Connect with us
Pubblicità

Trento

Capotreno aggredita da tre nigeriani senza biglietto finisce al Pronto soccorso

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Rovereto – Nuovo increscioso episodio sulla tratta Verona Brennero, successo sabato pomeriggio grazie al quale torna prepotentemente alla ribalta il problema della sicurezza sui treni.

Una donna 45 enne, capotreno del convoglio, mentre stava lavorando ha chiesto il biglietto a tre nigeriani che stavano viaggiando sul treno.

Nessuno dei tre era provvisto di biglietto e uno dei nigeriani era in possesso di una tessera della Provincia di Trento che permette di viaggiare gratis sui mezzi pubblici.

Pubblicità
Pubblicità

La donna nel pieno delle sue funzioni controllava il biglietto di tutti i viaggiatori, ma quando ha chiesto il biglietto ai tre nigeriani sono cominciati i problemi.

I 3 si sono subito innervositi, specie dopo che la capotreno ha voluto controllare anche la tessera della provincia per capirne l’eventuale provenienza. Il controllo è avvenuto mentre il mezzo stava raggiungendo la stazione di Rovereto dove i 3 migranti volevano scendere.

Improvvisamente uno dei tre ha cominciato a minacciare verbalmente e fisicamente la donna. Poi la cosa è degenerata, infatti la capotreno è stata spinta con violenza contro una parete dello scompartimento, colpita e graffiata con rabbia lungo tutto un braccio.

Pubblicità
Pubblicità

Poi i tre, dopo aver strappato di mano la tessera sono furtivamente scesi dal treno e fuggiti a gambe levate. La donna, completamente sotto shock e ferita, una volta arrivata a Bolzano si è recata al pronto soccorso dell’ospedale di San Maurizio per una visita di controllo, denunciando quanto avvenuto.

Per la donna i medici, dopo averla medicata e visitata hanno emesso una prognosi di una settimana.  Non è il primo episodio di aggressione al capotreno sulla tratta Verona – Brennero, sempre purtroppo adopera di immigrati,  infatti nei mesi scorsi ne sono stati registrati altri, anche se non certo di una simile portata come questo.

L’ipotesi è anche che uno dei tre nigeriani, quello in possesso della tessera della provincia autonoma di Trento, possa  essere un richiedente asilo ospitato in qualche centro di accoglienza o in case private affittate dal Cinformi per conto dell’amministrazione provinciale. Le forze dell’ordine hanno iniziato le indagini per scoprire i tre colpevoli.

Ogni giorno almeno un centinaio di giovani nigeriani partono da Verona per venire a elemosinare in regione o per spacciare. Sono organizzati tra di loro, salgono su un paio di treni regionali alla mattina presto e scendono a Rovereto, Trento e Bolzano. Nel primo pomeriggio sono di nuovo in treno per tornare a Verona.

Quasi nessuno di loro paga il biglietto. Il lavoro del capotreno è fare rispettare le regole. «Ma tanto anche se fai le multe, non vengono mai pagate». «Allora li devi convincere a scendere alla stazione successiva – aggiunge un capotreno – convincere, perché non li puoi obbligare. Ci provi con uno, con due, ne puoi avere venti-trenta nello stesso treno. Si appellano alla tua pietà, ti dicono che non hanno soldi, che devono mangiare. Ma tu sai che spesso un po’ di soldi ci sono e forse non sono nemmeno pochi. Allora insisti, perché è il tuo lavoro…».

Ma questi spostamenti sono noti da tempo, alcuni di loro scendono alle fermate di Salorno o Egna per salire sugli autobus di linea che li portano in val di Fiemme e Fassa. Su questi mezzi, -ci viene segnalato da un lettore – essendo degli irregolari pagano il biglietto per evitare problemi con le FF.OO. Altri invece salgono alla fermata di Via Brennero, sono “profughi” ospitati alla residenza Brennero (ex motel Agip) viaggiano con abbonamento che permette a loro di spostarsi gratuitamente su tutto il territorio provinciale.

Cosa vadano a fare in val di Fiemme e Fassa alle 6 di mattina è per tutti ancora un mistero.

Ma la verità è che i controllori non insistono più di tanto perché alla fine hanno paura di essere aggrediti e pestati, ed in fondo solo perché fanno il loro lavoro. Il personale dei treni da tempo chiede più agenti della Polfer sui treni e la possibilità di usare almeno i Taser per difendersi.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro2 ore fa

Auto finisce fuori stada rimandendo un bilico sul ciglio della rampa

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Brindisi, sorrisi e musica per i coscritti 70enni di Predaia

Trento4 ore fa

Aggressione Martina Loss, la solidarietà e la condanna del mondo politico

Trento5 ore fa

Le previsioni di Meteotrentino indicano probabilità media di temporali intensi con grandine

Trento5 ore fa

Consorzio B.I.M. dell’Adige: questa mattina la presentazione del progetto «L’acqua e i giovani»

Trento5 ore fa

Coronavirus: 218 contagi e un decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Piana Rotaliana5 ore fa

Lavis incontra Prijedor, città della Bosnia-Erzegovina

Trento5 ore fa

Farmacie comunali: nel 2021 un utile netto di 1,28 milioni di euro

Giudicarie e Rendena6 ore fa

E’ morto Annibale Bianchi, originario di Lardaro: aveva partecipato al raduno degli Schutzen in Passiria

Trento6 ore fa

Assicurazione, il rimborso dei costi esteso alle associazioni di promozione sociale

Italia ed estero6 ore fa

Università Bocconi di Milano: come si accede a questo prestigioso ateneo?

Trento6 ore fa

Sabato 28 il convegno distrettuale del Vigili del fuoco volontari di Gardolo

Trento6 ore fa

La seduta con il consiglio provinciale giovanile, Fugatti: “I giovani sono il futuro del Trentino e dell’Europa”

Trento6 ore fa

“Ci pensiamo noi”: presentati in Consiglio provinciale i progetti degli studenti di tre istituti

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Operaio ustionato in volto da un ritorno di fiamma: incidente sul lavoro a Romeno

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Politica4 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Telescopio Universitario4 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento4 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Politica3 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento4 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

In fiamme un camioncino nel parcheggio del Rovercenter – IL VIDEO

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza