Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

Ateneo e città di Trento provano a lavorare insieme

Da “Università nella Città” a “Università della Città”, integrata a pieno titolo e non più percepita come un corpo estraneo e un po’ misterioso. 

Pubblicato

-

Da “Università nella Città” a “Università della Città”, integrata a pieno titolo e non più percepita come un corpo estraneo e un po’ misterioso. 
 
Università con la quale sia possibile avere uno scambio continuo e un rapporto di arricchimento reciproco. Questa la svolta per la quale il rettore Paolo Collini e il sindaco Alessandro Andreatta si sono impegnati a lavorare in modo congiunto con la firma di un protocollo d’intesa che segna lo sviluppo di collaborazioni già avviate e il lancio di una serie di nuove attività. L’accordo è stato sottoscritto questa mattina al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale in occasione del convegno “Universocittà. Realtà in dialogo”.
 
«Molti dei nostri studenti – sottolinea il rettore Paolo Collini – sono cittadini “temporanei”, ma vivono la città in modo intenso e vivace». Riprende: «Con questo protocollo c’è la volontà di costruire un rapporto di mutuo arricchimento, rispettoso, capace di cogliere il valore gli uni degli altri, nella reciprocità».
 
«Il rapporto tra Università di Trento e la città – evidenzia invece il presidente del Consiglio di Amministrazione, Innocenzo Cipolletta – riceverà da questo protocollo una spinta ulteriore per favorire la trasmissione della conoscenza e l'innalzamento della qualità della vita. Non a caso il prossimo Festival dell'Economia di Trento, che vede l'università e la città di Trento come promotori, ha per argomento “I luoghi della crescita” proprio a testimoniare dell'importanza del territorio culturale come motore di sviluppo».
 
Anche per il sindaco Alessandro Andreatta, la presenza dell'università a Trento rappresenta un «vantaggio competitivo che davvero può fare la differenza». Per questo, prosegue il primo cittadino, «noi non vogliamo che l’ateneo sia una città nella città, un campus chiuso, senza rapporti con l’esterno. Sarebbe un’occasione sprecata se la concentrazione a Trento di tanti studenti e docenti rimanesse senza conseguenze. Se i giovani, se il corpo accademico non trovassero in città un ambiente favorevole a mettere a frutto idee e intuizioni nate nelle aule, sui libri, nei laboratori. Riteniamo che la città debba essere la prima palestra dei tanti giovani talenti che affollano il nostro ateneo. E che Trento non debba rappresentare solo un luogo di lavoro per i docenti, ma qualcosa di più: una città aperta, che sa offrire una buona qualità della vita e sa valorizzare le competenze e le qualità di ognuno».
 
Molteplici e complessi gli obiettivo del progetto congiunto, avviato ufficialmente con la firma tra Ateneo e Comune di Trento. Sviluppare e migliorare i rapporti tra la città di Trento e l’Università, infatti, passa attraverso più operazioni: il coinvolgimento di professori e ricercatori che possano contribuire sotto il profilo scientifico alla definizione delle politiche per la città; la promozione di una maggiore interazione tra città, università e popolazione studentesca universitaria e l’incentivazione della conoscenza delle opportunità offerte dal territorio alla popolazione studentesca.
Il progetto si articola in diverse aree di intervento di competenza di gruppi di lavoro “misti” che avranno il compito di presentare progetti specifici riguardanti i vari ambiti.
 
Tra queste: sviluppo e crescita urbanistica, aspetti sociali ed economici, aspetti giuridici e sicurezza, il concetto di smart cities, mobilità e ambiente, comunicazione, studenti e partecipazione. Oltre a questi è previsto un gruppo di coordinamento composto da tre rappresentanti dell’Università e tre rappresentanti del Comune di Trento e la consulenza di un/una rappresentante dell’Opera Universitaria e di un/una rappresentante della componente studentesca universitaria. In programma anche la creazione di una App per l’individuazione e la presentazione dei luoghi dell’Università e l’organizzazione di mostre itineranti in scambio tra Università e Comune di Trento.
 
Modalità e aree di intervento sono state oggetto del convegnoUniversocittà. Realtà in dialogo”, moderato da Ivano Bison (Università di Trento), durante il quale sono intervenuti: Alberto Felice De Toni (segretario generale della Crui), Pasquale Nappi (rappresentante Unitown), Giuseppe Scaglione (Università di Trento), Chiara Morandini (direttrice generale Comune di Trento), Alberto Molinari (presidente Opera universitaria) e Lorenzo Varponi (presidente Consiglio degli studenti dell’Università di Trento). Il convegno è stato aperto dai saluti istituzionali dell’Università con il rettore Paolo Collini e il presidente del Consiglio di amministrazione Innocenzo Cipolletta e del Comune di Trento con il sindaco Alessandro Andreatta.
 

SCHEDA

Il protocollo d’intesa
La firma del protocollo d’intesa tra Università e Città di Trento prende spunto dal progetto nazionale avviato dall’Associazione nazionale dei comuni d’Italia (Anci) e dalla Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui), fa seguito all’adesione di Comune e UniTrento alla rete europea delle città universitarie “Unitown” e trova ragione nell’attenzione reciproca dimostrata dalle due istituzioni. Con l’obiettivo comune di favorire la partecipazione della cittadinanza, sia a livello di gestione della cosa pubblica sia di processi decisionali; la produzione di innovazione sociale, anche attraverso la sperimentazione e l'impiego delle nuove tecnologie; l'inclusione sociale, il benessere e la sicurezza; la sostenibilità ambientale; la valorizzazione del patrimonio architettonico e culturale e lo sviluppo economico sostenibile. L’accordo ha durata fino al 2020 e potrà essere rinnovato ogni cinque anni di comune accordo tra sindaco e rettore.
 
Ambiti di intervento
Gli ambiti di intervento previsti all’articolo 2 del protocollo sono:
 
-ricerca e trasferimento della conoscenza: aumentare nel governo locale, nella cittadinanza e negli altri attori economici e sociali la consapevolezza delle risorse di ricerca e dei saperi disponibili nell’Ateneo trentino; sviluppare piani comuni di ricerca e intervento anche attraverso la partecipazione a bandi di finanziamento nazionali e internazionali; agevolare la mediazione tra i luoghi della formazione e il mondo economico-imprenditoriale;
-risorse umane, formazione e offerta culturale: valorizzare le professionalità dell'Ateneo rispetto alla formazione della cittadinanza, del mondo economico e sociale e del Comune; valorizzare le professionalità di alta qualificazione del Comune di Trento e del mondo economico e sociale mettendole a disposizione delle iniziative formative dell'Ateneo; favorire sinergie per la creazione di offerta culturale, ricreativa e sportiva rivolta sia al mondo universitario, sia al territorio;
 
-comunicazione: diffondere la conoscenza dell'Ateneo trentino presso la cittadinanza e le realtà economiche e sociali; promuovere la conoscenza della Città presso la comunità scientifica nazionale e internazionale;
-valorizzazione del patrimonio architettonico: promuovere la conservazione e la valorizzazione del patrimonio architettonico al fine di renderlo visibile, sostenibile e fruibile dalla collettività universitaria, dalla comunità locale e attrattivo nei confronti della comunità nazionale e internazionale;
-trasporti pubblici e mobilità urbana: rendere la mobilità urbana più accessibile alla popolazione universitaria, oltre che maggiormente efficiente ed ecologicamente meno impattante;
-accoglienza della comunità universitaria come cittadinanza: diffondere e valorizzare l’offerta culturale, sportiva e ricreativa; favorire l'integrazione e la residenzialità degli universitari, anche attraverso accordi comuni con l’Opera Universitaria; promuovere le relazioni internazionali anche attraverso l’accoglienza della popolazione universitaria proveniente da altri paesi.
 
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza