Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

L’Italia e la Brexit: cosa cambia per il nostro Paese?

L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea avrà conseguenze su ciascun Paese europeo e questo è innegabile. Quello che però non è possibile ancora definire, dato che si tratta di un processo lento e che tra l’altro non verrà avviato a breve, se tali conseguenze saranno o meno positive.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea avrà conseguenze su ciascun Paese europeo e questo è innegabile. Quello che però non è possibile ancora definire, dato che si tratta di un processo lento e che tra l’altro non verrà avviato a breve, se tali conseguenze saranno o meno positive.

E il tema di ciò che ne sarà dell’Unione e dei suoi membri, è stato al centro della dichiarazione resa dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi all’indomani del referendum inglese.

E dalle parole del Premier è emersa la volontà del governo italiano di assumere un ruolo molto più centrale all’interno dell’Unione durante il periodo di negoziazione dell’uscita della Gran Bretagna e dopo che questa verrà portata a termine.

Pubblicità
Pubblicità

“L’Italia è in prima fila per cambiare l’Europa”:queste le parole di Renzi prima dell’incontro con il presidente francese Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel che hanno voluto da subito l’Italia al loro fianco nell’importante e delicato vertice di ieri, convocato per discutere del risultato del referendum inglese.

E Matteo Renzi ha così commentato tale invito: “Il fatto che abbiano chiamato l’Italia nel gruppo di testa, nella cabina di regia, è un segno importante, finalmente il nostro Paese è diventato stabile e affidabile”.

Sembra dunque che l’Italia posso trarre un qualche vantaggio politico dall’improvvisa stoccata della Gran Bretagna nei confronti dell’Unione e questo non è del tutto da escludere. Il cerchio si stringerà e il peso che assumerà il nostro Paese potrebbe davvero fare la differenza.

Pubblicità
Pubblicità

Insieme a Francia e Germania, l’Italia sarà chiamata ad affrontare sfide non facili con pochi mezzi e con un clima interno particolarmente turbolento e complicato. Si pensi ad esempio all’instabilità francese dopo l’approvazione della legge sul lavoro o al calo di consensi che le ultime elezioni amministrative hanno fatto registrare nei confronti del partito del premier Renzi.

I Paesi leader dell’Unione dovranno quindi da un lato far fronte alla propria crisi politica interna, dall’altro resistere alle spinte antieuropeiste che con il risultato del referendum inglese andranno ad esercitare sempre maggior pressione sull’Unione.

Per non parlare dei problemi latenti di cui i media non si stanno occupando in questo momento, ma che rimangono sospesi, come una spada di Damocle, sul collo della traballante Unione Europea. Primo fra tutti il tema delle ondate di migranti che non cessano ad arrestarsi e che non smettono di spingere ai confini meridionali dell’Europa.

Se guardiamo alle conseguenze più immediate e concrete che l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea potrebbe comportare per i cittadini italiani, la prima cosa che viene a tutti in mente riguarda coloro che attualmente lavorano o studiano sul territorio britannico, i quali verrebbero a trovarsi nella condizione di immigrati.

Potrebbero infatti essere implementate norme e creato uno statuto particolare per coloro che si trovavano stabilmente in Inghilterra prima del referendum, mentre chi vorrà in futuro andare a studiare o lavorare in Gran Bretagna potrebbe essere equiparato a chi oggi è un immigrato “non europeo”.

In realtà tale scenario non si realizzerà nell’immediato dato che, a partire dal momento in cui la Gran Bretagna notificherà la richiesta a Bruxelles di uscita dall’UE in base all’art 50 del Trattato sull’Unione Europea, passerà ancora molto tempo prima che tale processo venga a compiersi totalmente.

Di sicuro verranno stipulati accordi bilaterali tra la Gran Bretagna e l’UE e tra la Gran Bretagna e i singoli Stati membri. Ad un tale livello di integrazione economica, risulta davvero molto difficile immaginare di tornare indietro a dazi e dogane e il crollo delle borse registrato subito dopo i risultati del referendum inglese, dimostrano come i mercati non siano poi così d’accordo.

Non ci resta che attendere e vedere come l’uscita della Gran Bretagna verrà condotta e guidata, non solo dagli inglesi stessi, ma dall’Unione e dai singoli Stati membri e in questo processo, come ha detto il premier Renzi, “l’Italia farà la sua parte”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento14 minuti fa

Trento, code e rallentamenti in tangenziale per un tamponamento

Trento18 minuti fa

Accampati con le tende a Trento Sud: sono già pronti per il concerto i fedelissimi di Vasco

Piana Rotaliana29 minuti fa

Sì alle nozze tra la Cassa Rurale Val di Non e la Rotaliana e Giovo

Italia ed estero42 minuti fa

India blocca export grano, aumenta il rischio di crisi alimentare e i prezzi schizzano

Val di Non – Sole – Paganella47 minuti fa

Una fuga di ammoniaca e un incendio nel locale tecnico: manovra congiunta al Consorzio Ortofrutticolo Lovernatico per i Vigili del Fuoco di Campodenno e di Sporminore

Valsugana e Primiero1 ora fa

Si perdono in montagna con il cellulare scarico: paura per due giovani a Borgo Valsugana

Italia ed estero1 ora fa

Nato, Helsinki ufficializza la domanda di ingresso: la Turchia frena e punta al negoziato

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

AIDO: basta una firma per salvare una o più vite umane. Segnana: “Nel 2021, Trentino ai vertici in Italia per disponibilità a donare organi e tessuti”

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Inaugurazione della rinnovata caserma dei Vigili del Fuoco Volontari a Lasino, Gottardi: “Simbolo dell’identità trentina”

Trento3 ore fa

Servizi conciliativi estivi per bambini e ragazzi: ecco le indicazioni per lo svolgimento in sicurezza

Le Vignette di Fabuffa4 ore fa

Danni economici ingenti in Italia per colpa della guerra e non solo

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Ieri due incidenti stradali sulle strade dell’ Alto Garda, traffico in tilt

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Arco: «Festa della Musica», si affida la gestione

Giudicarie e Rendena4 ore fa

Comano Terme, lupi, festa Val Algone e variante Area Alberti all’ultimo Consiglio Comunale: metà maggioranza assente

Sport4 ore fa

Fra l’Alpe Cimbra e Rovereto la finale nazionale dei Campionati studenteschi

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

Italia ed estero4 settimane fa

Video di Zelensky caricato e poi rimosso, i dubbi sullo stato di alterazione: era drogato?

Trento3 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza