Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Israele, mai così a destra: Netanyahu offre all’ultranazionalista Lieberman il ministero della Difesa

Le chiavi del dicastero più importante per la pace in Medio Oriente potrebbero finire in mano all'ultranazionalista Avigdor Lieberman (nella foto, a destra, con Benjamin Netanyahu), già ministro degli Esteri israeliano.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Le chiavi del dicastero più importante per la pace in Medio Oriente potrebbero finire in mano all'ultranazionalista Avigdor Lieberman (nella foto, a destra, con Benjamin Netanyahu), già ministro degli Esteri israeliano.

Lo scorso mercoledì, la svolta, con l'inizio dei negoziati tra il Likud, il partito del premier Benjamin Netanyahu, e il partito nazionalista Ysra'el Beiteinu, capeggiato da Avigdor Lieberman, ex ministro degli Esteri nei precedenti governi Netanyahu.

L'obiettivo di Netanyahu: allargare la maggioranza risicata in parlamento, che si regge su appena un voto di maggioranza alla Knesset, la camera unica israeliana. Consegnare il dicastero più importante di tutto il governo israeliano, questo il prezzo da pagare per far salire a bordo i cinque deputati di Ysra'el Beiteinu.

Una mossa che potrebbe consegnare al Paese il governo più a destra della sua storia, con un impatto potenzialmente devastante sulla politica interna ed estera israeliana. La maggioranza di governo è attualmente composta dal Likud, partito del premier e vincitore delle elezioni anticipate del 2015, da Kulanu, partito di centro-destra che ha espresso il ministro delle Finanze, Moshe Kahlon, da Casa Ebraica, partito sionista, capeggiato dal Naftali Bennett, ministro della Pubblica Istruzione, e dai partiti ultraortodossi Giudaismo Unito della Torah e Shas.

Avigdor Lieberman, 57 anni, già ministro degli Esteri, è noto per le sue posizioni estremiste. Risiede in un insediamento in Cisgiordania e ha ripetutamente criticato la politica di sicurezza dell'attuale governo, ritenuta “troppo morbida”.

Lo scorso marzo aveva presentato una lista di dieci condizioni per un suo ritorno al governo. Tra queste: il ripristino della pena di morte per i terroristi, la fine del controllo della Striscia di Gaza da parte di Hamas, la ripresa delle uccisioni mirate dei leader terroristi, la costruzione di duemila nuove unità abitative negli insediamenti in Cisgiordania e il divieto dei partiti arabi di presentarsi alle elezioni.

Pubblicità
Pubblicità

Alla vigilia delle ultime elezioni aveva addirittura proposto di “decapitare gli arabi sleali” e di “far firmare a tutti i cittadini israeliani un giuramento di fedeltà, pena la revoca della cittadinanza”.

La notizia della possibile nomina di Lieberman a prossimo ministro della Difesa ha scatenato le reazioni di stupore di tutti i partiti israeliani, anche perché interrompe una consolidata tradizione che ha sempre visto un'ex figura militare di alto livello alla guida di questo dicastero. Come ha notato il britannico Guardian, Lieberman ha lavorato al massimo come buttafuori in una discoteca moldava.

Se diventerà ministro, avrà la possibilità di trascinare il Paese in guerra e potrà decidere, in un verso o nell'altro, i prossimi sviluppi dell'annosa questione palestinese.

L'ingresso di Ysra'el Beiteinu nella formazione di governo è stato definito da alcuni come svolta fascista. Questi dichiarano che ora perlomeno il popolo israeliano deciderà di farla finita con Netanyahu, concedendo alla sinistra la possibilità di ritornare al potere dopo anni di digiuno.

Altri, invece, sostengono che il Lieberman ministro della Difesa sarà molto diverso dal politico provocatore degli ultimi mesi e rispolvererà la cautela che aveva contraddistinto il suo ultimo mandato da ministro degli Esteri.  

  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro57 minuti fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento1 ora fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento2 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero2 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web2 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Tecnologia3 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento3 ore fa

Patt in assemblea, Marchiori: «Parleremo con i candidati presidenti»

Trento3 ore fa

Il carnevale a Trento: ecco il programma di tutte le manifestazioni

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

La bimba ha fretta di nascere: parto in ambulanza lungo la strada statale 240

Trento4 ore fa

Autonomia differenziata: positivo il giudizio di Maurizio Fugatti

Arte e Cultura4 ore fa

Anno accademico del Bonporti: Bisesti al concerto di inaugurazione

Trento5 ore fa

Sanità trentina: nel 2022 i medici gettonisti sono stati 90

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza