Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Hillary l’antipatica: perché Clinton fatica a conquistare il cuore degli americani

Hillary Clinton è ufficialmente la prima donna nella storia candidata alla Casa Bianca. Ha raggiunto la maggioranza assoluta di delegati e superdelegati che, alla convention di Filadelfia, il prossimo 25 luglio, la incoroneranno candidata del Partito democratico alle elezioni per la presidenza degli Stati Uniti, il prossimo 8 novembre.

Pubblicato

-

Hillary Clinton è ufficialmente la prima donna nella storia candidata alla Casa Bianca. Ha raggiunto la maggioranza assoluta di delegati e superdelegati che, alla convention di Filadelfia, il prossimo 25 luglio, la incoroneranno candidata del Partito democratico alle elezioni per la presidenza degli Stati Uniti, il prossimo 8 novembre.

È una vittoria che va dedicata a ogni bambina che ha grandi sogni e che d’ora in poi saprà che tutto è possibile, persino diventare presidente degli Stati Uniti”, ha dichiarato Clinton festeggiando la vittoria.

I grandi sogni a Hillary non sono mai mancati. Figlia maggiore di Hugh Rodham, dirigente di una fabbrica di tessuti e Dorothy Emma Howell, casalinga, la giovane Clinton ricevette un rigida educazione metodista, che la temprò nel carattere e le permise di arrivare fino all'Università di Yale, dove studio legge. Qui nell'estate del 1971, conobbe Bill.

Pubblicità
Pubblicità

Come avvocato ebbe una carriera folgorante: dopo l'università, si trasferì a Washington, dove fu assunta nei migliori studi. A 35 anni era già tra i primi cento legali del Paese.

Come First Lady, prima, e politica, dopo, non si può dire sia stata da meno. Braccio destro di Bill, ha saputo sopportare con dignità i tradimenti di lui, ed è riuscita, con rigore metodico, a scalare le gerarchie del partito che fu del marito. Sconfitta da Obama nel 2008, non ha gettato la spugna, ma ha accettato la prestigiosa carica di Segretario di Stato. Otto anni dopo, eccola di nuovo qui, pronta a finire quello che aveva cominciato, a ritornare, da Presidente, nella Casa Bianca che lasciò, da First Lady, esattamente quindici anni fa.

Per 14 anni consecutivi, 20 in totale, Hillary è risultata la donna più ammirata dagli americani nel sondaggio ricorrente della Gallup. Una donna dalla determinazione straordinaria, che, però, a un passo dal successo, fatica, per l'ennesima volta, a riscontrare la simpatia della popolazione.

Pubblicità
Pubblicità

Con Hillary è così: quanto è in ginocchio, la gente la percepisce come “vera” e se ne innamora. Ma quando è lanciata verso la vittoria, scatena ogni tipo di antipatia. Troppo seria, troppo secchiona. Bugiarda, calcolatrice, inevitabile. Troppo legata ai poteri forti, troppo donna. Il male in persona! Le parodie online si sprecano, i suoi avversari ne hanno per tutti i gusti.

Le femministe, poi, la detestano. Dicono che è arrivata dove è arrivata in quanto “moglie di Bill”. Perdonando quel fedifrago del marito, l'accusano di essersi messa sotto i piedi la causa delle donne, in nome di un'ambizione che non conosce limite. Il commento peggiore: “Se non sei riuscita a farti amare da tuo marito, perché dovremmo amarti noi?”.

Hillary fa spallucce e, in barba ai suoi detrattori, procede decisa, pronta per lo scatto finale. A due passi dal traguardo di una vita.

Clinton ha veramente poco in comune con i suoi elettori e questo, forse, è il motivo per cui fatica così tanto a conquistare i loro cuori. Non fa le battute idiote di Bush e non gioca a basket come Obama. La sua storia non ha niente di ordinario e, ancora di meno, di divertente. È la storia di una donna dall'ambizione illimitata, che, munita di una perseveranza fuori dal comune, è riuscita ad arrivare là dove nessuna donna prima di lei è mai arrivata. A due passi dalla poltrona dove siede l'uomo più potente del mondo.

Il modo in cui si descrive, poi, non aiuta certo ad avvicinarla alla gente. Nel suo primo tweet, Clinton disse di sé: “Moglie, madre, avvocato, attivista per le donne e i bambini, first lady dell’Arkansas, first lady degli Stati Uniti, senatore, segretario di Stato, scrittrice, proprietaria di cane, icona di acconciature, patita di tailleur, incrinatrice di soffitti di cristallo”. Insomma, chi più ne ha più ne metta!

In America si racconta una storiella che rende perfettamente la misura della sua determinazione. Hillary torna con il marito in Arkansas, stato di cui Bill fu governatore, e, passando davanti a un distributore, dice: “Guarda, quel benzinaio era il mio ex fidanzato!”. Bill fa una smorfia e commenta: “Pensa, se lo avessi sposato, invece di fare la First Lady saresti finita anche tu alla pompa di benzina”.

Lei allora si volta e, senza perdere minimamente la calma, gli risponde: “No, lui sarebbe diventato Presidente degli Stati Uniti, e tu ora saresti qui a riempirci il serbatoio”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza