Connect with us
Pubblicità

Trento

Speronamento auto polizia a Cadine, ANVU: «siamo poco tutelati dalle istituzioni»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo l’inseguimento e lo speronamento da parte di 4 minorenni che con un’auto rubata nei confronti di una macchina della polizia locale Marco Demattè presidente dell‘ANVU, (associazione polizia) reagisce con toni durissimi.

L’auto dei ladri nel corso dell’inseguimento ad alta velocità la vettura dopo aver speronato la pattuglia della polizia locale, per guadagnare la fuga e sottrarsi all’identificazione si è cappottata. L’incidente poteva avere anche conseguenze tragiche, e non solo per coloro che stavano fuggendo. (qui l’articolo)

Si tratta purtroppo in pochi giorni del secondo inseguimento ad alta velocità di veicoli che non si fermano all’alt operati della Polizia Locale di Trento contraddistinti da altrettanti speronamenti della vettura d’istituto da parte degli inseguiti. Il primo fatto si era svolto nelle vie del sobborgo di Gardolo neppure un mese addietro: anche in quella circostanza erano state fermate delle persone e successivamente condotte indagini per identificare due persone che si erano date alla fuga.

Sul caso attraverso una nota interviene l’ANVU, «Tutto ciò con perfetta incuranza da parte dei conducenti dei veicoli inseguiti dell’incolumità propria ed altrui, compresa quella delle donne e uomini della Polizia Locale che si impegnano ogni giorno per la salvaguardia dell’incolumità e della proprietà dei nostri concittadini.

Nella nostra provincia, che le Istituzioni ci ricordano essere tra le più tranquille del Paese, a memoria degli Operatori di Polizia più anziani del comando di via Maccani e dei colleghi di altre Forze dell’Ordine, non risultano fatti analoghi che hanno visto i veicoli d’istituto ed i loro occupanti interessati da uno speronamento volontario da parte degli inseguiti finalizzato a far desistere i poliziotti dall’inseguimento, dal controllo e dalla cattura dei malviventi».

In una intervista del Presidente Nazionale ANVU Nicola SALVATO rilasciata ad un gionale locale in occasione del primo speronamento, si legge: “Stigmatizzo l’episodio perché rappresenta una volontà tenacemente protesa alla fuga nella prospettiva dell’impunità. Il fatto va sanzionato con il massimo rigore perché simbolo del dolo, della volontà di volersi sottrarre al controllo, dello sfregio e dell’incuranza per l’incolumità degli Operatori. È giusto che anche l’opinione pubblica stigmatizzi l’episodio, perché la nostra funzione principale come agenti della polizia locale, è di ausilio per il cittadino e non di vessazione.”

Pubblicità
Pubblicità

Secondo Demattè le sue parole sono cadute nel vuoto: «l’opinione pubblica rappresentata ad ogni livello politico non solo non ha condannato il gesto, ma i diretti responsabili del Servizio di polizia locale di Trento non si sono neppure sincerati delle condizioni del proprio personale. Comportamento questo al quale purtroppo siamo abituati».

Per Demattè rimane la speranza che visto l’elevarsi dell’efferatezza criminosa dimostrata nei due fatti, si possa trovare questa volta unanime condanna da parte del mondo politico ed altrettanto unanime apprezzamento per l’attività quotidianamente svolta a rischio della propria incolumità da parte degli uomini e donne della Polizia Locale trentina.

Demattè ricorda anche che recentemente nel 2016 ai 175 vigili del fuoco permanenti e i 175 forestali della Provincia Autonoma di Trento sono stati riconosciuti 960 euro annui di indennità con recepimento di una normativa statale. «Lo schiaffo alla quotidiana attività della polizia locale si era concretizzato a livello statale qualche mese prima».

Per questo il presidente dell’ANVU del Trentino Alto Adige si auspica «che la nostra autonomia legislativa possa riparare alla miopia del Governo centrale annoverando anche gli appartenenti ai servizi e corpi della polizia locale del Trentino tra i beneficiari di tale aumento.

Raffrontare difficoltà, pericoli, malesseri psicologici e fisici che rappresentano la peculiarità di una pattuglia – specie in orario serale/notturno – della polizia locale con una pattuglia dei forestali provinciali potrebbe sembrare sconveniente, ma l’assordante silenzio delle Istituzioni ed il mio ruolo, mi richiede di suggerire tale raffronto come spunto di riflessione».

Lo sfogo  di Demattè – che ribadisce che ANVU non è un sindacato, – «ha il dovere di far riflettere l’opinione pubblica sui disagi sociali degli appartenenti ai corpi e servizi della polizia locale».

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento3 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Dopo il caos attorno al video, arriva la risposta dell’APT Valsugana

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento6 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Offerte lavoro1 giorno fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Valsugana e Primiero4 giorni fa

San Valentino col bacio Gay, bufera sull’Apt della Valsugana

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza