Connect with us
Pubblicità

Trento

Malattie neurologiche: il sì della Cassazione all’indennità di accompagnamento.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il direttore dell’Osservatorio regionale Cure palliative e medicina del dolore in Campania, Sergio Canzanella, comunica che: «la Cassazione ha riconosciuto l’indennità di accompagnamento di 450 euro al mese anche ai malati affetti da patologie neurologiche». Si tratta, spiega, di: «Alzheimer (in Campania attualmente si stimano dai 60.000 agli 80.000 casi, e più di 200.000 familiari coinvolti), Parkinson (l’età media di esordio è intorno ai 58-60 anni, ma circa il 5 % dei pazienti può presentare un esordio giovanile tra i 21 ed i 40 anni), sclerosi multipla (soltanto in Italia ci sono circa 71.000 malati, con una frequenza di 1 ogni 1.000-1.500 abitanti. Decisamente allarmante il dato della Campania dove ci sono 7.000 casi di malattia e si registra un aumento dei casi in età pediatrica) ed ictus (in Italia vi sono circa 200.000 nuovi casi e circa 1 milione di persone che vivono con esiti invalidanti della malattia)».

Infatti, la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 5032 del 15 marzo 2016 ha ribadito che: «il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento deve essere determinato in considerazione della capacità dell’assistito di compiere gli elementari atti giornalieri, da intendersi non solo in senso fisico, altresì come salvaguardia della condizione psico-fisica del soggetto».

Pubblicità
Pubblicità

Questo articolo riprende, con lievi modifiche, un testo apparso su Il Denaro il 05.07.2016

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza