre colpevoli.

Ogni giorno almeno un centinaio di giovani nigeriani partono da Verona per venire a elemosinare in regione o per spacciare. Sono organizzati tra di loro, salgono su un paio di treni regionali alla mattina presto e scendono a Rovereto, Trento e Bolzano. Nel primo pomeriggio sono di nuovo in treno per tornare a Verona.

Quasi nessuno di loro paga il biglietto. Il lavoro del capotreno è fare rispettare le regole. «Ma tanto anche se fai le multe, non vengono mai pagate». «Allora li devi convincere a scendere alla stazione successiva – aggiunge un capotreno – convincere, perché non li puoi obbligare. Ci provi con uno, con due, ne puoi avere venti-trenta nello stesso treno. Si appellano alla tua pietà, ti dicono che non hanno soldi, che devono mangiare. Ma tu sai che spesso un po’ di soldi ci sono e forse non sono nemmeno pochi. Allora insisti, perché è il tuo lavoro…».

Ma questi spostamenti sono noti da tempo, alcuni di loro scendono alle fermate di Salorno o Egna per salire sugli autobus di linea che li portano in val di Fiemme e Fassa. Su questi mezzi, -ci viene segnalato da un lettore – essendo degli irregolari pagano il biglietto per evitare problemi con le FF.OO. Altri invece salgono alla fermata di Via Brennero, sono “profughi” ospitati alla residenza Brennero (ex motel Agip) viaggiano con abbonamento che permette a loro di spostarsi gratuitamente su tutto il territorio provinciale.

Cosa vadano a fare in val di Fiemme e Fassa alle 6 di mattina è per tutti ancora un mistero.

Ma la verità è che i controllori non insistono più di tanto perché alla fine hanno paura di essere aggrediti e pestati, ed in fondo solo perché fanno il loro lavoro. Il personale dei treni da tempo chiede più agenti della Polfer sui treni e la possibilità di usare almeno i Taser per difendersi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Superbonus, arriva la CILA semplificata: il modello che dimezza la burocrazia
    Da oggi sarà più semplice accedere e richiedere lo sgravio per il superbonus 110%, grazie ad una norma all’interno del Decreto Semplificazioni che dimezza la burocrazia. CILA, il documento semplificato per l’accesso al Superbonus, come... The post Superbonus, arriva la CILA semplificata: il modello che dimezza la burocrazia appeared first on Benessere Economico.
  • Grandi imprese, un Fondo di 400 milioni a sostegno delle aziende in momentanea difficoltà
    Dal Ministero dello Sviluppo Economico arriva al notizia di un fondo da 400 milioni istituito per il sostegno delle aziende che si trovano in momentanea difficoltà a causa dell’emergenza covid. Cos’è Si tratta di una... The post Grandi imprese, un Fondo di 400 milioni a sostegno delle aziende in momentanea difficoltà appeared first on Benessere […]
  • Stop cartelle ad agosto, ma ripartono le rate saldo – stralcio e rottamazione -ter
    L’agenzia delle Entrate e riscossione comunica le novità introdotte dal Decreto Sostegni Bis riguardo l’invio delle cartelle esattoriali. In particolare, è stato confermato lo stop ad agosto, ma ripartiranno le rate del saldo -stralcio e... The post Stop cartelle ad agosto, ma ripartono le rate saldo – stralcio e rottamazione -ter appeared first on Benessere […]
  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Vacanze nell’aria, in Italia l’incredibile esperienza del viaggio in mongolfiera
    Un turismo diverso, lento ma intenso, sospesi in aria e trasportati dal vento, ma senza la fretta di arrivare. Il fascino di un’escursione in mongolfiera sorprende sempre e regala emozioni difficili da dimenticare. In molte regioni d’Italia le occasioni di viaggiare alla velocità dettata dal vento, ammirando coste e campagne, mare cristallino e vigne, non […]
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]

Categorie

di tendenza