Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Le radici cristiane dell’Europa: il dibattito in Francia

Per l'Unione europea, gli esami (del sangue) non finiscono mai. Quella delle sue radici cristiane è una questione annosa, che ritorna con regolarità ad animare il dibattito politico nei vari Stati membri.

Pubblicato

-

Per l'Unione europea, gli esami (del sangue) non finiscono mai. Quella delle sue radici cristiane è una questione annosa, che ritorna con regolarità ad animare il dibattito politico nei vari Stati membri.

In questi giorni, è di nuovo il turno della Francia, dove la questione era già stata tirata in ballo negli anni passati, per giustificare l'opposizione all'ingresso della Turchia nell'Unione. In un Paese più che mai ossessionato dall'Islam e dalla laicità, ci ha pensato Pierre Moscovici, ex-ministro socialista e attuale Commissario europeo, a ridare vigore al dibattito.

Anche se è vero che nel nostro continente la maggioranza della popolazione è di religione o cultura cristiana, l'Europa non è cristiana. Non credo alla storia delle radice cristiane dell'Europa”, ha dichiarato lo scorso 8 maggio Moscovici ai microfoni di BFMTV.

Pubblicità
Pubblicità

Apriti cielo. L'uscita di Moscovici ha provocato le reazioni di protesta dello stato maggiore del centro-destra francese. Nicolas Sarkozy, Presidente di Les Rèpublicains, ha bollato, in un'intervista pubblicata lo scorso martedì da Le Monde, le dichiarazioni del Commissario europeo come “irresponsabili”. Collegando il rifiuto dei francesi di approvare la Costituzione europea nel 2015 proprio al fallimento di mettere nero su bianco queste “radici”, Sarkozy sostiene che “contestare le radici cristiane dell'Europa sia come gettare dell'olio bollente su di un dibattito che non ha bisogno di essere ulteriormente acceso”.

Perfino Papa Francesco non ha resisto a intervenire sulla questione e lo ha fatto offrendo un'interpretazione completamente opposta a quella dell'ex Presidente francese. Intervistato da La Croix, il Santo Padre ha affermato: “Bisogna parlare di radici al plurale perché ce ne sono tante. In tal senso, quando sento parlare delle radici cristiane dell’Europa, a volte temo il tono, che può essere trionfalista o vendicativo. Allora diventa colonialismo. Giovanni Paolo ii ne parlava con un tono tranquillo. L’Europa, sì, ha radici cristiane. Il cristianesimo ha il dovere di annaffiarle, ma in uno spirito di servizio come per la lavanda dei piedi. Il dovere del cristianesimo per l’Europa è il servizio”.

Ma sì sa, le ragioni “divine” mal si conciliano con la fredda logica dei calcoli politici. In Francia, la destra ha ormai da tempo lanciato un'offensiva in chiave anti-islamica, tutta imperniata sulla difesa del principio di laicità e con l'obbiettivo non tanto velato di affermare la preminenza della religione cristiana su quella musulmana.

Pubblicità
Pubblicità

Ecco che allora, nella Francia dove ognuno è ancora libero di professare la propria fede religiosa, Nicolas Sarkozy, Presidente del principale partito di centro-destra, arriva a proporre il divieto di portare il velo nelle università, facendo appello alla difesa dell'identità francese.

Un altro punto sul quale Papa Francesco la pensa decisamente in maniera diversa. Il Santo Padre, infatti, ha difeso, sempre nella sopracitata intervista a La Croix, il diritto delle donne musulmane a portare il velo, dichiarando: “Ognuno deve avere la libertà di esteriorizzare la propria fede. Se una donna musulmana vuole portare il velo, deve poterlo fare. Lo stesso se un cattolico vuole portare una croce. Si deve poter professare la propria fede non accanto, ma in seno alla cultura. La piccola critica che rivolgerei alla Francia a tale riguardo è di esagerare la laicità. Ciò deriva da un modo di considerare le religioni come una sottocultura e non come un cultura a pieno titolo”.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza