Connect with us
Pubblicità

Trento

Il Trentino ringrazia lo chef eroe d’America Bruno Serato

Una giornata, quella insieme a Bruno Serato, che concilia le grandi risorse in termini di volontariato del Trentino con il tessuto istituzionale e imprenditoriale della nostra provincia. «Dalle parole bisogna passare ai fatti – ha ribadito oggi più di una volta lo chef più buono del mondo – troppo spesso molti di noi parlano ma poi non si danno da fare».

Pubblicato

-

Una giornata, quella insieme a Bruno Serato, che concilia le grandi risorse in termini di volontariato del Trentino con il tessuto istituzionale e imprenditoriale della nostra provincia. «Dalle parole bisogna passare ai fatti – ha ribadito oggi più di una volta lo chef più buono del mondo – troppo spesso molti di noi parlano ma poi non si danno da fare».

Bruno Serato, famoso cuoco d'oltreoceano, veneto di origine, "incoronato" eroe d'America dalla CNN per l'aiuto concreto che da 11 anni garantisce ogni giorno a 2000 bambini bisognosi di Anaheim, a sud di Los Angeles  e testimonial delìla fondazione Trentina per l'autismo ha voluto vedere con i propri occhi «Casa Sebastiano» di Coredo. «Da molto tempo sento parlare di questa realtà trentina e sono venuto qui in Italia apposta per vedere a che punto e' la costruzione, ebbene, sono rimasto stupito nel vedere che il centro è ormai finito, un esempio di un popolo, quello Trentino dei fatti e non solo delle parole»

Una giornata densa di importanti messaggi e di momenti davvero commoventi che hanno lasciato in molti con le lacrime agli occhi. La giornata per Bruno Serato era iniziata nella mattinata quando ha fatto visita ai ragazzi della scuola alberghiera di Ossana dove, durante il suo discorso, ha lasciato a bocca aperta i 140 studenti della prestigiosa scuola della valle di Sole. Lo chef californiano nato a Soave ed emigrato 30 anni fa in california ha poi visitato «Casa Sebastiano» guidato dal presidente della fondazione trentina dell'autismo Giovanni Coletti. 

Pubblicità
Pubblicità

Serato è stato poi ricevuto nel pomeriggio dal presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti. Con lui c'erano Giovanni Coletti, presidente della Fondazione trentina per l'autismo onlus, di cui lo chef Serato è amico e testimonial, e Riccardo Felicetti, presidente del Gruppo pasta dell'Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane (Aidepi) e amministratore delegato del pastificio Felicetti di Predazzo, che ha donato a Caterina's club circa 30.000 porzioni di pasta.

L'incontro ha permesso a Dorigatti di consegnare a Serato una targa-ricordo per ringraziarlo a nome di tutti i trentini dell'opera di solidarietà da lui portata avanti. «La crisi non è solo economica – ha osservato il presidente – perché sta anche nel ritirarsi ciascuno nel proprio orto. Ma– ha proseguito Dorigatti – il Trentino che ha nel proprio dna la coesione sociale e l'inclinazione a non lasciare indietro nessuno, sa bene che dare da mangiare è già fare comunità e che fare comunità è fare solidarietà».

Ne sono la concreta dimostrazione, ha aggiunto Dorigatti, Coletti e Felicetti la cui apertura e attenzione al mondo ha permesso di stringere questo rapporto con il noto chef californiano. «Quando mi hanno nominato eroe della CNN per i quasi due milioni di bambini sfamati in 11 anni – ha raccontato Serato – ho detto: occorre smettere di parlare di solidarietà e passare ai fatti».

Pubblicità
Pubblicità

E ha evidenziato che «noi non ce ne rendiamo conto, ma con una scatola di pasta si possono sfamare anche sei-sette bambini». Dopo aver espresso gratitudine a Dorigatti per il sostegno assicurato dalla Provincia a Casa Sebastiano, lo chef ha ricordato come la Fondazione Caterina's Club con cui collabora, sfami quotidianamente bambini in 14 città di una delle zone più ricche della California.

E di aver ricevuto da Felicetti e Barilla un aiuto concreto e silenzioso che lui non aveva neppure richiesto. Infine ha citato la lettera da lui scritta a Papa Francesco per proporgli una raccolta di pasta in tutte le chiese a favore di chi ha bisogno: «così – ha concluso – potremmo sfamare il mondo intero».

E Francesco gli ha risposto con entusiasmo, autorizzandolo a benedire tutti quelli che aiuteranno quest'opera. Riccardo Felicetti, dell'omonimo pastificio della val di Fiemme, ha ricordato l'incontro da lui avuto con Serato in America insieme al collega imprenditore Paolo Barilla e di aver deciso di cooperare con l'iniziativa semplice e proprio per questo geniale dello chef «perché la pasta crea socialità e crea gioia, risolve tantissimi problemi».

Dal canto suo Giovanni Coletti, artefice dell'incontro con Dorigatti, ha evidenziato la grande importanza di avere ambasciatori come Serato perché la ricerca sull'autismo cresca attraverso una rete di relazioni anche internazionali. Sotto questo profilo Coletti ha preannunciato per il 24 giugno a Coredo un convegno scientifico promosso dalla Fondazione per l'autismo con l'Istituto superiore della sanità, in occasione del quale studiare il modello trentino e metterlo a disposizione di tutti.

Poi Bruno Serato è stato ospitato a TeleCuore Trentino dove ha risposto alle domande della conduttrice Francesca Mazzalai e raccontato degli aneddoti commoventi della propria vita che saranno inseriti in uno special a lui dedicato.  Il ricordo è tornato alla mamma, scomparsa oltre un anno fa e ideatrice del progetto «Fondazione Caterina's Club», «nostra madre credeva di avere solo 7 figli, invece ora è consapevole dal paradiso di averne migliaia»ha detto Serato commovendosi. 

Ma il nodo a gola è continuato quando è stato ospitato nel tardo pomeriggio al bar «Tutti per uno» a Spini di Gardolo dove ad attenderlo erano presenti un centinaio di persone che l'hanno applaudito lungamente. Coletti, molto comosso, ha donato allo chef una targa ricordo da parte della Fondazione trentina per l'autismo.

«Dobbiamo pensare a chi è povero e dobbiamo farlo tenendo la mano sul nostro cuore, ma dobbiamo essere consapevoli che anche un piccolo segno, una piccola donazione può essere l'inizio di una cosa grande». «Qui in Trentino ci sono delle persone che sono buone, delle persone che preferiscono i fatti alle parole – ha terminato rivolgendosi a Giovanni Coletti – per questo voglio pensare che il mio soggiorno a Trento possa essere solo l'inzio di un gemellaggio con la California ma soprattutto un  percorso che la Fondazione Trentina per l'autismo costruirà in America, la terra della ricerca e delle grandi occasioni. Il volontariato è come un virus, ebbene, ora voglio che che questo virus venga condiviso con più persone possibili».

Durante la visita a Casa Sebastiano

Presso la scuola alberghiera di Ossana 

Presso TeleCuore Trentino mentre risponde alle parole di Francesca Mazzalai 

Al Bar tutti per uno insieme alle bariste

Mentre riceve la targa ricordo dalla Fondazione Trentina per l'autismo

 
 

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

Vola con la macchina in un dirupo per 200 metri, gravissimo 88 enne di Predazzo

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

La storia di Michela: «La mia vita come un arcobaleno e un sogno da raggiungere»

Trento9 ore fa

Coronavirus: contagi in calo e ricoveri stabili nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento16 ore fa

Loredana Ciccantelli, Confapi Trentino: «Il Trentino ha dimostrato di avere un piano di azione concreto per quanto riguarda l’accoglienza turistica»

Riflessioni fra Cronaca e Storia18 ore fa

Filosofia politica. Verità o autorità? Da dove origina la legge?

Telescopio Universitario18 ore fa

Amministrazione condivisa: verso un “Recovery Plan civico”. Convegno giovedì 20 a Giurisprudenza

Alto Garda e Ledro18 ore fa

La mostra ufficiale del Museo di Auschwitz-Birkenau a Riva del Garda

Arte e Cultura18 ore fa

Living Memory, la forza dell’impegno. In programma teatro, musica e testimonianze

Bolzano18 ore fa

Tentò di uccidere l’ex a Bronzolo: pena ridotta in appello per un nigeriano

Arte e Cultura18 ore fa

A Nogaredo presentato il volume “Capolavori” della Regione

Giudicarie e Rendena18 ore fa

Porte di Rendena: il Piedibus è già un successo

Bolzano18 ore fa

Rapina impropria, danneggiamento e aggressione alla Polizia: coppia di marocchini finisce in manette

Rovereto e Vallagarina19 ore fa

Uccisione cane da parte dei lupi: l’uomo è rimasto accerchiato in balia dei lupi per 30 minuti

Trento19 ore fa

Omicron: nel 53% dei casi il primo sintomo è il mal di gola. Ecco i nuovi sintomi

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Altri 209 contagi da Coronavirus nelle Valli del Noce

Trento2 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento1 settimana fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza