Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Un rullo compressore chiamato Faggioli insidia ormai il primato di Mauro Nesti

Pubblicato

-

Simone Faggioli, ancora lui, sempre lui. Il pilota fiorentino della Best Lap ha conquistato il settimo successo consecutivo alla Trento – Bondone, l’ottavo complessivo, e lo ha fatto per la quinta volta, battendo il record della gara.

Il 9’10”68 stabilito un anno fa ha resistito giusto dodici mesi, il minimo sindacale, è bastato che il leader della classifica italiana ed europea tornasse su questo tracciato per vedere polverizzato quel tempo con un 9’07”66. A forza di vincere questa gara e di stabilire nuovi tempi limite, Faggioli ha quasi raggiunto il mito Mauro Nesti per numero di successi (8 quelli del primo, 9 quelli del pistoiese) e si è avvicinato brutalmente alla barriera dei 9 minuti.

Se sia invalicabile o meno lo diranno le prossime edizioni. Fatto sta che una media di 113,7 chilometri all’ora su un percorso come questo fa paura. Contro un binomio tanto spietato Christian Merli sta provando da anni ad opporre le migliori resistenze, ma gli manca sempre qualcosa, soprattutto se gli capita di danneggiare la vettura in prova, come è accaduto questa volta, e di gareggiare senza averla sistemata del tutto, nonostante il lavoro notturno e mattutino dei suoi meccanici.

Pubblicità
Pubblicità

La gara l’ha affrontata e si è pure portato a casa il quarto secondo posto alla Trento – Bondone, ma i 31 secondi di distacco da Faggioli la dicono lunga sulla differenza esistente.

La vera sorpresa della giornata è sicuramente la terza piazza del giovane umbro Michele Fattorini, con la nuova Osella PA 2000 Evo, che è riuscito a tenersi alle spalle altri due talenti come Domenico Scola (Osella FA 30 Zytek), vittima di un calo di potenza della sua vettura, e Federico Liber (Gloria C8P Evo), capace di abbassare ulteriormente il 9’56”26 dello scorso anno in un 9’54”04. In questo modo ben cinque piloti sono riusciti a scendere sotto la soglia dei 10 minuti, ed è la prima volta che accade.

La battaglia più avvincente della giornata forse è stata proprio quella per il terzo gradino del podio.

Pubblicità
Pubblicità

Nel gruppo CN Achille Lombardi partiva da favorito, anche alla luce di una netta superiorità espressa in prova, ma in una toccata ha rotto un cerchio della sua Osella PA 21 EVO e ha dovuto lasciare strada al calabrese Luca Ligato (Osella PA 21 EVO Honda), sesto assoluto. Un’uscita è stata fatale anche al trentino Matteo Moratelli, che ha dovuto abbandonare, chiudendo senza sorrisi un week end davvero avaro di soddisfazioni. Dietro a Ligato si sono così piazzati, nel gruppo, il padovano Francesco Turatello sulla Osella PA 21 e il piacentino Severino Gallini sulla Tatuus PY 012 con motore Honda.

Tornando alla classifica generale, dietro al ceco Milan Svoboda (Lola Zytek F. 3000), compare Diego Degasperi, che si impone fra le monoposto di classe 2000, mostrando un feeling sempre più marcato con la sua Lola Honda.

Nona posizione per il siciliano Luigi Bruccoleri sulla Osella PA 2000 Honda, che ha accusato problemi di freni i quali già in prova stavano per costargli cari, completa la top ten un altro pilota di casa, quale Adolfo Bottura su Osella FA 30 Zytek, che non ha centrato il proprio record personale come si era prefisso.

Duello tutto trentino nello spettacolare gruppo GT, nel quale l’assegnazione del primato si è risolto in un derby fra la Porsche GT3 di Marco Cristoforetti e la Porsche 997 di Giuseppe Ghezzi, alla fine divisi da appena 4 secondi a favore del noneso, che ha così concesso il bis dopo il successo del 2015. Terza piazza di gruppo e affermazione tra le GT Cup per Luca Gaetani su Ferrari 458.

Ha dato spettacolo l’Alfa 155 V6 di Marco Gramenzi nel gruppo E1-E2SH, che ha vinto senza difficoltà grazie allo stop di Marco Iacoangeli (Bmw 320i), dovuto al surriscaldamento del motore. Seconda piazza per il trentino Michael Valentini sulla Peugeot 207 Super 2000, che ha vinto il gruppo E1 Italia, terza di Silvio Longhi (Ford Mondeo Superturismo), anch’essa di classe 2000. In classe 1600 affermazione per l’esperto veneto Michele Ghirardo sempre molto concreto sulla Honda Civic.

Nel gruppo A una notte di lavoro dei meccanici ha permesso a Tiziano Nones di prendere il via dopo che i problemi alla centralina elettrica avevano bloccato la sua Citroen C4 WRC in prova. Il trentino ha bissato il successo del 2015, precedendo la leader della classifica Gabriella Pedroni (Mitsubishi Lancer Evo VIII), autrice di un’ottima prestazione. Bronzo per l’esperto veneto Ivano Cenedese (Renault Clio RS).

Anche nel gruppo N sul gradino più alto del podio è finito un trentino, in questo caso di origine sorrentina: stiamo parlando di Antonino “O Play” Migliuolo su Mitsubishi Lancer EVO, che ha prevalso di un soffio sull’altoatesino Rudi Bicciato, appena 43 centesimi. Per lui questa è la prima vittoria al Bondone dopo dieci anni di tentativi. Completa il podio la Mitsubishi Lancer di Francesco Allieri.

Ivan Pezzolla ha vinto in gruppo Racing Start RSTB, seconda piazza alla sua prima volta al Bondone per l’altro pugliese della Fasano Corse Giacomo Liuzzi.

Da ricordare che l’associazione “Un sogno per Vincere” ha portato in gara Antonio Lopez e Stefano Zanardelli, entrambi su Mini Cooper Jcw. Un’esperienza che non dimenticheranno mai.

Infine fra le vetture storiche primo successo alla Trento – Bondone in carriera per il rodigino Giovanni Ambroso, che ha portato la sua Osella PA 9/90 a superare l’agguerritissima concorrenza di Jean Marie Almeras (Porsche 935), superandolo di 8 secondi. Terzo gradino del podio per il levicense Remo Decarli (Fiat X1/9 Dallara), ormai abbonato a questa piazza.

Simone Faggioli – «Io imbattibile? Non c’è nessuno di imbattibile. Si corre conto il tempo e si cerca di fare il meglio possibile. Vincere qui con il nuovo record è una gioia incredibile perché la Trento-Bondone è una delle gare più difficili. Voglio dedicare il successo al mio team e alla mia famiglia: l’inizio di stagione è stato particolarmente difficile sotto il profilo della messa a punto, ma ora siamo riusciti a trovare il giusto assetto. Finalmente siamo usciti dal “tunnel”. Non ho vinto io soltanto, ma è stata una vittoria di gruppo. Ora sono a un passo dal record di successi di Nesti e sarebbe bello riuscire a eguagliare un mito come lui.  Andre sotto i 9 minuti? Non è facile. Ogni anno riesco ad abbassare il mio record di qualche secondo, ma è chiaro che più si va avanti e più diventa difficile migliorarsi. Ora mi godo questa giornata. Ogni edizione della Trento-Bondone è un’avventura diversa e c’è sempre da soffrire, anche se questo è obiettivamente un bel soffrire. Da domani si guarda avanti, al campionato italiano e all’Europeo: nel circuito continentale ci aspettano due gare molto veloci e so che con Merli ci sarà da battagliare» 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Alfio Ghezzi: al Mart il perfetto connubio tra territorio, tradizione e semplicità
    Gli anni dell’infanzia, si sa, sono quelli che più segnano la nostra personalità nell’età adulta, e così dopo le esperienze nei più blasonati alberghi italiani e gli anni trascorsi con i maestri Gualtiero Marchesi e Andrea Berton, Alfio Ghezzi mai avrebbe immaginato che il Mart, nel suo Trentino, sarebbe diventato così importante per lui. Si […]
  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]

Categorie

di tendenza