Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

Mauro Rostagno, un ricordo lungo 28 anni. Svelata la targa in sua memoria a Sociologia

Proprio nel giorno in cui a Palermo si apriva il processo di appello per l’omicidio di Mauro Rostagno, Sociologia ne ha celebrato l’impegno civile con lo scoprimento di una targa collocata nell’edificio di via Verdi, fuori di un’aula al secondo piano.

Pubblicato

-

Proprio nel giorno in cui a Palermo si apriva il processo di appello per l’omicidio di Mauro Rostagno, Sociologia ne ha celebrato l’impegno civile con lo scoprimento di una targa collocata nell’edificio di via Verdi, fuori di un’aula al secondo piano.
 
«L’Università di Trento – ha detto Mario Diani, direttore del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale salutando gli studenti di ieri e di oggi che nel pomeriggio hanno partecipato all’iniziativa – ha avuto bisogno di 28 anni per decidere di ricordare un suo vecchio studente, certo “impertinente”, caduto per mano mafiosa. Tanti quanti saranno serviti alla giustizia – sempre che la sentenza di primo grado venga confermata – per identificare i suoi assassini».
 
Rostagno, studente di Sociologia a Trento alla fine degli anni Sessanta, venne ucciso il 26 settembre 1988 in Sicilia per il suo impegno nel giornalismo investigativo e nella denuncia delle collusioni politico-mafiose.
 
«Ricordare Rostagno – ha ripreso Diani – significa innanzitutto dire che la lotta alla criminalità organizzata non può dipendere esclusivamente dall’azione delle forze dell’ordine, ma richiede anche un’opinione pubblica e in particolare un sistema dell’informazione attenti e partecipi». Su Mauro Rostagno «eroe civile e interprete di un coraggioso giornalismo d’inchiesta sino al sacrificio della vita» si è soffermato Fabrizio Ferrari, presidente dell’Associazione Sociologia Trento 1962, che ha collaborato con il Dipartimento nell’organizzazione dell’iniziativa.
 
«L’aver posto l’iscrizione alla memoria di Rostagno nel Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale – ha sottolineato Ferrari – è un atto di alto valore morale perché vuole ricordare alle future generazioni, chi, educato in Via Verdi, ha pagato con la vita l’affermazione della legalità. Da giornalista dico che il nome di Mauro si aggiunge alla lunga lista di quei colleghi che sono morti per la libertà , la democrazia e la legalità. È una lista di nomi purtroppo assai lunga, di eroi spesso dimenticati».
 
Diani ha poi sottolineato come ricordare Rostagno significhi riflettere sul «mutamento sociale come processo contraddittorio, aspro e spesso violento. La frase sulla rivoluzione che “non è un pranzo di gala” avrà anche fornito in molti casi la giustificazione per varie nefandezze, ma cattura anche una verità profonda che si può estendere a ogni tentativo di modificare in misura significativa qualche aspetto dell’ordine sociale esistente o anche soltanto delle convenzioni: non a caso uno dei forum del prossimo Festival dell’economia si chiede «L’innovazione è un pranzo di gala? Attraversiamo in questi anni dei cambiamenti la cui portata è molto difficile da valutare ed è bene non dimenticarsi di questo principio».
 
Per Diani «Rostagno ha rappresentato una via di uscita non violenta e non moralistica dalla stagione dei movimenti di protesta degli anni ’60 e ’70 che può fornire un esempio anche per la situazione odierna»
 
Un saluto è stato portato oggi anche da Cecilia Meggio, in rappresentanza degli studenti e delle studentesse di Sociologia di oggi. «Abbiamo intrapreso un percorso di riscoperta degli anni e delle persone chiave che hanno caratterizzato la storia del nostro Dipartimento. Vorremmo che questa targa segnasse non tanto la fine di questo percorso, ma un nuovo inizio. Di Rostagno ricorderemo l’impegno civile che ebbe da studente nel promuovere i valori della solidarietà e del bene comune».
 
L’iniziativa è proseguita, nell’aula 16, con la conferenza di José Luis Cabaço sul tema “Mozambico tra speranze e realtà. La difficile strada della democrazia in Africa tra colonialismo, tribalismo e democrazia”. Il professor Cabaço, laureato in Sociologia a Trento, è figura di spicco della società mozambicana, Paese in cui ha ricoperto anche vari ruoli ministeriali.
 
La conferenza ha segnato l’avvio di una serie di attività che proseguirà nel prossimo anno accademico con i “Seminari Mauro Rostagno in politica del conflitto/Mauro Rostagno seminars in contentious politics”, cicli di incontri che ogni anno porteranno a Trento un visiting professor di fama internazionale per approfondire, da una prospettiva non solo sociologica ma anche politologica, storica o di altre scienze sociali, aspetti rilevanti dei conflitti contemporanei. La decisione di ricordare Mauro Rostagno con una targa e con questi momenti di confronto era stata presa lo scorso novembre dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale.
 
Ecco il testo dell'incisione:
 
"Alla memoria di Mauro Rostagno studente contestatore a Trento Laureato in Sociologia con lode Spirito libero
Assassinato a Lenzi di Valderice (Trapani) per le sue inchieste sul fenomeno mafioso il 26 settembre 1988
 
Il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale e gli studenti di allora"
 
 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]

Categorie

di tendenza